Utente 958XXX
Buonasera,
sono la mamma di un bambino di 2 anni che da circa 10 giorni zoppica vistosamente ma non ha mai lamentato dolore nè si rifiuta di correre o giocare.
Il pediatra nel visitarlo ha riscontrato una tonsillite acuta e l'anca dx risulta bloccata. Ha prescritto cura antibiotica e antinfiammatoria. Sono passati 5 giorni e la zoppia non è migliorata. Abbiamo portato il bambino al P.S. per sospetta coxalgia ma sia la radiografia all'anca dx che l'ecografia risultano negative. -l'ortopedico che lo ha visitato ci ha liquidato con un semplice"continui la terapia in corso e ci vediamo tra 10 giorno".
Sono molto preoccupata anche perchè, ho letto che per trattarsi di coxalgia dall'ecografia dovrebbe risultare la presenza di versamento. Domani ho appuntamento con il pediatra per un ulteriore controllo.Potrebbe trattarsi di qualcosa di grave? Resto in attesa di un vostro gentile riscontro.

[#1] dopo  
Dr. Gaetano Pinto

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Gentile signora
la maggior parte delle zoppie sono dovute a coxalgie benigne,causate da forme virali,in cui vi è necessità di antidolorifici e riposo.Se si associa febbre e mancato miglioramento, è utile ripetere una ecografia con una consulenza ortopedica ed esami ematochimici
cordiali saluti
Dr. Gaetano Pinto

[#2] dopo  
Dr. Alfonso Collana

24% attività
0% attualità
8% socialità
SCIACCA (AG)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
Cara Sig.ra, mi permetto di dirLe, qualora il suo Piccolo dovesse avere ancora problemi, di farlo valutare in un centro di reumatologia pediatrica.
Bisogna conoscere le cause più frequenti di zoppia in età pediatrica, effettuare esami ematochimici mirati ed eventuali esami strumentali.
Per quello che lei dice mi pare di capire che il Piccolo non ha avuto tumefazioni e/o arrossamenti a livello di ginocchia o altro.
Un reumatologo pediatra saprà valutare se precedentemente non ha avuto traumi o infezioni o punture di parassiti, vaccinazioni e/o farmaci; se oltre alla zoppia non abbia lamentato altri sintomi quali cefalea, ulcere del cavo orale o al naso, manifestazioni cutanee, problemi agli occhi, dimagrimento.
Valuterà se in famiglia ci siano patologie quali ad esempio: psoriasi, malattie reumatiche, genitourinarie, oculari (uveite), malattia di Crohn, rettocolite ulcerosa... Per quanto riguarda le coxalgie a cui lei fa riferimento ovvero la sinovite transitoria dell’anca o benigna dell’anca ha una buona prognosi e non sempre l’ecografista (specie se non ha dimestichezza o la sonda adatta per le anche dei bimbi di due anni) è in grado di mostrare versamento e talora ispessimento della sinovia. Augurandomi che il suo Piccolo non abbia più problemi La saluto

Dr. Alfonso Collana

[#3] dopo  
Utente 958XXX

Gentile Dr.,
la ringrazio per la cortese risposta. Sono trascorsi ormai 15 giorni e devo dire che il bambino è sicuramente migliorato. Da circa 1 settimana abbiamo sospeso la terapia (antibiotico e antinfiammatorio) ed il pediatra a seguito della visita odierna ha detto che le tonsille sono tornate alle normali dimensioni. Lui sospetta si sia trattato di mononucleosi. Per quanto riguarda la zoppia lunedì il Piccolo è stato visitato da un ortopedico che ci ha detto che l'anca è completamente libera. Devo dire che lo scorso fine settimana sembrava fosse rientrato tutto ma da martedì noto nuovamente una leggera zoppia. Non so se può essere associata al fatto che il bambino ha cominciato nuovamente a correre, saltare e magari alle manovre fatte durante la visita ortopedica.
Il bambino non lamenta alcun tipo di dolore, non presenta alcun tipo di arrossamento. L'unica cosa che ho notato è che nell'ultimo mese non mangia più come prima (devo dire che l'appetito non gli mancava e mangiava in quantità superiori a quelle indicate alla sua età). Comincia inoltre a selezionare i cibi.
Io soffro di psoriasi e in famiglia ci sono casi di malattie reumatiche.Uno dei mie fratelli da piccolo lamentava sempre dolori alle gambe e a seguito di un tampone faringeo positivo ha seguito per diverso tempo una cura specifica.
Ritiene pertanto, data la situazione, che sia necessario fare delle analisi più specifiche ed una visita reumatologica?
Ad essere sincera questa situazione mi preoccupa molto nonostante il pediatra abbia cercato di tranquillizzarmi e ritiene che questa ormai lieve zoppia sia solo una strascico. Mi ha consigliato di somministrare un antinfiammatorio qualora a mio parere il bambino dovesse zoppicare.
Ringrazio per l'attenzione e resto in attesa di un gradito riscontro.