Utente 288XXX
Gent.ma dott.ssa Battaglioli, a mio nipote nato il 17.10.2012, è stato diagnosticato un "Magauretere" e gli stato consigliato di assumere il "Supracef 100mg/5ml granulato per sospensione orale" in via cautelativa nel caso ci fossero infezioni in atto. Mia figlia, la mamma, non ha mai voluto somministrarglielo perchè, per quanto mirata sia la dose, è pur sempre un antibiotico. Il 9 gennaio scorso è stato sottoposto ad una RX Cistouretrografia minzionale della quale le riporto il referto: "Regolare la distensibilità dell'addome non si osservano immagini di significato patologico.Regolare la distensibilità del viscere vescicale senza evidenza di effetti di riempimento endoluminali;durante l'asame si è osservato pressocchè costantemente immagine di plus da estroflessione in sede iuxtameatale sn (diverticolo di Hutch).Non reflussi vescico-uretrali attivi o passivi bilateralmente. Regolare l'uretrogramma.In fase PM si documenta discreto residuo di mdc in cavità vescicale." Anche qui gli è stato consigliato di assumere il "Supracef". La domanda è questa: è proprio necessario assumere l'antibiotico (hanno detto fino a 6 mesi) visto che non sono stati evidenziati ristagni di urine e quindi nessun pericolo di infezione, considerando anche che per il resto gode di ottima salute? Grazie per la sua cortese collaborazione.

[#1] dopo  
Dr. Lorenzo Giacchetti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
0% attualità
20% socialità
SVIZZERA (CH)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
È vero che la cistografia ha escluso un reflusso vescico ureterale, ma credo che seguirei il consiglio di dare una profilassi antibiotica che immagino sia stato deciso da uno specialista nefrologo pediatra. In genere la profilassi linfa ad un dosaggio più basso rispetto a quello terapeutico.
Cordiali saluti
Dr. Lorenzo Giacchetti
Specialista in Pediatria - Neonatologia e Patologia Neonatale, Varese.
Capoclinica Pediatria Ospedale di Lugano (Svizzera)

[#2] dopo  
Utente 288XXX

Egr. dott. Giacchetti,
la ringrazio per la cortese risposta in merito ma non mi è chiara l'ultima frase: "In genere la profilassi linfa ad un dosaggio più basso rispetto a quello terapeutico." Potrebbe chiarirmela in termini più pratici? Grazie mille per la sua collaborazione.
Oliver

[#3] dopo  
Dr. Lorenzo Giacchetti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
0% attualità
20% socialità
SVIZZERA (CH)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2012
La profilassi per le infezioni delle vie urinarie in genere si fa una sola volta al giorno con un dosaggio giornaliero che è la metà di quello terapeutico.
Saluti
Dr. Lorenzo Giacchetti
Specialista in Pediatria - Neonatologia e Patologia Neonatale, Varese.
Capoclinica Pediatria Ospedale di Lugano (Svizzera)

[#4] dopo  
Utente 288XXX

Grazie per la gentile collaborazione, è stato molto chiaro.
Saluti e buon lavoro,
Oliver

[#5] dopo  
Dr. Lorenzo Giacchetti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
0% attualità
20% socialità
SVIZZERA (CH)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2012
Saluti a lei.
Dr. Lorenzo Giacchetti
Specialista in Pediatria - Neonatologia e Patologia Neonatale, Varese.
Capoclinica Pediatria Ospedale di Lugano (Svizzera)