Utente 207XXX
Salve, mia figlia è una vispa bimba di 5 anni e 2 mesi all'ultimo anno della scuola materna, dove si reca volentieri praticamente da quando è nata. E' estremamente sensibile ed è stata assai precoce nel parlare, ha una proprietà di linguaggio definita non comune da più parti. Tale aspetto la rende forse un pò invisa agli occhi delle altre bambine, alcune perlomeno, che tendono purtroppo ad escluderla dalle loro cerchie, tanto che lei ha una sola amica del cuore, più piccola ed extra-comunitaria, che mia figlia protegge e della quale si erge ad avvocato difensore, tanto che dei progressi intellettuali della piccola filippina tanto le insegnanti quanto i genitori non mancano di ringraziare noi genitori, definendo nostra figlia elemento contributivo in tal senso. Va detto, altresì, che spesso la bimba assume atteggiamenti da maestrina nei confronti degli altri bambini. Di fatto, mia figlia ha smesso i pannolini prestissimo e non si è MAI - e lo sottolineo - fatta la pipì addosso, tantomeno durante l'arco notturno.
Ieri, improvvisamente, si è verificato un episodio di enuresi mentre guardava la TV e stamane nuovamente poco prima di svegliarsi. Mentre la vestivo, ancora una volta mi ha stupito mentre considerava serissima "non capisco come possa essere accaduto", usando proprio queste parole. E' verosimile che quanto accaduto possa essere manifestazione di un disagio connesso con il probabile malessere che la bimba sta vivendo a scuola? Io e mia moglie siamo alquanto preoccupati al riguardo e saremmo molto grati qualora ottenessimo un consulto, grazie anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Gaetano Pinto

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
0% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
gentile signore
l'incontinenza urinaria può essere dovuta a cause psicologiche ma anche organiche.Le consiglio pertanto praticare un esame delle urine con sedimento,in caso di positività di nitriti o di esterasi leucocitaria, aggiungere un'urinocoltura.Se il disturbo persiste attui la valutazione della diuresi delle 24 H e una glicemia .
cordiali saluti
Dr. Gaetano Pinto