Utente 334XXX
Gentile dottore/dottoressa,

sono preoccupata perché mia figlia ha avuto un arresto di crescita, Ha 5 mesi e 21 giorni, è nata 3.050kg per 49cm a 37 settimane di gestazione. E' stata allattata al seno in via esclusiva fino a 4 mesi e 1 settimana, dopo abbiamo inserito la frutta e al compimento dei 5 mesi l'abbiamo svezzata con crema di riso, brodo vegetale e omogeneizzati di carne bianca. Avrei voluto allattarla esclusivamente fino ai 6 mesi come da direttive OMS però vista la crescita scarsa abbiamo anticipato.

Dopo il primo mese aveva, infatti, preso solo 700gr, idem al secondo. Al terzo mese ha preso 500gr; la situazione è peggiorata al quarto con soli 380gr ma soprattutto la crescita in lunghezza si è fermata a 63cm. Così abbiamo appunto iniziato lo svezzamento, ma la situazione non è migliorata: la lunghezza è sempre ferma a 63cm e come peso, a distanza di 3 settimane è di soli 100gr presi nei primi giorni dopo il compimento del 5 mese e dopo si è fermata!!

Nel complesso, la bambina sta bene, è iperattiva, socievole, ride spesso, ha un colorito roseo, va di corpo 1 volta al giorno (prima dello svezzamento 3 o 4) e bagna in media circa 5 pannolini al dì. Come sviluppo motorio mi sembra al passo con i suoi mesi, però questo arresto di crescita mi preoccupa.
Ho da segnalare un paio di cose:
-a circa 3 mesi abbiamo avuto un'urinocoltura positiva da eschirichia coli, curata con cefixima (urinocoltura successiva negativa);
-spesso la bambina rigurgita, non le piace stare in posizione sdraiata e da quando è nata soffre di singhiozzo...che sia reflusso? Potrebbe essere la causa dello scarso accrescimento, e se sì quali sono i rimedi?

Quali potrebbero essere le cause di tale arresto di crescita? Possiamo fare degli esami/indagini?

Grazie per l'attenzione e, fiduciosa di un Vostro riscontro, porgo cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
0% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signora
se ho capito bene

1° mese 3750 (10° percentile)
3° mese 4250 (tra il 10° e il 25°)
4° mese 4630 (sotto il 3° percentile)
5° mese 4730 "

ma...il pediatra cosa ha detto in merito? Ha compilato il diagramma di crescita durante i vari controlli? Si è accorto del ritardo?

Decisamente vanno fatte indagini che devono articolarsi su un'attenta anamnesi che includa fattori nutrizionali, famigliari, ambientali, per poi eventualmente allargarsi alle varie problematiche che potrebbero essere di malassorbimento, infettive, genetiche, ormonali ecc ecc.
Il tutto dev'essere deciso dal vostro pediatra che conosce la storia e che ha seguito (?) la bambina, comincerà con indagini di massima andando avanti se necessario.

Cordiali saluti
Dott.ssa Agnesina Pozzi

[#2] dopo  
Utente 334XXX

Gentile dottoressa,
grazie per la Sua risposta!

Ho dimenticato a dirLe il peso del quinto mese di conseguenza l'andamento di crescita è il seguente:
0 mesi - 3.050 kg
1 mese - 3.720 kg
2 mesi - 4.400 kg
3 mesi - 4.930 kg
4 mesi - 5.315 kg
5 mesi - 5.715 kg
Fra 3 giorni farà 6 mesi e ad oggi è 5.900 kg

Come lunghezza invece la crescita è stata la seguente:
0 mesi - 49 cm
1 mese - 53 cm
2 mesi - 58 cm
3 mesi - 59 cm
4 mesi - 63 cm
5 mesi - 63 cm

La pediatra ha sempre detto che finché cresceva, anche poco, andava bene soprattutto perché all'inizio la lunghezza procedeva bene. Quando la crescita si è quasi fermata, abbiamo iniziato con lo svezzamento ipotizzando uno scarso apporto di sostanze dal latte mio, ma la situazione è rimasta invariata. Come esame stiamo aspettando quello delle urine, visti i precedenti e speriamo di arrivare ad una soluzione. Grazie per l'attenzione!

[#3] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
0% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
L'altezza si è mantenuta sul 50° percentile mentre il peso è passato da poco sotto al 50° percentile fino al 3° mese, al 3° percentile dal 4° mese in poi.
In ogni caso sebbene non così drammatico il calo per come avevo dedotto dai suoi incompleti dati, è pur sempre un ritardo ponderale che dev'essere indagato in ogni caso e stabilire se sia organico o meno.

Cordiali saluti
Dott.ssa Agnesina Pozzi

[#4] dopo  
Utente 334XXX

La ringrazio per la risposta!

Abbiamo effettuato l'esame delle urine e l'urinocoltura e stiamo aspettando i risultati. In base all'esito, si deciderà il da farsi.

Cordiale saluti!

[#5] dopo  
Utente 334XXX

Buongiorno gentile dottoressa,

volevo informarLa che l'urinocoltura ha dato nuovamente la presenza di eschirichia coli con carica batterica da 100mila, così abbiamo effettuato la cura antibiotica in base all'antibiogramma correlato. A distanza di 15 giorni rifaremo l'urinocoltura.

La pediatra mi ha prescritto la visita nefrologica, visto che è il secondo episodio di infezione urinaria, ma io sono perplessa.
Intanto, perché l'esame delle urine è sempre stato perfetto, ovvero assenza di nitriti, leucociti nella norma e tutti gli altri valori perfetti. In base alla mia esperienza, quando c'è un'infezione urinaria, anche l'esame delle urine ha valori alterati.
In secondo luogo, a mio modesto parere non si tratta di due episodi differenti, bensì di un unico caso curato male, dal momento che dopo la prima cura antibiotica l'urinocoltura successiva a 10 giorni dalla fine della cura ha dato negativo con presenza però di una carica batterica da eschirichia coli di 50mila. Io avrei effettuato un secondo ciclo antibiotico per debellare i residui, ma la pediatra me l'ha sconsigliato. Potrebbe essere che quel "piccolo" focolaio rimasto abbia scaturito di nuovo l'infezione, raddoppiando nel giro di un mese la carica batterica, e che quindi in fondo si tratti di un unico episodio?

Poi volevo capire a cosa serve questa visita...la pediatra mi ha detto che forse bisognerà ripetere l'ecografia, ma se la bambina l'ha già fatta ed era tutto ok, cosa può essere cambiato nel frattempo? E se ad ogni modo, dovesse esserci qualche problema (di predisposizione o di anatomia) cosa si può fare? Perché se tutte queste visite e indagini servono solo per sapere che la bambina magari ha una predisposizione ad avere infezioni urinarie (io ad esempio ce l'ho spesso), ma non si può fare nulla per ovviare al problema se non tenerla sotto controllo, che senso ha sottoporre la bambina allo stress di tanti controlli, visto tra l'altro che abbiamo già fatto l'iter?

Grazie per l'attenzione e confido in una Sua risposta.
Cordiali saluti.

[#6] dopo  
Utente 334XXX

Salve,

dopo la cura antibiotica, l'urinocoltura ha finalmente dato esito negativo, ma la bambina continua a crescere poco di peso. Attualmente ha 7 mesi e mezzo, è lunga 67 cm, cc 43, ma pesa 6.430 kg.
Escluso a questo punto che la causa sia un'infezione urinaria, cosa potrebbe essere? Quali esami mi consiglierebbe di fare?
Grazie in anticipo.

[#7] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
0% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Signora cara, le riposto pari pari il commento che già le avevo scritto:

"Decisamente vanno fatte indagini che devono articolarsi su un'attenta anamnesi che includa fattori nutrizionali, famigliari, ambientali, per poi eventualmente allargarsi alle varie problematiche che potrebbero essere di malassorbimento, infettive, genetiche, ormonali ecc ecc.
Il tutto dev'essere deciso dal vostro pediatra che conosce la storia e che ha seguito (?) la bambina, comincerà con indagini di massima andando avanti se necessario".

Le analisi vanno fatte passo passo, ma non una alla volta....magari un day hospital presso una Divisione Pediatrica potrebbe giungere più facilmente ad una conclusione.


Cordiali saluti
Dr.ssa Agnesina Pozzi



[#8] dopo  
Utente 334XXX

Grazie per la sua consulenza.

[#9] dopo  
Utente 334XXX

Gentile dottoressa,
eccomi ancora qui con gli stessi problemi di 3 mesi fa.
Mia figlia 10 mesi e mezzo cresce sempre pochissimo, attualmente pesa 6.700kg, è lunga 69cm e la c/c è di 45cm (in pratica è sotto il 3 percentile per quanto riguarda il peso e sul 10-25 per l'altezza, mentre alla nascita era per entrambi i valori sul 25-50).
Si sospettava che la causa fosse dovuta alla presenza di eschirichia coli nelle urine ma, consultando un nefrologo, in effetti la presenza di una infezione urinaria è alquanto dubbia, dal momento che l'esame delle urine non ha mai riportato delle anomalie (globuli bianchi alti ad esempio); piuttosto questi eschirichia coli potrebbero provenire dall'intestino, dando adito di pensare a problemi di malassorbimento o allergie/intolleranze.
Così, dietro mia insistenza,la pediatra mi ha prescritto delle analisi del sangue e di seguito le riporto i risultati:

Emazie 4.190.000 mmc
Emoglobina 10,7
Ht 31,10
MCV 74
MCH 25,40
MCHC 34,30
Leucociti 9.800
neutrofili 23
eosinofili 3
basofili 0
linfociti 66
monociti 8

Piastrine 428.000 anisocitosi
Sideremia 36
Azotemia 14
Creatininemia 0,39
GOT 44
GPT 15

Inoltre abbiamo effettuato gli esami per la celiachia ma sono risultati tutti negativi, tranne gli:
anticorpi antigliadina IGG 13
Normale <= 12
Positivo >18
Dubbio >12 <18

Secondo la pediatra, a parte la carenza di ferro per cui mi ha prescritto integratore di ferro e acido folico, tutto sommato non c'è da preoccuparsi, ma sinceramente ci sono alcuni dati che mi impensieriscono (ad esempio quell'elevato numero di piastrine e la GOT altina) unito ovviamente al fatto che la bambina è rimasta ferma come peso, prendendo e perdendo grammi in continuazione, per ben 3 mesi!! E la lunghezza non mi pare poi così rassicurante...E' vero che lei mangia poco, ma temo che la mancanza di appetito possa essere collegata a qualche problema, appunto come prima dicevo, intestinale.

Tra l'altro quei linfociti alti, a detta della pediatra, indicano che ci sia (o ci sia stata) una situazione di infezione virale...ma la bambina non ha avuto nessun tipo di influenza o raffreddore...quindi perché questi risultati?
Alla fine dell'incontro, la pediatra ha rimandato tutto al prossimo controllo fra un mese, ma onestamente sono stanca di aspettare, visto che questo problema si protrae nel tempo.
La bambina, se può esserLe utile, è abbastanza vispa, tenace e attiva. Cammina se tenuta per le manine, ha iniziato a gattonare da poco, ha 6 denti e nel complesso sembra in salute. Unica preoccupazione è che spesso la notte si agita in continuazione, come se avesse qualcosa che la disturba.

Mi scuso per il papiro, ma sono davvero preoccupata e stanca di sentirmi dire che va tutto bene, mentre però mia figlia rimane pressocché sempre nella stessa situazione.
Può darmi un Suo parere?
La ringrazio anticipatamente!

[#10] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
0% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gli enzimi epatici sono alti e il ferro è basso (le piastrine aumentano nella carenza di ferro) ed è un po' aumentato il numero dei linfociti (ma non quello assoluto dei globuli bianchi). Il vero problema resta il mancato accrescimento dal punto di vista ponderale e su questo punto si deve indagare tenendo presente che la certezza per la celiachia è data solo dalla biopsia dei villi intestinali. Restano invariate le cose già scritte.

Cordiali saluti
Dott.Agnesina Pozzi