Utente 197XXX
Buonasera, avrei bisogno di un Vostro consulto!
Ho un bimbo di 8 mesi allattato ancora al seno ( premetto che ho sempre fatto allattamento a richiesta) che a parte 2/3 notti non ha mai dormito più di 3 ore consecutive! Ad oggi ancora si sveglia ogni 2 ore la notte e piange disperato, chiede continuamente il seno anche di giorno! Vedo che ha difficoltà nell'addormentarsi. Io seguo sempre un certo rituale la sera, poi lo metto nel suo lettino nella nostra camera, gli canto le canzoncine, lui prende la mia mano e tra pianti e strilli andiamo avanti finché non crolla, ma dopo 2 ore ecco che ci risiamo e così x tutta la notte! Finché poi esausta ad una certa ora lo metto nel lettone con noi ma la situazione non cambia, si sveglia lo stesso piangendo e tirandomi verso se perché vuole il seno a volte piange anche mentre ciuccia come se non si rende conto che ho esaudito il suo "desiderio" . Non so più cosa fare, se lasciarlo piangere per paura che sia solo capriccio o se continuare questa storia! Anche perché a parte la mia stanchezza ma lui non ha bisogno di dormire di più? Come posso fare? Cosa mi consigliate?
Ringrazio e saluto cordialmente!

[#1] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci

52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile signora,

in attesa che anche il pediatra Le risponda, vorrei sottolineare che da un punto di vista psicologico Lei attua quello che definiamo "rinforzo intermittente", spostando il bimbo nel lettone e procedendo per tentativi.
Fa bene a garantire la routine al piccolo, perchè questo lo rassicura, ma il rinforzo intermittente confonde i bambini.
Inoltre pare che il pianto del bimbo non sia codificato: non è detto che abbia sempre bisogno del seno non appena piange; magari ha solo voglia di vicinanza protettiva o di altro...

Cordiali saluti,
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2] dopo  
Utente 197XXX

Gentile Dott.ssa La ringrazio per la risposta, quindi Lei mi consiglia di lasciarlo nel suo lettino?? Io prima di dargli il seno provo a rassicurarlo accarezzandolo e sussurandogli canzoncine ma non Funziona sembra che si innervosisce di più!

[#3] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci

52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Bisogna comprendere il bisogno che il bimbo esprime attraverso il pianto.
Poi è importante non confondere il piccolo e avere pazienza: sembra -con i limiti del consulto on line- che Lei dia il seno o scelga il lettone, quasi sfinita dalla fatica.
So che non è facile, ma bisogna portare pazienza e capire di che cosa ha bisogno il bimbo, per permettergli di superare queste piccole frustrazioni.
Mi pare importante anche sottolineare che forse da sempre il bimbo ha preso l'abitudine a dormire male e poco e questo ritmo più sano deve essere ricreato.

Buona giornata,
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#4] dopo  
Utente 197XXX

Ha ragione! A volte la stanchezza prende il sopravvento e mi fa rimandare a risolvere il "problema" alcune notti ho provato anche a non offrirgli il seno ma niente, si calma solo in quel modo! Forse sto sbagliando tutto e mi dispiace che sia lui a rimetterci! Cercherò di capire di cosa ha bisogno! La ringrazio di nuovo!

[#5] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci

52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile signora,

non deve sentirsi in colpa, perchè come ho già detto non è facile e soprattutto si impara col tempo a sintonizzarsi col piccolo e ad allearsi con lui e con i suoi bisogni.

Cordiali saluti,
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica