Utente 371XXX
Salve vi contatto per un problema di mia figlia: 12 anni, da più di 15 giorni ha una strana tosse cadenzata che si presenta al mattino, al pomeriggio e alla sera.
Ogni attacco dura da un minimo di 1 ora a un massimo di 5 ore.
Abbiamo fatto una visita otorinolaringoiatrica con esito negativo, una lastra ai polmoni anche questa negativa, dopo un consulto dal gastroenterologo rx prime vie con studio della deglutizione da cui si evidenzia un minimo reflusso esofageo.
Dalla comparsa dei sintomi (iniziati con un semplice mal di gola) ha preso il deltacortene, lo zitromax (per 3 giorni) lo zirtec, dopo la visita del gastroenterologo ha cominciato la ranitidina ora visto l'rx prime vie continua la ranitidina poi ad ogni attacco deve assumere 3gg di EN + 2 pouf di salbutamolo.
In tutto questo lei non ha mai smesso di avere gli attacchi.
Vi prego aiutateci a trovare una diagnosi.

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Mi chiedo perché il salbutamolo, lo zirtec, l'antibiotico, l'ansiolitico? Mi sembra un tiro al bersaglio!
Vi consiglio una consulenza da un Medico Omeopata perché in base all'anamnesi e alla visita, stabilite le caratteristiche della tosse, l'insorgenza, orari, durata, il miglioramento e peggioramento, le posizioni, ecc ecc prescriverà un rimedio che di sicuro l'aiuterà.

Senza pretesa di scientificità posso dirle che il polmone e la sua reattività è l'organo che reagisce alla paura e al territorio vitale. Indagate che non ci siano problematiche a scuola e fatela parlare. Questa è un'età molto delicata in cui si è ipersensibili a livello emotivo ...ma non per questo sopprimiamo i sintomi con l'ansiolitico. La "sensibilità interiore ha vari modi di manifestarsi, compreso il reagire a stimoli di vario tipo, a situazioni ambientali, sociali, relazionali che poi alla fine possono tradursi in un sintomo che emerge a livello fisico, come un chiedere ascolto.

Aiutare nella "diagnosi" potrebbe significare che se va dall'allergologo le troverà l'allergia, lo gnatologo la malocclusione, il gastroenterologo il reflusso, il cardiologo la sottoporrà ad indagini, l'otorino troverà tonsille infiammate ed adenoidi...insomma più che la singola patologia d'organo bisogna capire il disturbo centrale della sua energia.

magari tutto è stato causato dalla soppressione di un "semplice" mal di gola...con CORTISONE, ANTIALLERGICO E ANTIBIOTICO!
Sono sconvolta

Cordiali saluti
Dott.ssa Agnesina Pozzi



[#2] dopo  
Utente 371XXX

La ringrazio fin da ora per la sua risposta.
Avevo omesso di dire (per mancanza di spazio) che il tutto è iniziato con un attacco molto violento di tosse per il quale io avevo dovuto chiamare il 118 in quanto lei mi diceva che aveva un gran prurito alla gola e non riusciva a respirare.
E che nel 2013 è stata sottoposta ad un intervento di residuo uracale con conseguente onfaloplastica.
Non è andato benissimo, infatti è stata ricoverata 2 mesi perchè il tutto aveva fatto infezione.
Mi sono anche accorta con lastre dello sutdio della deglutizione che all'interno del suo addome sono presenti 4 oggettini che sembrano la lettera omega.
Finisco col dirle che faremo anche una visita psicologica, ma considerando che è una ragazzina che parla molto e di tutto a detta anche dei suoi professori, non penso sia un problema psicologico.
Grazie per il suo tempo.

[#3] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Per fortuna ha precisato che ha dovuto chiamare il 118 altrimenti tutta quella terapia davvero risultava anomala!

! Adesso di spiega la terapia di cui sopra...
Lei però aveva scritto un "semplice mal di gola" ma è stata una crisi allergica con probabile edema dell'ugola e del palato molle, abbastanza serio; ha risposto a qualche allergene che aveva ingerito (alimenti, bevande, o qualcosa con cui è entrata in contatto a livello inalatorio).
A questo punto il discorso cambia, e magari si dovrà indagare la sua risposta a vari allergeni ma la terapia che sta facendo può falsare i risultati.

Come vede i consulti in rete hanno i loro limiti e i relativi malintesi; noi diamo le risposte in base a quanto gli utenti scrivono....

Cordiali saluti
Dott.ssa Agnesina Pozzi