Utente 643XXX
Buongiorno a tutti,
sono un neo papà alle prese con un bellissimo bambino che ormai ha compiuto 10 mesi.
Il nostro problema, fin da subito, è sempre stato il dormire in quanto il piccolo si sveglia molto spesso durante la notte e la situazione non sembra migliorare.
l'iter che seguiamo ogni giorno è, con piccole variazioni, il seguente:
- sveglia ore 7
- riposino ore 8 circa fino 9-9.30
- 10.30 merenda a base di frutta
- sonnelino 30-40 minuti
- 12:30 pranzo con pastina e sugo di carne oppure pesce (2 cucchiai di pasta + condimento)
- verso le 13.30 nuovo riposo circa 1 ora - 1 ora e 1/2
- ore 16.30 merenda a base di frutta o pappa lattea (latte e biscotto o latte e vaniglia, ecc.)
- piccolo riposino verso le 17 di circa 30-40 minuti
- ore 19.30 cena con poca pastina (1 cucchiaio) e carne o pesce
- ore 21 allattamento al seno seguono un pò di movimento per la digestione e circa verso le 21.30 il piccolo crolla.
Detto questo i risvegli sono abbastanza sistematici ovvero:
- primo ore 22.30
- secondo ore 00.30 - 01.00
- terzo ore 3.00
- quarto ore 4.30-5.00
- ultimo ovvero la sveglia ore 6.30-7.00
La mia compagna cerca di allattarlo solo una volta ovvero alle ore 3.00 circa in quanto non è possibile che abbia sempre fame!
i risvegli sono caratterizzati inizialmente da "frignette" che si intensificano via via per diventare dei pianti (lo troviamo in piedi sul letto)...dorme nella sua cameretta che è comunque vicina alla nostra.
abbiamo provato diverse cosette: farlo dormire nella nostra stanza (nei primi mesi); somministrargli dei prodotti omeopatici tipo Vagostabil o Quietalia, andare io nella sua camera al posto della mamma (urla da paura!).
Potrebbe avere fame il piccolo? E svegliarsi per questo? La mamma ha detto che spesso gli brontola lo stomaco quando va a prenderlo in braccio durante la notte.
Abbiamo provato a dargli il latte artificiale ma non ne vuole sapere (diversi tipi)...rifiuta proprio il biberon!
Come possiamo provare a risolvere questa situazione? Possiamo provare con il latte intero che beviamo noi magari allungato con acqua?
Grazie in anticipo per i vostri consigli

[#1] dopo  
Dr.ssa Ioana Alexandra Marin

20% attività
0% attualità
0% socialità
GROSSETO (GR)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2016
Auguri per il suo piccolo!
Dalle informazioni che ha fornito sembra poco probabile che il problema sia la fame (in particolare perché i risvegli sono regolari - i bambini che hanno fame o altri fastidi, dolore, ecc, si svegliano a orari variabili). Per poterla aiutare meglio avrei bisogno di sapere cosa fate di solito quando si sveglia di notte e come si addormenta (da solo, in braccio, se usa il ciuccio, ecc), sia la sera che durante il giorno.
Si potrebbe trattare solo di alcune "cattive abitudini" del sonno facilmente modificabili.
Se vuole saperne di più la invito a visitare il mio sito:
http://www.laboratoriodelsonno.it
oppure di inviarmi maggiori dettagli.
Dr.ssa Ioana Alexandra Marin
Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale

[#2] dopo  
Utente 643XXX

Buongiorno Dott.ssa e grazie per la sua risposta.
Confermo che gli orari sono sempre più o meno gli stessi anche se in realtà nelle ultime due settimane la situazione è migliorata. Ora la sequenza è la seguente:
- ore 21:30 si va a fare la nanna
- ore 22:30 primo risveglio con pianti e frignette
- ore 01.30/02.30 secondo risveglio
- ore 05.00/05.30 terzo risveglio
- ore 6.30/7.00 risveglio definitivo.
La sera prima di dormire si addormenta in braccio durante l'allattamento. Anche durante i risvegli notturni la mia compagna va nella sua cameretta (accanto alla nostra) e lo prende in braccio per farlo addormentare e lo mette nel suo lettino praticamente addormentato. Abbiamo provato anche a metterlo nel lettino ancora sveglio ma non ne vuol sapere di addormentarsi :-(

[#3] dopo  
Dr.ssa Ioana Alexandra Marin

20% attività
0% attualità
0% socialità
GROSSETO (GR)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2016
Il problema potrebbe essere che il bimbo non ha ancora appreso ad addormentarsi da solo e associa il sonno allo stare in braccio. Tutti noi (adulti e bambini) ci "svegliamo" molte volte durante la notte, in base ai cicli del sonno, ma abbiamo imparato a rientrare nel ciclo quasi senza accorgerci.

Mi sembra di capire che avete già letto e provato alcune tecniche, ma per riuscirci bisogna avere molta costanza e pazienza e a volte serve un po' di sostegno, specialmente quando siamo stanchi!

Io vi consiglierei di riprovare a metterlo nel lettino da sveglio prima per i pisolini diurni. Se piange riprendetelo in braccio e aspettate che si calmi, puoi rimettetelo giù sempre sveglio. È un lavoro impegnativo, ma è l'unico modo di imparare, provando e riprovando, come tutte le cose.

Prima di farlo assicuratevi di avere una buona routine durante il giorno e la sera.

Se avrete bisogno di aiuto non esitate a contattarmi.

In bocca al lupo!
Dr.ssa Ioana Alexandra Marin
Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale

[#4] dopo  
Utente 643XXX

Grazie Dr.ssa per i suoi consigli.
Riprenderemo allora già da oggi a cercare (prima di giorno e poi anche di notte) a farlo addormentare non in braccio.
Non sarà di certo facile...ma ci proviamo :-)
Grazie 1000

[#5] dopo  
Utente 643XXX

Gentile dott.ssa Marin,
È passato del tempo dalla mia precedente richiesta ma purtroppo le cose Non sono migliorate...anzi. i risvegli notturni ultimamente sono aumentati e io ho provato a sostituire la mamma durante la notte senza però alcun miglioramento...la fase di "addormentamento" era diventata sempre più dura ed estenuante (fino alle 23 passate) e quindi abbiamo provato a dargli quattro gocce di melatonina verso le 20.30 (da circa una settimana). Risultato? Verso Le 21-21.15 il piccolo si addormenta ma i risvegli sono ugualmente continui, il sonno molto agitato (si gira e rigira nel letto di continuo)...Non sappiamo più cosa fare, siamo sfiniti e la stanchezza ci porta ad essere nervosi e spesso a litigare...
Abbiamo Addirittura provato ad andare a dormire (la mia compagna) dai nonni per vedere la reazione del bambino nel vedere i nonni...ma non è cambiato nulla...
Quindi Le chiedo...c'è qualcosa che può aiutare il bambino ad essere più tranquillo?
Grazie In anticipo

[#6] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci

52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

a distanza è piuttosto difficile dire esattamente che cosa fare, perché non abbiamo il quadro completo della situazione, ma è necessario partire dal dato più attendibile: il pediatra del bimbo che cosa ne pensa? Che cosa vi ha suggerito di fare?
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#7] dopo  
Utente 643XXX

Buongiorno Dott.ssa e grazie per la risposta.
Siamo stati dal pediatra per il controllo di routine al primo anno di vita.
La pediatra in merito al problema del dormire ci ha detto ben poco, limitandosi ad affermare che il bambino secondo lei è sano e che è così per tutti...ma in realtà mi piacerebbe capire il perché di questo continuo svegliarsi durante la notte!
Si è poi sbilanciata dando un suggerimento: mandare il papà di notte ad ogni risveglio...bene...l'ho fatto e sto continuando a farlo a piccoli passi...ovvero durante i primi risvegli che sicuramente non possono essere legati alla fame!
Risultato? Poco e niente...il piccolo continua a svegliarsi più o meno con le stesse modalità anche se, piccolo risultato, si addormenta in alcuni casi senza doverlo prendere in braccio ma rimanendo nel suo lettino (non sempre però).
Ora non so davvero più cosa fare...avete qualche consiglio?
P.S. siccome i neonati sono abitudinari abbiamo fissato ormai da tempo una routine che è la seguente:
- ore 19:30 cena
- ore 20:30 4 goccette di melatonina
- ore 20:45 200ml di latte crescita 3 nel letto insieme alla mamma
- ore 21:00 circa si addormenta con la mamma