Utente
Salve,

ho 33 anni e da circa un anno ho cominciato ad accusare un dolore allo sterno che è andato aumentando.
A questo dolore è associata una difficoltà respiratoria specie la mattina. Appena sveglio provo a forzare la respirazione approfondendola al massimo e un dolore acuto mi proviene sempre dallo sterno parte alta.
Ripetendo queste respirazioni prolungate il dolore acuto diminuisce mentre il solito dolore sullo sterno rimane.

Quando mi sento chiuso provo a spingere notevolmente il petto in avanti, specie quando sono seduto tirando la testa indietro a mo' di stiracchiamento, riesco, spesso, a far "scrocchiare" lo sterno.

Non riesco proprio a capire l'origine di questo fastidio che, ovviamente, mi fa alzare la mattina con pochissime forze che comunque recupero nel corso della giornata. Mi sento spesso costretto in petto, come se un elastico mi circondasse i polmoni.

Potete immaginare una possibile causa per questo problema?

Quali esami posso fare? A chi mi posso rivolgere?

Vi ringrazio di cuore per il vostro preziosissimo parere.

[#1]  
Dr. Cristiano Cesaro

36% attività
0% attualità
16% socialità
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Gentile utente, il suo sintomo e' piuttosto insolito e di difficile interpretazione.
Quello che la invito a fare, tanto per cominciare e' di farsi visitare dal suo medico di famiglia, per avere un primo parere, ed anche per capire eventualmente se questo suo dolore si accentua o meno in seguito a determinate manovre mediche praticate sullo sterno stesso.
In alternativa potrebbe avere anche un senso, se la cosa persiste, praticare una radiografia standard del torace e una visita pneumologica con prove di funzionalita' respiratoria.

La saluto e ci tenga aggiornati in merito al problema
Dr. Cristiano Cesaro
Specialista in Malattie Respiratorie e Tisiologia
Pneumologia Interventistica
Azienda Ospedaliera dei Colli Monaldi Napoli

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la celere risposta,

il mio medico curante in effetti mi ha prescritto una radiografia e successivamente una gastroscopia.
I sintomi potrebbero essere associati ad una possibile ernia iatale. Il dolore al petto e l'occlusione polmonare che ho protrebbero essere provocate proprio da quest'ultima.

Il fatto di avere anche un notevole reflusso gastro-esofageo potrebbe completare il quadro.

Nel frattempo (in attesa dell'esame) di mia spontanea volontà ho acquistato Gaviscon Advance che già ho assunto dopo il pranzo.

Potrei assumere altro di utile prima di fare la radiografia unicamente e strettamente correlato al problema del reflusso?

Grazie in anticipo per le vostre sempre care risposte

[#3]  
Dr. Cristiano Cesaro

36% attività
0% attualità
16% socialità
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Beh, condivido assolutamente le sue ipotesi, che in effetti non avevo preso in considerazione in primo momento.

Certamente un'ernia iatale con conseguente reflusso gastro esofageo, potrebbe essere la causa dei suoi disturbi.
Le consiglio di praticare gli esami consigliati ed eventualmente di farci sapere.
La saluto cordialmente e ci faccia sapere
Dr. Cristiano Cesaro
Specialista in Malattie Respiratorie e Tisiologia
Pneumologia Interventistica
Azienda Ospedaliera dei Colli Monaldi Napoli