Utente
buongiorno a tutti, mi chiamo rosy e ho 29 anni. Da circa una settimana vivo nella paura, in quanto sto leggendo sul web i terribili rischi a cui vanno incontro quei poveri ignari che hanno avuto a che fare con quel terribile killer chiamato amianto. Io, ho vissuto dalla nascita fino i 20 anni d'età in sicilia, e l'acqua a cui attingevamo a casa dei miei, proveniva da 2 grandi cisterne d'eternit...vivo in provincia di Napoli da 9 anni, e ho da poci scoperto che alcuni dei miei vicini di casa, posseggono delle tettoie in eternit, inoltre, ho notato alcune lastre d'eternit rotte proprio vicino le scale da cuo ogni giorno salgo e scendo. Ora la mia preoccuopazione è.... sono un soggetto a rischio? potrebbe essere a rischio mia figlia che ha 6 anni e anche lei, purtroppo usa quelle scale e spesso gioca pure in quella zona dove ci sono le scale? Aggiungo, inoltre, che soffro di gastrite cronica e kmalattia da reflusso gstro-esofageo e da circa 3 settimane, mi sveglio soutando muco giallastro e sangue... mi devo preoccuoare? grazie in anticipo a chi mi risponderà!

[#1]  
Dr. Claudio Andreetti

40% attività
20% attualità
16% socialità
AREZZO (AR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
gentile utente devi immediatamente denunciare alla tua asl territoriale il quadro da te descritto. il materiale in amianto va rimosso il prima possibile. sicuramente in passato sei stata esposta alle fibre di amianto. la malattia polmonare alla quale potresti andare in contro è l'asbestosi. una radiografia del torace e delle prove di funzionalità respiratoria potrebbero inquadrare lo stato dei tuoi polmoni. il rischio di sviluppare un mesotelioma pleurico aumenta se sei fumatore. per la vomica di muco e sangue senti il tuo gatsroenterologo di riferimento, forse serve una gastroscopia.
saluti
Dr. Claudio Andreetti
Divisione di Chirurgia Toracica
Ospedale Sant'Andrea Roma

[#2] dopo  
Utente
Speravo in una risposta più rassicurante, anche se... ho letto abbastanza materiale da aver capito che potrei essere esposta a rischio... Quello che mi chiedo è.. è una certezza? è quasi sicuro che possa andare incontro a conseguenze simili?La gastroscopia è fissata per venerdi prossimo... Lo sconforto ha preso il sopravvento su di me.

[#3] dopo  
Utente
Speravo in una risposta più rassicurante, anche se... ho letto abbastanza materiale da aver capito che potrei essere esposta a rischio... Quello che mi chiedo è.. è una certezza? è quasi sicuro che possa andare incontro a conseguenze simili?La gastroscopia è fissata per venerdi prossimo... Lo sconforto ha preso il sopravvento su di me.

[#4]  
Dr. Claudio Andreetti

40% attività
20% attualità
16% socialità
AREZZO (AR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2009
Nessuno sconforto anzi!l'asbestosi non è una malattia tumorale e si controlla. Se sei fumatrice smetti di fumare e già avrai fatto abbastanza per la tua salute. Non ci sono certezze ma sani stili di vita!possibili sedi di amianto devono essere denunciate. Controlla la tua salute.
Saluti
Dr. Claudio Andreetti
Divisione di Chirurgia Toracica
Ospedale Sant'Andrea Roma

[#5] dopo  
Utente
Gentile dottore, mi chiedevo se anche la mia bambina di 6 anni, avendo anche lei usato quelle scale in prossimità di queste lastre di eternit rotte, rischia qualcosa e se dovrebbe fare anche lei dei controlli..... Sono proprio nel panico. Per quanto riguarda me, ho smesso di fumare 4 anni fa, dopo essere venuta a conoscenza della mia malattia da reflusso gastro-esofageo.
Saluti

[#6]  
Dr. Claudio Andreetti

40% attività
20% attualità
16% socialità
AREZZO (AR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2009
Gentile utente sicuramente chiunque sia venuto a contatto con quelle lastre rotte ha respirato aria contente asbesto. Ovviamente non è possibile fare una stima della quantità di fibre inalate. A mio parere il rischio per tua figlia è praticamente nullo. Sarà sufficiente seguirla durante la crescita dal punto di vista respiratorio, magari anche con la complicità del pediatra. la possibilità di svilupare un tumore non è legata solo al contatto con le fibre di amianto: i fattori sono molteplici. La quantità di fibre inalate, il tempo di contatto, il fumo di sigarette passivo e attivo e per finire la predisposizione genetica. Persone che sono state a contatto con fibre di amianto per decenni e decenni (ad esempio marinai imbarcati su vecchie navi) non hanno mai sviluppato il mesotelioma perchè non predisposte geneticamente. Quindi ti voglio rassicurare. ora cerca di far spararire le benedette lastre e per il futuro affidati ad uno pneumologo di fiducia che ti controlli nel tempo: è suffciente anche una banale visita.
Saluti
Dr. Claudio Andreetti
Divisione di Chirurgia Toracica
Ospedale Sant'Andrea Roma

[#7] dopo  
Utente
grazie ancora per il tempo dedidatomi dottor Andreetti.