Utente 535XXX
Buongiorno, Vi scrivo per un problema che riguarda mia suocera.
Ha 82 anni, soffre di BPCO e dal 2006 le è stata prescritta l'ossigenoterapia, che prima faceva saltuariamente, ma ora la deve fare giorno e notte, poichè la mancanza di respiro si è acuita.
Da un po' di tempo a questa parte lamenta mancanza di appetito, inoltre quel poco che si sforza a mangiare dice che non ha nessun sapore (e forse anche per questo che l'appetito se ne va). Premetto che questa donna ha sempre avuto un buon appetito ed ha sempre mangiato di tutto, ma ora solo il pensiero del cibo le da la nausea.
La mia domanda è: può essere l'ossigeno la causa del non sentire il sapore dei cibi? e se si, c'è qualcosa che si possa fare?
Inoltre è affetta da un continuo catarro e da una tosse persistente per la quale prende delle gocce di Paracodina (che già le avevano dato in ospedale). Per l'appetito il medico curante le aveva consigliato l'Erg, ma fa bene solo al farmacista, poichè lei non ha avuto giovamenti.
Questo è quanto e ringrazio di cuore chi potrà darmi un consiglio.
Utente 53553

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
0% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signora mi permetto di risponderle vedendo il suo consulto inevaso, sperando di fare cosa utile e gradita.
L'ossigenoterapia prolungata provoca molta secchezza della mucosa orale ed inevitabilmente il gusto ne viene compromesso. Bisogna stare attenti all'umidificazione dell'ossigeno, mantenendo sempre il livello giusto di acqua nell'apposito flacone.

Il catarro può essere eliminato attraverso il riflesso della tosse; se si inibisce la tosse, il catarro ristagna si possono anche avere sovraspposizioni batteriche. Ci sono molti rimedi omeopatici ed omotossicologici che possono essere usati tranquillamente e senza controindicazioni per agire sulle varie componenti della BPCO, sia sul tessuto polmonare compromesso, sia sul catarro che sulla tosse a seconda di cosa decida il medico in base alla visita.

Faccio tanti auguri alla mamma.
Cordiali saluti

Agnesina Pozzi

[#2] dopo  
Utente 535XXX

Gentilissima Dott.ssa Pozzi,
rispondo solo ora poichè sono stata malata e non avevo accesso al mio pc. La ringrazio di cuore, sia per la Sua cortese risposta che per il Suo consiglio, che metterò in pratica al più presto (il nostro medico curante è anche omeopata).
Nuovamente grazie e cordialità
Utente 53553