Utente 253XXX
Gentile dottore ho 26 anni, 1.95 per 108 chili e da un pò che avverto un senso di oppressione sulla zona toracica, con un calo della capacità aerobica e dolori al braccio sinistro che mi accompagnano oramai da un mese. Inoltre soffro di disapnea notturna se dormo in posizione supina e sono costretto a dormire rannicchiato di lato. Non è la prima volta che mi capita questa situazione,5 mesi fa era successa la stessa con sintomi indentici ma facendo palestra e fumando di meno mi era passato.
Oggi sono andato andato dal medico di base che mi ha prescritto l'ossimetria notturna e una spirometria.
La mia paura più grande è che ci siano problemi cardiaci... lei mi consiglia di rivolgermi anche ad un cardiologo?

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente,il suo medico ha fatto un'ottima prescrizione, pensando probabilmente ad una Sindrome delle Apnee nel sonno (OSAS): il fatto che i suoi sitomi peggiorino in posizione supina potrebbe essere motivo di conferma. La palestra le deve averle fatto perdere un po' di peso: il sovrappeso é un buon motivo per ricadere in una problematica ostruttiva nel sonno.
Mi aspetterei che lei fosse un russatore: coinvolga i famigliari nel rispondere a questo quesito, e attendiamo l'esito della pulsiossimetria , che é peraltro un esame di primo livello.
Le complicanze cardiocircolatorie, che speriamo non ci siano, potrebbero rientrare nel corollario dell'OSAS.
Credo che , se la pulsiossimetria rivelasse motivi di preoccupazione, sarebbe necessario un approfondimento consultando un medico esperto in problemi nel sonno:le categorie interessate ,nelle quali individuare un esperto sul sonno, sono i neurologi, gli ORL e, da qualche tempo, i dentisti.
Le suggerirei di dare un'occhiata, in questo stesso sito, agli articoli linkati qui sotto, nell'ipotesi che lei possa riscontrarvi elementi di somiglianza con il problema di suo marito.
Cordiali saluti ed auguri

http://www.studiober.com/pdf/Malocclusioni e patologie respiratorie ostruttive.pdf
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1310-ipertensione-arteriosa-attenti-russare-apnea-sonno.html
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 253XXX

Gentile dottore, come lei ha desunto sono un russatore, confermato anche dai familiari ed in sovrappeso. Il mio dottore ha prospettavo che uno dei motivo della mia apnea possa essere la formazione del mio palato.

Mentre i dolori che avverto al braccio ha supposto che dipenda da problemi cervicali (cosa che io soffro da anni).

L'unica cosa che mi chiedo, cosa possa dipendere a volte il senso di oppressione al torace, premesso che passo ore davanti al pc,spesso ingobbito e nel dormire sono costretto a dormire rannicchiato di lato (poichè ho notato che cosi diminiuscono gli episodi di apnea).

Io a maggior cautela ho anche prenotato una visita cardiologica con test sotto sforzo. La ringrazio per la sua esaustiva risposta.

[#3] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Il senso di oppressione al torace potrebbe derivare dal "respiro paradosso", cioé dagli sforzi inspiratori che, nell'apnea, sono resi inefficaci dall'ostruzione a livello faringeo, e che stressano le articolazioni costo-sternali. Nei bambini lo sterno può addirittura rientrare e alla lunga dar luogo al pectus excavatum.

Forse la mia risposta è stata esaustiva, ma non i suoi propositi: di certo opportuna la visita cardiologica, ma é al russare e all'eventuale apnea che anche deve stare attento.

Se il motivo dei suoi disturbi respoiratori nel sonno é legato alla conformazione della bocca (OLTRE CHE ALL'ESSERE IN SOVRAPPESO!), dovrebbe rivolgersi anche ad un dentista esperto in problemi respiratori nel sonno.
Se nei suoi problemi ci sono anche i dolori cervicali, la bocca potrebbe entrare in gioco anche lì (veda in proposito l'articolo sotto linkato)
Comunque attendiamo l'esito della pulsiossimetria , opportunamente prescrittale dal suo Medico. Se crede, mi faccia sapere.
Cordiali saluti ed auguri

www.studiober.com/pdf/Cefalea_Otite_Cervicalgia.pdf
( attendere con pazienza quando si vuole aprire questo link: è molto pesante)


Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com