Utente 138XXX
Buongiorno :)
Sono una ragazza di 28 anni con problemi di ipotiroidismo.
Detto questo, vorrei chiedere un consiglio riguardo una tac ai polmoni dai risultati poco positivi:

Formazione bollosa di 10mm al lobo superiore dx in paramediastinica
Si evidenzia formazione nodulare a limiti netti lievemente polilobata di 8,8mm nei settori basali posteriori del lobo inferiore sx.
Due minute nodulazioni calcifiche nei settori laterali nel lobo superiore sin.
Qualche linfonodo di dimensioni contenute entrò il centimetro a livello della finestra aortopolmonare.
Discreto residuo timico.

Mi han consigliato semplicemente una tac fra 3 e sei mesi.
Oltre a consigliarmi di non ricominciare a fumare (ho smesso un anno fa)

Ora chiedo a voi: mi conviene chiedere un consulto anche a qualcun altro?
Va bene attendere?
Non mi ha detto se è un tumore ma so da sola che le probabilità sono altissime e non vorrei poi "curarlo" troppo tardi...
Insomma, ogni informazione in più é ben accetta ;) bella o brutta :)

Grazie mille :)

[#1] dopo  
Dr. Davide Turello

24% attività
0% attualità
16% socialità
NOVARA (NO)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2012
Premesso che senza vedere le immagini, e senza sapere perchè ha eseguito la TAC si possono dare solo indicazioni di carattere generale, provo a fare qualche considerazione. Andando con ordine:
1 - la piccola bolla apicale destra è un reperto abbastanza comune, il quale nella peggiore delle ipotesi può essere causa di pneumotorace, cosa che probabilmente non le succederà mai, specie se continua ad astenersi dal fumo.
2 - i piccoli noduli calcifici sono reperti benigni, anch'essi piuttosto comuni.
3 - il nodulo polilobato di 8.8 mm basale sinistro può essere definito sospetto in senso lato, ma a priori non definirei "altissima" la probabilità che si tratti di un tumore. Ciò detto, in caso di nodulo polmonare di quelle dimensioni, valutato il rischio oncologico sulla base di fattori quali età, fumo, aspetto radiologico, precedenti neoplasie, ecc... si deve decidere l'atteggiamento da seguire. In linea di massima può essere corretto in un primo tempo il controllo radiologico a 3-6 mesi. Successivamente, se il nodulo tende a crescere e mostra eventualmente una positività alla PET andrà valutata la biopsia o l'asportazione.
A disposizione per ogni ulteriore chiarimento.
Dr. Davide Turello
Chirurgia Toracica - Novara
http://www.chirurgia-toracica.it/
N.B. I CONSULTI NON SOSTITUISCONO LA VISITA DEL PROPRIO MEDICO