Utente 367XXX
Buongiorno vorrei un vostro consulto su una tac al torace senza contrasto che ho eseguito qualche giorno fa ove mi è stata data questa risposta:
Indagine eseguita con tecnica spirale e completata con ricostruzioni mediante algoritmo ad alta
risoluzione.
Non disponibili precedenti indagini per confronto.
Attualmente si osserva la presenza di due formazioni micro-nodulari, di cui una di circa 4 mm al
segmento laterale del lobo medio ed una di circa 5 mm al segmento latero-basale del lobo
inferiore destro.
Un'ulteriore formazione pseudo-micro-nodulare di circa 5 mm si rileva al segmento laterobasale
del lobo inferiore destro in sede sub-pleurica.
Non addensamenti parenchimali a focolaio apprezzabili.
Minimi esiti pleurici biapicali.
Non versamento pleurico nè pericardico.
Pur con i limiti dovuti alla mancata somministrazione di mdc non si osservano significative
linfoadenomegalie in sede ilo-mediastinica ed ascellare bilaterale.
Presenza di verosimile residuo timico in sede mediastinica anteriore.

Premetto che non sono un fumatore (non ho mai fumato in vita mia) ho avuto due episodi di fuoriuscita di piccola quantità di sangue dalla bocca misto a catarro una l'anno scorso e una 30 giorni fa.
Grazie per l'eventuale risposta e buon lavoro

[#1] dopo  
Dr. Francesco Menzella

28% attività
0% attualità
12% socialità
REGGIO EMILIA (RE)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2014
I noduli millimetrici descritti sono un riscontro casuale relativamente comune e spesso non patologici. Una volta identificati però è necessario un monitoraggio radiologico nel tempo onde valutarne eventuale evoluzione o stabilità, e nel caso di noduli uguali o superiori ai 5 mm è possibile eseguire una PET/TC al fine di valutarne l'attività metabolica. Il sangue descritto nell'espettorato (emoftoe) può comparire anche in caso di comuni bronchiti o avere origine dalle alte vie aeree o dal naso, in assenza di lesioni polmonari significative alla TAC. In caso di ulteriori recidive potrebbe essere indicata una broncoscopia. Consulti uno pneumologo che la seguirà nel follow-up.
Dr. Francesco Menzella