Utente 156XXX
Buonasera sono un ragazzo di 32 anni, ex fumatore (iniziato a 15 anni e smesso ad aprile di quest'anno), da circa 6 anni ho un problema che nessuno riesce a risolvere, ho un catarro continuo in gola e la necessità di schiarirmi la voce ogni 5 minuti o anche meno, poi appena espulso il muco questo si riforma subito ed ecco di nuovo la necessità di rischiarire la voce (il muco è presente tutto il giorno tutti i giorni e indifferentemente dal clima o dall'ambiente che mi circonda).
Ho effettuato 2 visite pneumologiche nelle quali gli specialisti hanno detto che i bronchi sembrano puliti, ho effettuato una spirometria nella norma e una spirometria con test di broncodilatazione anch'essa negativa.

Ad aprile di quest'anno ho avuto una forte bronchite asmatica (li ho smesso di fumare) ed il mio curante ha detto che secondo lui sono un po' asmatico e mi ha dato il Revinty 92/22 il quale ho assunto per alcuni mesi senza risolvere il problema.
Alla visita pneumologica mi hanno dato da prendere in sostituzione al Revinty Singulair compresse, che assumo tutt'ora senza miglioramenti.
Ho avuto una broncopolmonite nel 2010 e successivamente ho ricominciato a fumare. Da quell'episodio di broncopolmonite ho cominciato ad avere questo catarro ma credevo che questo dipendesse dal fumo ma ora che ho smesso sembra addirittura aumentato.

Volevo chiedervi se secondo voi è possibile che la mia sia una bronchite cronica dato che ho la sensazione che il catarro provenga dalle basse vie respiratorie e sembra che si riformi di continuo.
È' possibile che alle visite specialistiche non si siano accorti e si può escludere una bronchite cronica se l'auscultazione tramite fonendoscopio fosse nella norma?

Grazie infinite per il servizio che offrite,
Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Tartamella

20% attività
0% attualità
8% socialità
TRAPANI (TP)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2016
gentile utente.
la presenza di catarro cronica con necessità di schiarire la voce può trovare l'origine non soltanto da una patologia bronchiale ("bassa") ma anche da una sede "alta" ovvero cavità nasale e faringe; in particolare situazioni patologiche come adenoidi o riniti croniche possono causare una produzione cronica di muco che invece di fuoriuscire dalle narici, scola letteralmente lungo la gola fino alle corde vocali (la cosiddetta "post-nasal drip"); i tuoi genitori possono ricordare se tu nell'infanzia hai sofferto di problematiche alle alte vie aeree tipo adenoiditi, riniti, tonsilliti ecc. Quindi considerato che diversi pneumologi hanno escluso una patologia pneumologica a questo punto ti consiglio di consultare un otorinolaringoiatra per ispezionare le tue alte viee aeree.
PS. per bronchite cronica si intende in pneumologia presentare tosse e catarro per ALMENO tre mesi l'anno per due anni consecutivi; nella bronchite cronica semplice tutte le indagini, compresa la visita al fonendoscopio, risultano negative.
Cordiali saluti.
Dr. francesco tartamella

[#2] dopo  
Utente 156XXX

Grazie mille dottore per la sua risposta. In effetti potrebbe trattarsi di un problema nasale in quanto ho il setto nasale deviato e non respiro bene con il naso ma spesso lo faccio con la bocca.
Prenoterò una visita dall'otorino al più presto.

Nel caso la visita fosse negativa allora per esclusione potrebbe essere sicuramente una bronchite cronica semplice?

Un'altra cosa che mi succede è che ad ogni raffreddore il giorno successivo sento un prurito alla parte bassa della gola e mi viene un po' di asma con un leggero fischio in fase di espirazione forzata ed è presente muco giallo/verde che proviene dai polmoni..ogni raffreddore mi viene sempre questa sorta di bronchite che poi passa generalmente nell'arco di una settimana. Nell'ultimo anno mi sarà capitato già 4/5 volte anche adesso che scrivo ho catarro ed il raffreddore è iniziato sabato con semplici starnuti e muco dal naso.

Grazie per il sevizio,
Cordiali saluti.