Utente 485XXX
Salve gentili dottori, dunque vorrei cortesemente avere un vostro consulto riguardo mio padre (59 anni). Un paio di settimane fa ha fatto su richiesta del medico di famiglia una radiografia al torace per dolori sparsi al torace, che però dopo aver fatto una breve cura antinfiammatoria sempre somministrata dal medico di famiglia, non ha piu' avuto. L'esito della radiografia però è il seguente che vi riporto integralmente: "ADDENSAMENTO PSEUDONODULARE A LIVELLO DELL'ILO DX DA VALUTARE CON TC CON MEZZO DI CONTRASTO. OMBRA CARDIACA NEI LIMITI. NORMALE IL PROFILO DEL DIAFRAMMA. Ovviamente dottori leggendo "addensamento pseudonodulare" siamo andati subito nel panico perchè si tende sempre a pensare al peggio e quindi al tumore. da premettere e concludo che mio padre ha 59 anni, non fumatore e mai fumato in vita sua, ne ha fatto lavori o è stato in ambienti dove ha potuto respirare sostanze tossiche. Ora in attesa di fare la tac, vorrei cortesemente un vostro consulto, quando dalla radiografia emerge questo addensamento pseudonodulare c'è il serio rischio che sia un tumore? scusatemi se mi sono dilungato, ma siamo davvero terrorizzati.

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Lo Iacono

24% attività
16% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
PALERMO (PA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
Con i dati che ci ha fornito non si riescono a dare più informazioni di quelle che ha già.
E' necessario effettuare la TC e poi sulla base dei risultati un consulto con un chirurgo toracico o pneumologo per le valutazioni del caso.
Dr. Giorgio Lo Iacono
Specialista in Chirurgia Toracica
IEO - Istituto Europeo di Oncologia, Milano - www.ieo.it

[#2] dopo  
Utente 485XXX

Dottore innanzitutto grazie per la risposta, capisco che senza la TC non si possono avere informazioni piu' dettagliate, ma se possibile volevo sapere quali sono le ipotesi quando dalla radiografia si rileva un "addensamento pseudonodulare a livello dell'ilo"?

[#3] dopo  
Dr. Giorgio Lo Iacono

24% attività
16% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
PALERMO (PA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
Le ipotesi diagnostiche sono variabili, includono un processo infettivo, malattie infiammatorie, formazioni benigne e non si possono escludere anche malattie neoplastiche.
Dr. Giorgio Lo Iacono
Specialista in Chirurgia Toracica
IEO - Istituto Europeo di Oncologia, Milano - www.ieo.it

[#4] dopo  
Utente 485XXX

Grazie dottore, lui comunque ha detto che da bambino ha avuto, non ricorda bene, se una polmonite o una bronco polmonite, è possibile che ciò lasci segni permanenti? anche perchè è la prima volta di fatto che fa un controllo ai polmoni, non avendo appunto mai avuto alcun problema e non essendo fumatore.

[#5] dopo  
Dr. Giorgio Lo Iacono

24% attività
16% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
PALERMO (PA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
Inverosimile, ma può capitare.
Dr. Giorgio Lo Iacono
Specialista in Chirurgia Toracica
IEO - Istituto Europeo di Oncologia, Milano - www.ieo.it