Cura depressione,insonnia debilitante

Buongiorno per diversi mesi sono stato in cura per distimia con Amisulpride 0, 50 con ottimi risultati cioè nessun pensiero negativo ne ipocondria, questa situazione se poi tramutata a inizio maggio in una forte depressione, pensieri negativi e sporadica insonnia! dal 29 maggio sono in cura dallo stesso neurologo con 20 mg di escitalopram, levopraid 7 gocce ai pasti, pregabalin la sera e Xanax prima 0, 50 ora da 1mg la sera per l insonnia! ho iniziato anche psicanalisi! volevo chiedervi se secondo voi questa cura è consona al disturbo si depressione forte! per ora ci sono pochi miglioramenti per colpa dell insonnia che è diventato il pensiero, soprattutto è il sintomo più debilitante da 4/5 ore, da 4 giorni ne dormo 2ore! prendo i farmaci pregabiln alle 9:30, Xanax alle 23! prendo sonno velocemente e mi risveglio appunto verso l 1:30! con dormiveglia costante, senza forza che non mi permette attività come palestra! Il neurologo dice che per me i vari zolpiden Minias ecc sono leggeri, rispetto allo Xanax o al Tavor (che ho provato ma è più leggero e mi porta sonnolenza tutto il giorno)! Secondo voi egregi dottori cosa posso fare, cambiare qualcosa?
È difficile pensare di dover andare a tentativi! La mia vita è vuota, ho passato molti anni tra casa e lavoro e ozio, ho tre mesi di vacanza estiva che non so come passeranno avendo questi problemi, ora si sta tutto rivoltando contro! grazie
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 44.4k 1k 248
"l neurologo dice che per me i vari zolpiden Minias ecc sono leggeri, rispetto allo Xanax o al Tavor"

Non saprei il senso di questo. "Leggeri" è un termine incomprensibile. Nel paragone tra i due gruppi non capisco cosa dovrebbe essere diverso.
Detto questo, va per tentativi non a caso, però. L'unica cosa: chi ha indicato la psicanalisi come terapia della depressione ?

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

[#2]
Utente
Utente
Buongiorno, grazie,la psicoanalisi l ho iniziata di mia iniziativa per trattare quello che mi porta disagio!andare per tentativi intendevo che probabilmente potrei chiedere di cambiare qualcosa indirizzato all insonnia,per quello che sapevo minias o per esempio Xanax agiscono diversamente,
[#3]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 44.4k 1k 248
Cioè ha deciso Lei che serva, e ha deciso che c'è "qualcosa che le porta disagio"... E scusi, i farmaci che le sono stati prescritti a cosa mai serviranno ?
Sta ragionando da una parte sul sintomo isolato, e dall'altra su interpretazioni che nessuno ha detto ci debbano essere.... e nel mezzo c'è il problema che ha, di cui non ha un'idea precisa.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

[#4]
Utente
Utente
Si purtroppo non ne ho idea,non mi hanno sconsigliato di iniziare la psicanalisi che sempre a mio parere può portarmi qualche beneficio,dall' altra parte sono stato propenso alla cura farmacologia che se giusta mi porterà giovamento nella depressione!per il resto non saprei purtroppo mi trovo in questo stato,credendo che ambedue le cose possano risolvere il mio stato mentale compresa l insonnia
[#5]
Utente
Utente
Non so come chiedere di preciso,questa cura crede sia consona alla depressione secondo lei?sembra non essere d'accordo sulla psicanalisi dove tratterei le cose che mi hanno portato a questo stato depressivo! Forse sto sbagliando tutto scusatemi se ripeto le stesse cose, purtroppo sono stanco e confuso per l insonnia
[#6]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 44.4k 1k 248
"non mi hanno sconsigliato di iniziare la psicanalisi che sempre a mio parere può portarmi qualche beneficio"

Ma manca chi gliel'ha indicata.

" le cose che mi hanno portato a questo stato depressivo! " - il suo cervello. Io ho capito che Lei intende cose esterne, ma chi ha detto che debbano essercene ? La depressione, ammesso che sia di tipo reattivo (cosa che già è un'interpretazione) risente di fattori genetici e strutturali. Quel che uno cerca come spiegazione in realtà è una narrazione, cioè un racconto fatto sopra la depressione, non la radice della depressione.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

[#7]
Utente
Utente
In questo caso starei curando la radice della depressione con i farmaci che il medico ha ritenuto opportuni,da 20 giorni,ci vorrà sicuramente ancora del tempo,intanto l insonnia è un sintomo di questa depressione e umore che viene curata nell insieme! Su questo almeno dovrei esserci?poi mi è chiaro adesso cosa intende per la psicanalisi nel mio caso
[#8]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 44.4k 1k 248
Si, mi pare che ci siamo. Ma la radice ha vari livelli, esattamente come la radice di un albero. Noi riusciamo a volte a prendere le radici ultimissime, altre una sezione intermedia etc.
Le interpretazioni invece sono le foglie.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

[#9]
Utente
Utente
Grazie per il consulto,come cura prescrittami spero che,non essendosi espresso specificamente sui farmaci (credo per regolamento),probabilmente sia consona!dato che vedrò il curante tra circa 1 mese o se non telefonicamente, proverò a rivedere l aspetto insonnia ,da Xanax con altra molecola sostitutiva ! Buone cose
Insonnia

L'insonnia è un disturbo del sonno che comporta difficoltà ad addormentarsi o rimanere addormentati: tipologie, cause, conseguenze, cure e rimedi naturali.

Leggi tutto