Utente 128XXX
ciao ragazzi forse ho ancora scritto in questo forum.....
ho bisogno di aiuto ho smesso il fevarin da 2 mesi xke non ne potevo piu mi sentivo male stavo per impazzire litigavo con mio padre violentemente e su 5 volte che succedevano al giorno almeno 1 finiva quasi con delle sfuriate io che uravo e saltavo come un matto e siamo arrivati alle mani piu che altro io..... ho 17 anni..... mi sento malissimo....
l ho smesso xke pensavo nn averne piu bisogno....
da li dopo aver smesso fevarin sono andato via sono scappato anadando dai miei nonni che abitano a 250 km da qui....
ho preso il treno ....
volevo prendere una boccata d aria....
e speravo di iniziare tra virgolette una nuovo vita....( perche ora dova abito nn vivo per niente mi sveglio sto al pc mangio e dormo.... :( )
ho iniziato a lavorare a 40 km da dove abitavano i miei nonni mi facevo la cena da solo parekkie volte non mangiavo andavo a lavorare al mare partivo cn il motorino alle 7 e tornavo finivo all 1 di notte tornavo a casa verso 1,50....
cioe è stata un epserienza stressante.....
dopo 2 settimanelle mii sentii male iniziavo ad avere i pensieri piu passava il tempo piu erano marcati.....( sn rimasto un mese dai miei )
poi dopo stavo per impazzire ho voluto tutti i costi tornare a casa.....
ora sono pieno di pensieri mi logorano il cervello mi distruggono dentro mi sento un morto che cammina.....porco dinci....è incredibile mi sento morto....
l ho detto alla mia dottoressa e ha detto che adesso siamo un punto critico ....
addirittura dovevo cambiare farmaco e prenderne di piu potenti....
ho paura non so piu di che fidarmi ho tanta paura anche perche se ci penso il fevarin forse mi fatto venire il disturbo ossessivo oppure ce l avevo e nn sapevo di averlo.....
quindi ora ho paura se penso che ha sbagliato a darmi il fevarin e quindi penso che i disturbi che ho ora è colpa del fevarin ho paura di fidarmi di lei ho paura di mandare la mia vita a putt.... anche se peggio di cosi nn posso stare......




che devo fare? sono disperato sto malissimo sono inerme alla mia testa ( mettiamoci pure che nn vado a scuola e lavoro da 1 anno....pero
vedo che sto peggio da quando ho smesso il fevarin....)

ho sempre i solito pensieri in testa che mi tormentano del tipo non ce la faccio piu voglio tornare indietro ( perche so che ho sbagliato tutto e cosi a terra non ci arrivavo )

cosa mi consigliate??
ho provasto un altro psicologo la prima seduta e dice che lui riuscira a curarmi grazie al respiro e altre tecniche.....
ma io ho paura per la mia vita ho paura che nessuno mi possa piu aiutare nn so piu di che fidarmi ho paura di sprecare tempo e soldi dei miei genitori....


puo il fevarin rovinare se una il sistema della persona non gradisce quel tipo di medicinale?
oppure nn ce rischio è un farmaco che usano tutti...?
ho paura sono confuso non ce la faccio piu
ogni giorno è una lotta per riuscire ad arrivare alla sera....
aiutatemi....non riesco piu a fare niente sono bloccato distrutto....

[#1]  
Dr. Stefano Scatena

20% attività
0% attualità
0% socialità
VITERBO (VT)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2009
Gent. utente,
Dalla sua lettera è evidente un gran senso di disperazione,
posso dirle che Le sono vicino, ma se si fa prendere la mano da tutta quest'ansia questa non le gioverà.

Lei scrive: "ho paura che nessuno mi possa piu aiutare nn so piu di che fidarmi ho paura di sprecare tempo e soldi dei miei genitori..."
Per fortuna: ha solo paura. In realtà, affidarsi ad un professionista, le sarà sicuramente d'aiuto e non sprecherà nè tempo nè denaro.
Se pensa che il farmaco le faccia male, una buona idea è parlarne con la stessa dottoressa che glielo ha prescritto: così può valutare meglio se modificare il dosaggio, cambiare farmaco, e tenga conto che i suoi sintomi possono essere attribuiti ad altro, cosa che deve valutare la professionista a cui si è affidato. Ci vuole un pò di fiducia. In bocca al lupo.
Dr. Stefano Scatena - Psicologo
Riceve a Viterbo, in Via San Lorenzo,37
Tel. 328/8135777 www.stefanoscatena.it

[#2]  
Dr. Giuseppe Santonocito

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)
SIGNA (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile ragazzo, la sua domanda è di competenza psichiatrica, per cui girerò la sua domanda in area psichiatria.

Cordiali saluti
Dr. Giuseppe Santonocito - Psicologo Psicoterapeuta
Specialista in psicoterapia breve strategica
www.giuseppesantonocito.it

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Si sta ponendo domande paradossali: il farmaco fa venire il disturbo che deve curare ? Lei stesso dice che dopo averlo smesso è stato peggio, ma non spiega perché lo ha smesso se non perché pensava di non avere più bisogno. Questo tipo di ragionamento è in genere un errore, ma non costerebbe niente chiedere al proprio medico se ritiene che sia il caso di smetterlo, mentre lei lo ha fatto di sua iniziativa presumo sapendo bene che il medico le avrebbe dato parere contrario.

Non si capisce per quale motivo afferma di non aver mai saputo perché prende le medicine e cose del genere. Era in cura, saprà perché. Conoscerà più o meno la sua diagnosi. Era migliorato con la terapia ed è peggiorato senza.

Quindi adesso segua le indicazioni del suo medico e non prenda ulteriori iniziative, compresa quella di ignorare le indicazioni del medico. I dubbi ossessivi non sono un modo di ragionare, la portano a delle domande sempre meno sensate. Quelle di adesso ne sono un esempio.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 128XXX

grazie a tutti....
pero ho paura non so che fare....
mia madre mi dice di non andare da lei perche non si fida dice che vuole fregare solo i soldi...
io sono pieno di paure dubbi pensieri ossessivi che mi girano in testa ....
ho paura di non tornare piu a vivere....
non so....
adesso ho cambiato psicologo e ha detto che nn ho bisogno di fevarin....che lui cura con metodi moderni tipo la respirazione ecc e altri metodi che non so....
addirittura ha detto che dare psicofarmaci alla nostra eta è una cosa fuori dal normale....
pero io continuo ad avere paura per la mia salute....
mi fa sempre male la testa...sara perche sto troppo al pc? sicuramente....
ma la causa che sto sempre al pc è che al di fuori non ho una vita....
mi sento strano senza niente da dare da ricevere non voglio farmi vedere come sto da nessuno....
vorrei chiudermi per sempre ... bo

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

L'affermazione che alla sua età non si danno "psicofarmaci" è infondata, cioè le persone di 19 anni non hanno diritto ad essere curate ?
"Psicofarmaci" è un termine che denota da parte di chi lo usa scarsa conoscenza della materia, non esiste come categoria lo "psicofarmaco". Fevarin è un farmaco con precise indicazioni.
Oltretutto lo psicologo, non essendo medico, non conosce niente di "psicofarmaci" e non può pronunciarsi a riguardo.

La cosa più logica mi sembra rivolgersi allo psichiatra che le aveva impostato la cura, mi sembra che il peggioramento sia avvenuto sospendendola di sua iniziativa, quindi contro il parere implicito del medico.

I giudizi degli altri, anche familiari, dati sicuramente pensando di far bene, non possono riguardare la parte tecnica della cura.

La via è molto semplice, andare dal suo medico, o chiamarlo, riferirgli cosa è successo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 128XXX

si grazie ma io sono confuso per due cose una sul mio vero malessere non so quale anche xke la dottoressa mi ha detto che posso andare in psicosi e gia questo mi fa capire che non ha capito molto....bo....
2 è che sono capitate 2 cose ho smesso il fevarin e ho cambiato stile di vita e citta x 1 mese e dopo mi sono dovuto riabituare al mio stile di vita solito monotono quindi non so quale dei 2 è....e se i sintomi si sono differenziati....
cmq quello che so è che io con il fevarin mi aveva un po rintronato....
e poi mi ricordo che lei diceva che certe volte la mandavo in confusione e non riusciva a capirmi diceva che ero riuscito a mandarla in tilt certe volte questo mi spaventa....
sopratutto se mi domando uno psicoterapeuta dice che non ho bisogno di assolutamente niente 2 la dotteressa dice altro....
provero con un neuropsichiatra infantile che dite?? non vorrei ricominciare tutto da capo....
ho forse mi sento cosi xke mi sento dipendente...?
quello che mi chiedo è cosa ce con non va in me?
perche ho dovuto prendere il fevarin?
siamo sicuri che lei ha capito .....
ho bisogno veramente di aiuto?
io m sento cosi si non riesco ad avere una vita normale pero non lo so....cosa puo essere

[#7]  
Dr. Giuseppe Santonocito

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)
SIGNA (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
>>> ho bisogno veramente di aiuto?
>>>

Gentile utente, questo solo lei può deciderlo. O meglio, solo lei può decidere se CERCARE aiuto, basandosi su quanto sta soffrendo.

Cordiali saluti
Dr. Giuseppe Santonocito - Psicologo Psicoterapeuta
Specialista in psicoterapia breve strategica
www.giuseppesantonocito.it

[#8]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

domande a raffica senza un senso preciso. Neuropsichiatra infantile solo perché è uno specialista diverso, non c'entra niente visto che lei ha 19 anni. Si pone delle domande veramente superflue. Aveva una cura, era migliorato, l'ha sospesa ed è peggiorato. Non capisco cosa non torna. "Perché ho dovuto prendere il fevarin ?" è una domanda veramente assurda: perché lei è andato da un medico che le ha fatto una diagnosi sulla base del tipo di disturbi che lei lamentava, e il fevarin era la cura.

Mi sembra semplicemente che stia cercando delle scappatoie mentali per non curarsi, oltre alla confusione che fa ponendosi domande sull'ovvio e anche su quello che deve decidere lei. Ma questo magari fa parte del disturbo, l'unica cosa che spetta a Lei è decidere se si vuol far curare o meno, e poi non porsi questa come domanda tra se e la cura già prescritta.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#9] dopo  
Utente 128XXX

dottor pacini lei mi sembra molto intelligente...
solo che vorrei qualcuno che mi dicesse cosa ho.... gia che lei ha detto ponendosi domande sull ovvio ecc ecc poi "forse fa parte del disturbo " mi si sono illuminati gli occhi di felicita ....
quale questo disturbo?? vi pregooooooooo cosi posso mettermi il cuore in pace :(
senza che fra poco divento un laureato su psicologia perche ormai si puo dire che conosco un sacco di disturbi di personalita ,depressione psicosi nevrosi ecc... ecc... quindi mi sto distruggendo da solo per aiutarmi si puo parlare tramite email...?

[#10]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Parlare per email no, mi spiace. Non servirebbe fare diagnosi o a consigliare terapie.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#11] dopo  
Utente 128XXX

ok cmq mi è stato diagnosticato finalmente un disturbo dfi personalita evitante addio vita...

[#12]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Perché ha questo atteggiamento insensato di fronte alle diagnosi ? Non vedo poi la gravità di questa diagnosi francamente, è un nome dato a quello che già ha.
Io comunque sinceramente non vedo grande attinenza con quello che ha esposto in questa sede.
Tutte queste cure sono state date nel tempo per un disturbo evitante di personalità ? Chieda un secondo parere diagnostico.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#13] dopo  
Utente 128XXX

allora dottr pacini mi sapete perche io scrivo in continuazione qui?!?
perche la mia psichiatra purtroppo non capisce niente!!!xD

cioe io sono arrivato da lei dicendo la prima volta 2 anni fa mi sento entrare in un ciroclo nero in un voritece me pare non ho piu voglia di fare niente non ho fame non riesco a mangiare sono pallido in viso a casa mia madre gli diceva che pangevo ed ero nervoso...

questa non prede per neinte in considerazione queste cose e inizia con fobia sociale ecc ecc

per me era una depressione che dopo 2 anni di farmaci ecc è peggiorata facendo arriva in un altro stato molto ma molto peggiorato se prima avevo un probema di livello ( per far capire xD) A curabile riconoscendolo,dopo dipende anche dalla bravura dello specialista, invece smettendo farmaci avendo una grossa ricaduta sono passato tutt altro livello Z
cioe adesso sembra che tutto ha perso di senso la ia vita va da sola senza senso mi sento morto distrutto non ho altri aggettivi scusate...

e sempre per il dottor pacini se io ho cosi paura delle diagnosi è perche ho notato che la mia psichaitra non è all altezzza purtroppo delle sue parole xD dice in continuazione che è brava ma con i fatti sono solo peggiorato tanto... :(
poi ha avuto tanti controsensi cioe si è fregata da sola perche un giorno diceva una cosa un giorno un altra....
non era per niente coerente quindi sembra che adesso mi tocca a fare a me lo psicologo lol...

addirittura era arrivata a dirmi che ero psicotico ma...
io non vedo i mostri pero adesso vedo solo lei da tutte le parti che mi perseguita xD(scherzo cmq non so che fare se riuscite ad indirizzarmi...


a per il parere diagnostico sono andato da 3 psicologi dopo lei mi hanno detto che non sono evitante ma hanno solo abbazzato ora te vedi tutto cosi .... nel tempo vedrai cosi mi hanno fatto capire che sn depresso..

questo dmostra il fatto che se io sono cosi in apprensione è colpa del lavoro pessimo svolto dall dottoressa...

[#14] dopo  
Utente 128XXX

p

[#15]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Lei continua a riferire cose che non tornano, perché il consulto nasce per il fatto che lei aveva smesso la cura ed era quindi peggiorato.

Non vedo il motivo di tanta polemica con un professionista. Se non la persuade, niente le vietava e le vieta di chiedere altri pareri (psichiatrici, lei riferisce di psicologi ma non si capisce per quale motivo).

Quello che lei ritiene di avere è irrilevante, i termini diagnostici le persone comuni li concepiscono e li usano in una maniera che non coincide sempre e precisamente a quel che vogliono dire, quindi lasci perdere le autodiagnosi.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#16] dopo  
Utente 128XXX

grazie dottor pacini per la pazienza sto andando da 6 sedute da un altro psichiatra ora nel capoluogo....
gratis...
solo che peggioro anche perche loro non possono capire quello che ho ora ora sono totalemnte diverso da come ero prima di iniziare le terapie 2 anni fa quindi non mi vogliono dare perche dicono che nn cebisogno di farmaci....
cosa devo fare tornare da quella dottoressa che mi fa paura??

non riesco a parlare con lei!!!
vuole caprie tutto lei non lascio spazio alle mie domande questioni come possiamo affrontare la situazione vuole fare tutto lei e se io gli chiedo tipo non possiamo prendere i farmaci per qualche mese per toglirmi tutto questo non avere voglia di fare niente lei mi guaRXDA in faccia per qualche secondo e mi diceva basta lasciandomi li e iniziando a parlare con mia madre....certe volte capitava cosi... si sente tipo offesa come se io metto in discussione le sue capacita parlando del persorso terapeutico

[#17]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"vuole caprie tutto lei non lascio spazio alle mie domande questioni "

Forse ha capito le cose importanti e non le lascia spazio per porsi e discutere le sue domande, che può anche essere un modo ottimo di condurre un rapporto con un paziente che ha un disturbo ossessivo. Si ricordi che un buon dottore non è quello che "la fa parlare", soltanto ad uno psichiatra si chiede questo come fosse la cosa più importante, dimenticando che la visita non consiste nel chiaccherare o nello sfogarsi.
In base a quello che racconta mi parrebbe una cosa logica tornare dal medico che l'aveva seguita, e di cui lei ha sospeso la cura.
Anche la reazione del medico la equivoca, se il medico la blocca e si irrigidisce, forse è il comportamento migliore per arginare alcune tendenze sue. Nei disturbi ossessivi il NON agevolare la discussione delle domande ossessive del paziente è il modo per non alimentarle dentro e fuori dall'ambulatorio soprattutto.
Non deve dar per scontato che uno psichiatra non sappia queste cose e che "liquidi" il paziente perché è superficiale o non lo ha capito. Sarebbe come pretendere di spiegare i sintomi al chirurgo quando questi ci ha visitato e ha già capito quel che doveva capire.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#18] dopo  
Utente 128XXX

grazie dottor pacini ogni tanto vengo per sentire i vostri pareri che sembra "brutto" ma ho piu rispetto e credo di piu in quello che dite voi rispetto agli altri :D

comunque...

ora come lei mi ha consigliato sono tornato dalla mia dottoressa solo che mi ha prescirtto il daparox!!! è 1 settimana e mezzo che lo prendo inizio a sentirmi tonto non che prima non lo ero XD perche tanto quando sei timido ti chiudi dentro inizi anche a diventare depresso di consuguenza.... eh...

quindi ora ho un sacco stra pieno di paura che ricapiti tutto come la bellissima esperienza con il fevarin meravigliosa che dopo 2 anni sono tornato punto a capo anzi peggio perche avevo un sacco di effetti collaterali che ancora oggi non passano...


quindi faccio bene a riprendere gli psicofarmaci...?
a ritronare tonto come se la vita non la vivi mentre prendi quelle "robbacce"?


poi ultima domanda

io mi ero ripromesso di non prendere mai piu gli psicofamraci antidepressivi ecc ecc....
solo che dopo essere andato da questo psichiatra dell asl durante le vacanze di natale visto che ero distruttto lo costrinsi a darmi qualcosa "per passare meglio le vacanze"

e cosi mi diede da prendere al momento del bisogno azzo...
il BROMAZEPAM mi a calmato parecchio fin tropppo ora mi sento piu depresso di prima e mi sento abbandonato lasciato andare al mio male è come se quel ansiolitico ha abbatutto le mie difesa la resistenza contro quel male oscuro che iniziava a travolgermi è normale...? che il bromazepam mi abbia smosciato cosi tanto?senza grinta cioe sono diventato molto "morto"


comunque grazie della pazeinza ce ne vuole tanta :D ciao ciao

[#19]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"io mi ero ripromesso di non prendere mai piu gli psicofamraci antidepressivi ecc ecc...."

Perché questa posizione priva di senso. Nessuno prende posizioni riguardo a farmaci di altro tipo. Invece chi sa perché chi non si cura viene visto, e vede se stesso, come un eroe invece che come uno che corre rischi inutili.

Sbaglia a rivolgersi a più medici contemporaneamente senza informarli reciprocamente. Lei deve chiamare il suo psichiatra e chiedere se è corretto o meno aver aggiunto il bromazepam. Detto questo le persone vedono come aspetti importanti cose che alla fine non lo sono, tipo qualcosa da prendere al bisogno o avere subito un qualche effetto migliorativo.

La risposta alla paroxetina richiede un mese. Inutile fare bilanci o avere aspettative prima.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#20] dopo  
Utente 128XXX

grazie mille dr pacini

ora mi è stato prescritto il daparox sempre dalla 1 dottoressa quella che ki ha seguito per 2 anniii....

ma quando fare effetto??
li prendo da 1 mese 1 pasticca al giorno da 20 mg

forse è poco il dosaggio??
e che vuol dire a dosaggio pieno?
vuol dire che dovro arrivare a prednerne 50 mg al giorno...

sempre per una fobia sociale evitante

grazie

[#21]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

vedo che Lei ha già letto nei dettagli il foglietto, da cui deriva quel 50.

Chi ha affermato che lei abbia una fobia sociale evitante ? Non aveva detto disturbo evitante di personalità, pensieri ossessivi, questa diagnosi da chi deriva di preciso ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it