Utente 290XXX
Salve,
ho 34 anni e subito dopo la laurea 6 anni fa ho avuto la mia prima enorme crisi di panico. Da allora ho provato varie strade e, per farla breve, ora non ho assolutamente crisi di panico ma ho due cose molto peggio secondo me: ANSIA e DEPRESSIONE. Da marzo 2006 ad oggi sono in cura con uno psichiatra che cerca di farmi guarire con la meditazione. A novembre dello stesso anno (2006, cioe' l'anno scorso) mi ha fatto smettere di prendere l'Efexor 150 che da marzo mi aveva prescritto, ma da allroa e' iniziato un vero calvario con notti insonni e giornate davvero buie. Finalmente questo mio pschiatra ha capito che avevo bisogno di nuovo dell'Efexor e da 7 giorni ho iniziato a riprenderlo (per ora insieme allo Xanax perche' quest'ultimo dovrebbe essere necessario all'inizio). Allo stato attuale alle 5 di mattina sono sveglio e soffro; poi durante la giornata non ho fame e mangio davvero per forza senza sentirmi per niente migliorato: datemi una mano per favore.
Grazie di tutto quello che farete.

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

le consiglio di diffidare di forme di terapia non riconosciute dalla medicina ne' dalla psichiatria come trattamenti validi.

Se la sua diagnosi e' giusta, il trattamento adeguato e' quello farmacologico in associazione, eventualmente, ad un trattamento di psicoterapia preferibilmente cognitivo-comportamentale.

Il nuovo inizio di un trattamento farmacologico comunque necessita del tempo necessario, cioe' circa due-tre settimane, per poi ottenere un reale miglioramento dopo altro tempo, circa quattro settimane.

In ogni caso la meditazione non e' contemplata.

Cordiali Saluti
Dr. F.S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#2]  
25789

Cancellato nel 2012
Gentile utente,
sono pienamente daccordo con le considerazioni precedentemente fatte dal collega Dr. Ruggiero.

Cordiali saluti
Giuseppe Ruffolo

www.psichiatria-online.it

[#3]  
Dr. Silvio Presta

28% attività
0% attualità
4% socialità
FOLLONICA (GR)
SERRAVALLE PISTOIESE (PT)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
che scoramento vedere una persona che soffre trattata nel 2007 con pratiche da 'apprendista stregone'...
Allo stesso modo è da considerarsi priva di senso clinico-terapeutico la sua cura farmacologica. Il consiglio è di rivolgersi ad uno specialista realmente esperto in clinica e terapia dei disturbi d'ansia e dell'umore ed affidare alle conoscenze scientifiche consolidate, e non pratiche di fantasia, la sua salute. Mi permetto di consigliare il dr. Armando Piccinni, dell'Università di Pisa, che visita regolarmente nella sua città.
Cari saluti
Silvio Presta

www.silvio-presta-psichiatra.tk
Silvio Presta

[#4] dopo  
Utente 290XXX

Innanzitutto grazie a tutti voi per avermi risposto. Anche stanotte e' stata durissima (non solo non dormo ma soffro "dentro") e la fame proprio non c'e'. Non riesco a vedere la luce anche se leggendo un po in giro sembra che l'Efexor abbia bisogno di almeno 15 giorni per fare effetto, ma lo Xanax (ne prendo 10 goccie la mattina,10 dopo pranzo e 20 la sera) non mi fa ne caldo ne freddo. Poiche' ho bisogno di uno pschiatra in gamba ho sentito parlare bene su Internet del prof. Maj della CLINICA PSICHIATRICA I^ FACOLTA' DI MEDICINA E CHIRURGIA DI NAPOLI. Per favore, qualcuno potrebbe dirmi qualcosa in proposito? Grazie

[#5] dopo  
Utente 290XXX

A proposito, scusate ho dimenticato di dirvi che ho fatto presente al mio attuale pschiatra i miei problemi di insonnia e mi ha detto di sostituire da stsera stesso lo Xanax con EN mantenendo la stessa posologia. Vi prego datemi una risposta ad entrambi i quesiti!

[#6]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

sicuramente il prof. Maj e' persona molto preparata in psichiatria.
Per cio' che riguarda la variazione della sua terapia sicuramente potrebbe avere un maggiore effetto sedativo ma cio' non risolve le problematiche lamentate che devono essere trattate adeguatamente.
Certamente l'Efexor e' un ottimo farmaco ma sarebbe stata necessaria una titolazione in quanto Lei non assumeva antidepressivi, almeno cosi' ho capito, per cui questo effetto di inappetenza e gli altri sintomi lamentati sono ascrivibili alla presenza di effetti indesiderati del farmaco che dovrebbe comunque essere assunto dopo un pasto.
In ogni caso, dopo i 15 giorni di effetto si devono attendere altre settimane per avere un reale effetto antidepressivo.


Cordiali Saluti
Dr. F.S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#7]  
Dr.ssa Chiara Cimbro

24% attività
0% attualità
8% socialità
PAVIA (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
si affidi ad una buona terapia farmacologica, ma tenga presente che ci sono delle tecniche molto semplici, ma valide da affincare, con un intervento di psicoterapia cognitivo-comportamentale.

Cordialmente,
Dr. Chiara Cimbro.
Dott.ssa Chiara Cimbro
Psicologa Psicoterapeuta

[#8] dopo  
Utente 290XXX

Salve a tutti,
innanzitutto vi ringrazio per le risposte che mi avete dato. Sono oramai due giorni che prendo 30 goccie di EN la sera (oltre naturalmente all'Efexor 150 RP da 10 gg). Devo dire che mi sento davvero meglio ed il mio dottore ha detto che una volta che l'Efexor fara' effetto, toglieremo l'EN gradatamente del tutto in modo da fare per un paio di anni solo una terapia farmacologica con l'Efexor 150 RP e niente altri tipi di terapia o medicinali. Vorrei, per favore un vostro parere, in particolare, se possibile dal Dr. F.S. Ruggiero, i cui inteventi in questo ed altri forum seguo sempre con attenzione e avidita'. In ogni caso vi ringrazio tutti...siete davvero importanti per noi...

[#9]  
Dr. Daniel Bulla

52% attività
0% attualità
20% socialità
CREMA (CR)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2003
Gentile Utente,
il Disturbo di Panico, se di questa diagnosi stiamo parlando, viene ottimamente curato nel caso si associ una farmacoterapia ad una psicoterapia di tipo cognitivo-comportamentale

Cordialmente

Daniel Bulla

dbulla@libero.it
Cordialmente

Daniel Bulla

[#10]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

la ringrazio per la fiducia accordata.
il programma terapeutico descritto e' valido per il trattamento dei suoi disturbi.
Studi di settore hanno evidenziato la necessita' di proseguire la terapia antidepressiva per un tempo superiore ad un anno (in genere due).
Sarebbe utile associare il trattamento psicoterapeutico di tipo cognitivo-comportamentale, dopo pero' che abbia raggiunto un certo compenso con la terapia farmacologica, per cui circa tra 7 settimane, e certamente dopo una attenta valutazione di elegibilita' per la psicoterapia.

Cordiali Saluti
Dr. F.S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139