Schizofrenia e doc

Mia sorella di 30 anni soffre di schizofrenia simplex paranoidea associato ad DOC. Premetto che sin da piccola non è mai stata del tutto normale ma la mia famiglia ha sempre associato il tutto ad un fattore caratteriale e ha sempre fatto finta di non vedere e non capire..Finchè tre anni fa la malattia è esplosa con una grave crisi che l’ha portata ad un TSO,ricovero,cure farmacologiche e colloqui psichiatrici a cui ancora oggi è sottoposta.Mia sorella non è consapevole della sua malattia quindi anche i medici hanno difficoltà di approccio e di terapia.Non è una persona autonoma nel senso che è sempre stata trattata dalla famiglia come una bambina pertanto anche negli atteggiamenti è infantile.Non ha mai avuto vita sociale,non ha mai avuto amiche,non ha mai avuto un ragazzo,non ha mai lavorato e non è in grado id stare da sola a casa neanche un giorno perché i miei genitori non l’hanno mai responsabilizzata né tantomeno è capace di gestire una casa.Per fare un esempio se deve apparecchiare o sparecchiare la tavola chiede ai miei se può farlo.
La domanda che mi pongo però è questa:è possibile mediante indagini specifiche capire se questa malattia è sorta durante l’adolescenza oppure mia sorella è proprio nata così?può essere dovuta a problemi che mia madre ha avuto durante il parto?So che mia sorella è nata con una decina di giorni di ritardo rispetto alla data prevista e che il parto è stato molto difficile.Mi chiedevo se questo ha potuto causare un lieve ritardo mentale che poi, in seguito a questi atteggiamenti sbagliati dei miei genitori nei suoi confronti nel corso degli anni, abbiano portato a trasformare questo ipotetico ritardo mentale in schizofrenia,visto che salvo alcune eccezioni sta sempre in casa 24h su 24h e da ben 30 anni.. Mi rendo conto che con queste poche informazioni è difficile rispondermi..ma vi chiedo in senso generale se questo tipo di disturbi possono essere associati anche a problemi durante la nascita a cui poi si sommano determinate situazioni familiari oppure sono solo il frutto del caso e quindi tutto il resto è solo un fattore aggiunto.E’ possibile diagnosticarlo tecnicamente oltre ai colloqui diretti con il paziente visto che mia sorella non collabora e parla poco?
Grazie in anticipo.
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 41k 1k 63