Utente cancellato
salve,sono una ragazza di appena 20 anni e spero possiate aiutarmi perchè ultimamente vivo in uno stato d'ansia costante. vi spiego la mia situazione. Ho avuto un'adolescenza movimentata:anni fa ho avuto per un anno una relazione con un ragazzo HIV+ e tossicodipendente, terminata a settembre 2007;una relazione che mi ha fatto soffrire tantissimo. terminatasi, sono capitata in una compagnia "sbagliata" ed ho iniziato a fumare eroina. tutto ciò però si è risolto nell'arco di pochi mesi(i miei genitori capivano che c'era qualcosa che non andava, e io ho confessato tutto): presa in mano la situazione, i miei mi hanno allontanato dalle cattive compagnie e mi hanno fatto andare da una psichiatra che mi ha seguito da marzo a agosto 2008 circa.non ho avuto nessuna ricaduta e la droga è per me ormai solo un brutto ricordo. a fine estate avevo ripreso i contatti con le mie vecchie amiche e avevo conosciuto un ragazzo che è tutt'ora il mio attuale fidanzato e ci amiamo moltissimo. dove sta il problema?? questo ottobre, quindi esattamente 2 anni dopo che era terminata la relazione col mio ex, mi è venuto dal nulla un terribile sospetto: avevo fatto il test hiv nei tempi corretti, quella volta?(io a casa non ho mai tenuto i referti perchè i miei non sapevano che era hiv+ e non volevo farli preoccupare)presa dal panico, sono andata al servizio igiene e sanità pubblica della mia città per fare il test:negativo. da lì è iniziato il mio calvario: dopo i primi giorni di sollievo( i medici mi avevano detto:stai tranquilla, non hai nulla, il periodo finestra è di 6 mesi e qui son passati ben 2 anni, torna alla tua vita di prima, ecc..)ho iniziato a pensare: e se il test fosse errato? e se ci fosse stato uno scambio di provette?e se quelli che le analizzano avessero commesso errori??così ne ho fatto un altro, nuovamente negativo. anche là credevo di essermi calmata ma poi ho pensato: e se io avessi la malattia e il test non fosse in grado di rilevarla? e ho iniziato a passare intere giornate su internet a cercare informazioni, pareri..ho chiamato diversi numeri verdi aids, postato domande sul test praticamente ovunque.. le risposte sempre le stesse.. eppure io continuo ad aver paura di avere la malattia. come faccio a liberarmi da quest'ossessione??? vi prego, aiutatemi..

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
[#2] dopo  
139722

dal 2010
dottore io vorrei andarci, avevo intenzione di tornare dalla psichiatra che mi aveva seguito ancora durante il 2008, il problema è che al momento non ho le disponibilità economiche adatte. io non lavoro perchè vado all'università, i miei genitori non penso al momento potrebbere sostenere tale spesa(ricordo che prendeva 80 euro a seduta)e ho paura che se glielo chiedessi si potrebbero preoccupare, io non voglio più farli stare in pensiero.. a suo parere, il mio è un problema cosa potrebbe essere? avrebbe qualche consiglio da darmi per farmi passare almeno un pò quest'ansia tremenda?grazie..

[#3]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Se non ha risorse sufficienti puo' rivolgersi ai servizi pubblici della sua zona che possono effettuare una visita psichiatrica al solo costo del ticket.

A seduta vuol dire che andava tutte le settimane e non aveva un trattamento farmacologico?

https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#4] dopo  
139722

dal 2010
io andavo una volta a settimana, e mi erano stati prescritti, quella volta, dei farmaci che ho preso durante il periodo di primavera/estate 2008, poi la psichiatra aveva ritenuto che secondo lei ero a posto e non serviva più che prendessi medicinali, ed io non ho più toccato niente anche perchè quando dovevo andare a scuola e studiare mi sentivo parecchio intontita..

[#5]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Una volta alla settimana per un controllo farmacologico mi sembra eccessivo.
Almeno quattro-cinque settimane.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139