Utente 164XXX
Per curare un doc che dura ormai da un anno sto prendendo zyprexa 5mg e anafranil 150 mg, dopo 20 giorni a 75 mg. Il passaggio da 1 a 2 compresse, a detta del mio psichiatra, poteva essere seguito da un acutizzarsi dell'ansia per qualche giorno al massimo. Invece è passata più di una settimana e i sintomi (ansia, depressione, ideazione suicidaria e ossessioni) sembrano essere aumentati. Secondo il mio medico forse sarebbe meglio tornare a una sola compressa, in quanto 2 sono troppo pesanti per me.

Gentili dottori, vi chiedo, l'acutizzarsi dei sintomi, è normale? Passeggero? devo davvero ritornare ad una sola compressa, nonostante con essa non avessi avuto alcun beneficio sulle ossessioni?

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
[#2]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Qualche giorno e più di una settimana non sono in contraddizione. Si intende prima che compaia l'effetto terapeutico, così come all'inizio del trattamento.
La scelta della dose rispetto alle ossessioni è corretta.

La presenza di zyprexa è legata ad un tentativo di migliorare la risposta all'anafranil, oppure ad altro (nel primo caso di solito si aggiunge dopo, invece qui è presente già da subito mi sembra) ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#3] dopo  
Utente 164XXX

Dottore, la ringrazio per la risposta.

Per quel che ne so, zyprexa dovrebbe servirmi per risolvere un po' il problema dell'ansia generalizzata e alcuni fastidiosi problemi collaterali, come l'insonnia che, grazie al neurolettico, sembre essere ormai un brutto ricordo.

[#4]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Solitamente quel tipo di farmaci si utilizza quando vi è anche un disturbo dell'umore, o per migliorare la risposta alla terapia antiossessiva, ma in questo secondo caso solitamente quando la terapia antiossessiva è a dose piena. Se l'insonnia e l'ansia rispondono bene a zyprexa questo elemento può significare che c'è anche un "movimento" relativo all'umore, questo va verificato.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#5] dopo  
Utente 164XXX

Oltre al doc, soffro infatti di depressione.

Posso farle una domanda?

pur essendo la dose dell anafranil (150 mg) antiossessiva, è possibile, nelle prime settimane di assunzione, l'acutizzarsi dei sintomi (sia della depressione che del doc, che dell'ansia) prima che il farmaco faccia effetto? oppure in tal caso è necessario diminuire la dose?

La ringrazio.

[#6]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Per disturbo dell'umore intendevo quello per cui si usa zyprexa solitamente, il bipolare, la depressione è "coperta" dallo stesso anafranil.
Nelle prime 2-4 settimane, prima dell'effetto, i sintomi possono peggiorare con qualsiasi antiossessivo antidepressivo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#7] dopo  
Utente 164XXX

Capisco.. non ho una diagnosi di bipolare, ma nell'ultimo periodo ho sofferto di "attacchi di rabbia" con annesso autolesionismo.

[#8]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Che tipo di autolesionismo ? E rabbia in che circostanze ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#9] dopo  
Utente 164XXX

autolesionismo nel senso di pensieri suicidi che non riesco ad attuare (per mancanza di coraggio) e che si limitano solo a tagli superficiali, bruciature.

Rabbia che si concretizza in pugni nel muro, pugni in testa, testate alle pareti, facendomi anche parecchio male, e che il più delle volte è dovuta ai pensieri che mi assalgono e che non mi lasciano in pace nemmeno per un minuto da un anno ormai.

[#10]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Questo tipo di comportamenti spiega forse la scelta di zyprexa, ma appunto in genere pone l'attenzione su aspetti di tipo eccitatorio (psicomotorio), per cui la diagnosi va forse precisata, anche per giudicare meglio l'evoluzione sotto terapia dei sintomi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#11] dopo  
Utente 164XXX

Intende dire che potrebbe esserci oltre al doc e alla depressione, ad esempio, un problema di personalità?

[#12]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
No, intendo dire che potrebbe esserci un disturbo bipolare minore, che risponde bene allo zyprexa su alcuni parametri tipo ansia e sonno.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#13] dopo  
Utente 164XXX

Grazie dottore, è stato gentilissimo. Spero che le cose vadano meglio, altrimenti avrò cura di contattarla da paziente, la prossima volta.

Grazie ancora..

[#14] dopo  
Utente 164XXX

.

[#15] dopo  
Utente 164XXX

Dottori, qualora avessi effettivamente un disturbo bipolare minore, quali altri sintomi dovrei notare, attenzionare, e riferire al mio psichiatra?

Inoltre, un sintomo che riscontro di frequente è questo: mi sento come se stessi sognando, anzi come se non sapessi distinguere fra il sogno e la realtà, e talvolta anche le persone che conosco mi sembrano estranee, pur riconoscendole. Non so bene come spiegarmi... è un pò come se la mia vita fosse un film che non mi tange e non mi interessa vedere.

Può inquadrarsi nell'ottica del bipolare anche il fatto che, nei primissimi giorni di cura con Zyprexa, mi sentissi meglio, con la testa più libera, per poi ripiombare (dopo qualche giorno) nuovamente nelle ossessioni e nella depressione?

[#16]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Il disturbo lo accerta lo psichiatra. L'instabilità dei parametri ansiosi sotto cura specifica pone il problema di questa diagnosi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#17] dopo  
Utente 164XXX

Vuol dire che il disturbo ossessivo potrebbe rientrare in un quadro più ampio e che di conseguenza sono necessari altre classi di farmaci?

[#18]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sì, ma le diagnosi non sempre si sommano, a volte definendole meglio si semplificano, quindi non sempre ad ogni tipo di sintomi corrisponde un farmaco che si aggiunge.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it