x

x

Derealizzazione e abilify 10 mg

Gentili dottori buonasera, mi trovo a riscriverVi a distanza di mesi dal precedente intervento su questo utilissimo forum per un secondo consulto on line. Come scritto nel precedente post, soffro da 4 anni di una forma di derealizzazione continua( presente 24 ore su 24); dopo questi anni di "cura" da uno psichiatra che non è stato in grado di risolvere il proclama, e dopo i successivi accertamenti neurologici risultati negativi, mi sono finalmente deciso a chiedere un secondo consulto psichiatrico, il quale mi ha prescritto xeristar 60 e abilify al dosaggio di 10 mg, dicendomi essere molto indicato in questo tipo di disturbo. Assumo tali farmaci da circa una settimana notando già qualche piccolo miglioramento. Essendo il mio psichiatra in ferie all'estero e dunque difficilmente rintracciabile per eventuali chiarimenti, Le domande che volevo porvi sono:
- quanto tempo ci vuole prima del raggiungimento dell'effetto massimo dei suddetti farmaci?
- ritenete tale terapia efficace per tale tipo di disturbi?
In attesa di una Vostra risposta, vi ringrazio anticipatamente.
[#1]
Dr. Roberto Di Rubbo Psichiatra, Psicoterapeuta 1.1k 24 4
Gentile Utente,
la derealizzazione è un sintomo ubiquitario, nel senso che può essere presente in differenti categorie diagnostiche. Questo sintomo in quale diagnosi è stato inquadrato dal suo psichiatra? Detto questo la terapia che sta assumendo può essere molto utile anche su questo sintomo. L'effetto necessita in generale di alcune settimane per manifestarsi.
Cordialità,

Dr. Roberto Di Rubbo

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottor Di Rubbo innanzitutto la ringrazio enormemente per l'immediata risposta.. Lo specialista da cui sono andato mi ha fatto diagnosi di ansia, in cui la derealizzazione si colloca come sintomo in risposta all'ansia stessa. Provo a spiegare meglio quali sono i miei sintomi, chiedendole cortesemente se secondo lei la terapia è appropriata per tale tipi di disturbi:
- sensazione di derealizzazione (mi sembra di non essere presente al 100 % nelle cose che faccio e nei contesti in cui mi trovo! le cose mi appaiono un po' "finte" e provo un senso di estraneità verso persone e luoghi familiari)
- provo una sensazione costante di sottofondo di paura mista ad irrequietezza ed in alcuni casi ad un leggero nervosismo
- sento una sensazione di confusione e disorientamento
- difficoltà di concentrazione e nel mantenimento dell'attenzione.
Questi sono grosso modo i sintomi che mi attanagliano da 4 anni a questa parte. La terapia con lo xeristar e l abilify ( iniziata due settimane fa) sembra stia apportando alcuni miglioramenti senza tuttavia che i sintomi si siano risolti completamente. Ma due settimane sono ancora troppo poche prima che i farmaci raggiungano il massimo effetto. Dico bene? Oppure alla luce di quanto detto lei si sentirebbe proprio di consigliare l impiego di altri tipi di farmaci? La ringrazio anticipatamente.
[#3]
Dr. Roberto Di Rubbo Psichiatra, Psicoterapeuta 1.1k 24 4
Gentile Utente,

per quanto non sia chiara la diagnosi che le è stata fatta dal secondo psichiatra, la terapia prescrittale risulta utile per i sintomi di derealizzazione intensa (che come le ho detto può essere presente in vari tipi di disturbi). Ritengo utile che lei aspetti almeno qualche settimana (vedo che la sua risposta è del 25 agosto) per valutare gli effetti benefici della terapia, o, eventualmente contattare il suo psichiatra per un adeguamento della stessa.

Cordialità.