Utente 317XXX
Gentile personale di medicitalia,
vi ringrazio per la disponibilità, e mi scuso se vi ho sottoposti a un numero eccessivo di richieste.
Il problema è che stavolta sono paralizzato dalla preoccupazione!
Da alcuni mesi sono in trattamento con Efexor Rp 75mg.
Su alcuni siti in lingua inglese ho letto che la venlafaxina può dare problemi anche seri di memoria. Addirittura, si fa riferimento a uno studio che sostiene che il 44,4 per cento dei sottoposti a un'indagine, tutti in trattamento a vari dosaggi, ha problemi di amnesia. Su una specie di forum poi ci sono testimonianze impressionanti di pazienti: alcuni hanno 20-30 anni e non si ricordano perché sono passati da una stanza all'altra della casa.
Ci sono perfino alcuni pazienti che hanno smesso efexor da anni e riferiscono di non aver mai recuperato la memoria.
Personalmente, non ho riscontrato, per adesso, particolari problemi di memoria, anche se efexor mi ha dato altri problemi che nella mia ottica hanno rilevanza minore(tachicardia sotto sforzo, difficoltà eiaculazione e erezione, secchezza delle fauci di notte).
Volevo dunque sapere quanto c'è di vero, visto che non sono molto capace di filtrare internet.
Il mio lavoro (e anche una sana dose di narcisismo intellettuale) non mi permette di perdere la memoria: sono un insegnante di storia!
Vi ringrazio in ogni caso, e spero nel bene o nel male di dirimere i miei dubbi.

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

su internet puo' trovare numerose notizie spesso anche false.
Non mi risulta dalla mia esperienza personale che ci siano casi di perdita di memoria, nonostante prescriva Efexor numerose volte.

C'e' da considerare che il sintomo di perdita di memoria e' presente spesso in alcune forme di depressione e per questo potrebbe anche essere che chi ha lamentato tali sintomi poteva non essere completamente compensato dal trattamento.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/

https://wa.me/3908251881139

[#2]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non mi risulta che efexor abbia questo grado di rischio in rapporto alla memoria. Lei dice giusto quando riflette sul fatto che non è in grado di "filtrare internet", in fatti il problema è che le informazioni messe alla rinfusa in rete non sono informative.
Se lei sta bene e non ha disturbi, la preoccupazione nasce da se stessa. Il 44% sostiene di avere problemi di memoria, ma quante persone che non prendono efexor riferiscono problemi di memoria se intervistate ? Avere problemi di memoria è molto vago, poi. Un fenomeno in sé specie non ha molto senso. Scordasi perché ci si era recati in cucina o andare a cercare il caffé ed entrare per sbaglio in salotto capita a tutti, quando si pensa molto e si è sovrappensiero. Lei è una persona che pensa molto, è analitica e si preoccupa di non aver omesso nessuna precauzione su ciò che sta facendo. Questo la fa preoccupare talora anche a vuoto.
Diversi antidepressivi fanno sentire più disattenti quando non si ha niente da fare, ovvero più distaccati, sereni, con la mente libera. Qualcuno avverte questo come un'anomalia, ma specialmente all'inizio della cura. Quando si deve prestare attenzione e concentrarsi non vi sono anomalie.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#3] dopo  
Utente 317XXX

Ringrazio infinitamente per la velocità delle risposte, peraltro molto chiare ed esaurienti. Colgo l'occasione per augurare una buona fine estate a tutti i medici e agli utenti iscritti