Utente 363XXX
Avrei scritto attacco di panico nel titolo ( perché ero convinta fossero loro quelli che ho da circa un anno a questa parte).. E invece no. Sono stata dallo psichiatra e la diagnosi e' stata crisi di ansia con somatizzazioni multiple.
Per due anni ho sofferto ( e soffro ancora saltuariamente) di strani sintomi fisici ( alla deglutizione, stomaco, colon, vista, mancanza d'aria). Ho fatto tantissimi esami medici e a parte un controllo neurologico all'anno ( per presenza di minuti ed Aspecifici focolai gliotici che sono comunque sempre stabili) non ho nulla.
Da un anno a questa parte oltre ai sintomi fisici ho iniziato ad avere crisi di ansia vere e proprie ma esclusivamente in pubblico: mi capitano solamente se sono in luoghi in cui sono maggiormente esposta, con determinate persone, in luoghi in cui è già capitato.
La sensazione è quella di avere 2/3 minuti di perdita totale del controllo: sudorazione, tremolio, battito accelerato e infine capogiri e vertigini che mi portano alla paura di svenire con conseguente 'fuga' dal posto in cui mi trovo per paura e perché non sopporto più la situazione. Dopo mesi dallo psicologo ( con risultati altalenanti) vista la mia giovane età ( 27 anni) mi sono rivolta ad uno psichiatra. Dopo la diagnosi mi ha segnato xanax 0,25 3 volte al giorno per 15 giorni ( perché ora il mio terrore e' avere un attacco di panico al mio matrimonio che sarà tra 15 giorni scarsi) e poi iniziare la cura con antidepressivo.
Ho sempre preso lo xanax saltuariamente ( al bisogno 0,25/0,50) ma mai così in modo fisso. Comunque a volte faceva effetto ed altre no, insomma dipendeva un po' dalla mia propensione a ' fronteggiare' quella forte ansia. All'inizio ho evitato tutti i luoghi che mi mettevano ansia, ora cerco di fare comunque tutto anche se a volte sto male.
Secondo voi la cura e' giusta? Posso arrivare a godermi il giorno del matrimonio senza crisi di ansia secondo voi con lo xanax preso così? 0,75
È' troppo? ( sono due giorni che la Faccio e ho tanto tanto sonno).......
PS. Il dott. dice che non è panico perché 1. Dura poco, 2. Me lo autoprocuro, se non ci penso non mi viene...... Ma è difficile non pensarci..... Non viene a ciel sereno insomma.....
Grazie per l'attenzione.
Un saluto.

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Innanzitutto la diagnosi così come è posta è vaga, e sembra una descrizione del panico in altri termini (crisi di ansia con somatizzazioni etc).
Non capisco il discorso sugli attacchi che dovrebbero durare tanto, ancora meno sul fatto che se li procuri da solo, perché in questo caso non capisco proprio che significhi. Che prima ha paura di averli e quindi le vengono ? Nel panico è proprio così, non certamente perché uno "se li fa venire". Anche perché in tal caso diciamo che uno non riesce a non farseli venire, e quindi cambia poco. Vengono senza che ci possa far nulla.

Inizia con un ansiolitico, ma perché attende il matrimonio per poi iniziarli ? Inoltre quale è l'antidepressivo ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 363XXX

Allora dottore lo psichiatra mi ha detto che per come vengono, per quanto durano e per il fatto che riesco ( più o meno) a controllarli non li vuole chiamare attacchi di panico ma crisi di ansia.
Vado in un posto, penso che mi possano venire e poi piano piano mi vengono.. ( questo intendevo dire) cioè non mi vengono così, senza pensarci.

Visto che la tanta ansia di ora )stavo meglio con la psicoterapia anche se mai guarita) e' per il matrimonio è per il terrore di stare male, farmi vedere così in quel giorno con quella paura di dover scappare appena possibile ( in momenti in cui non posso effettivamente) lo psichiatra ha detto che l'antidepressivo sarebbe stato lento ( fa effetto dopo 2 sett) e io sono andata solo l'altro ieri. Per questo motivo ha pensato di darmi 0.25 di xanax 3 volte al giorno fino al matrimonio e poi rivederci per accordarci per l'antidepressivo ( propendeva per il cipralex ma poi decidiamo
Meglio).
Lei cosa ne pensa?
Potrebbe fare effetto una cura simile almeno fino al Matrimonio?
Grazie mille ancora.

[#3]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Se la condizione è solo situazionale non ha senso introdurre una benzodiazepina continuativamente.

È anche possibile che l'effetto su di lei possa essere particolarmente importante e sviluppare durante l'uso condizioni cognitive con alterazione dello stato di coscienza.

Dovrebbe provare il farmaco e valutarne gli effetti su di lei.

Comunque la terapia antidepressiva non avrebbe fatto in tempo ad agire pienamente ma non è detto che non poteva essere già introdotta.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#4] dopo  
Utente 363XXX

Salve dottore. Quindi lei pensa che è inutile prendere lo xanax per 15 giorni fino al matrimonio? Diciamo che non è solo situazionale ma sicuramente si è aggravata per questa situazione..
Cosa vuol dire alterazione dello stato di coscienza? Le benzodiazepine comportano questo? Non le sembra la cura giusta. In realtà non sono manco 15 ma 10 giorni scarsi, l'antidepressivo non avrebbe fatto mai in tempo ha detto.

Lei cosa ne pensa? Io volevo solo stare tranquilla fino e quel giorno.

PS. Alterazione funzioni cognitive? Cioè una cosa seria! Se questo comporta io non lo voglio prendere. Comunque prendo 0,75 al giorno fino all'11, poi mi diminuisce.
Lui ha detto che una al bisogno non ha senso, perché comunque sono già carica d'ansia e non farebbe effetto..... E ha detto che l'unico modo per intervenire e' questo.

Grazie!!

[#5] dopo  
Utente 363XXX

PS. Facevo già uso saltuario di xanax ma non ho mai superato lo 0,50 lo prendevo veramente una volta a sett o addirittura una volta al mese.
Per ora l'unico sintomo e' la sonnolenza e anche se alla terza dose di ieri ( quella delle 22) ho avuto un attimo una fortissima ansia che si è risolta ma è stata forte a livello cardiaco.

[#6] dopo  
Utente 363XXX

Normale poi che mi sento: rimbambita, mi scordo le cose, mi sento strana e ho sete, tanta tanta sete. Ho bevuto 1 L di acqua in 2
Ore..
Grazie!!

[#7]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Le dico chiaramente.

L'uso di Xanax durante la funzione del matrimonio potrebbe essere causa di annullamento e lo dico per cognizione di causa e non tanto per dire.

Secondo il mio profilo parere ciò che lamenta sono effetti dell'aumento di dosaggio e, comunque, la cosa andava inquadrata meglio e già trattata, senza la necessità di utilizzare continuativamente le benzodiazepine.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#8] dopo  
Utente 363XXX

Dottore a parte il problema del matrimonio, quello che io voglio evitare quel giorno e' quella di avere crisi di ansia, panico e paura di dover scappare da un posto in cui sono completamente al centro dell'attenzione.
Mi sono sentita stordita, rimbambita, piena di sonno, con una sete tremenda più palpitazioni e mancanza d'aria. Io credo sia colpa del farmaco, ho chiamato il dott e mi ha diminuito la dose, da oggi 0,25 alle 8 e 0,25 alle 22.
Lei ha ragione sul fatto che andava trattata prima, però io prima non sentivo così tanto il bisogno di 'stare senza crisi d'ansia per forza', perché non dovevo vivere nessuna situazione in cui mi dovessi esporre eccessivamente. Sono un libero professionista, nel mio 'luogo' sto bene e non avevo il bisogno di 'farmaci', la psicoterapia bastava. Ora il matrimonio mi ha messo un'ansia pazzesca con la paura di avere il panico davanti a tutte le persone che mi conoscono.. Quindi sono andata dal dottore lui
ha detto: le darei un antidepressivo ma visto che abbiamo solo 10 giorni proviamo con lo
Xanax ( che a suo avviso è' un ottimo farmaco) e poi ( dopo il matrimonio) venga e ci concordiamo per una cura diversa e troviamo la molecola di SSRI più adatta a lei. Non le garantisco per il momento nulla ma questo è l'unico modo per intervenire nel breve periodo.
Lei cosa ne pensa? La diminuzione della dose e' meglio? La sete assurda e tutto il corredo dipendono dal farmaco in dose eccessiva?
Pss. Passato il periodo diminuisco lo xanax e inizio la terapia ( ovvero tra 13 giorni esatti)....... Decadimento funzioni cognitive? Sono avvocato, questo non potrei sinceramente permettermelo. Posso avere un aggravante con lo xanax? Non è una cura? Non sto capendo nulla.
Inoltre saltuariamente già ho preso xanax, mai superato lo 0.50 però.
Grazie

[#9]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Ha un disturbo e non ancora una cura. Certo, l'antidepressivo non funziona in 10 giorni, ma non vedo esattamente perché non iniziarlo. L'ansiolitico non ha un effetto specifico, e al momento presumo non ne abbia avuto, poiché presenta gli stessi sintomi, salvo il fatto che tende ad attribuirli all'ultimo elemento nuovo, cioè il farmaco.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#10] dopo  
Utente 363XXX

Perché lo psichiatra ha detto che serviva un farmaco che agisse in poco tempo e l'unico era lo xanax.
Ha detto che per l'antidepressivo potevo aspettare al dopo evento, non c'era fretta ( visto che tanto non avrebbe fatto effetto) e che dal 15 in poi iniziò con tutta calma la giusta cura.
Oggi l'ho chiamato e mi ha diminuito la dose: sono passata da 0,25 X3 a 0,25 per due ( solo mattina e sera) perché temeva fosse troppo forte il dosaggio. Detto tra noi mi sento di nuovo in ansia ( prima mi sentivo rimbambita ora di nuovo in ansia). Secondo voi quel benedetto giorno ( perché ora a me preme stare bene QUEL giorno, per il resto vedo dopo) cosa devo fare? Continuare a prendere 0,50 al giorno fino a quel fatidico evento ( serve?) oppure altro? Potrei prendere per ora 0,50'al giorno e più sotto sotto 0,75 al giorno?
Voi cosa credete ( sinceramente)? Ho bisogno di stare bene quel giorno, davvero!!!!!!!!!!!!!!
Le sensazioni che vivo sono di disagio fisico e mentale,'della paura di poter svenire davanti a tutti, di far catturare l'attenzione sui miei sintomi fisici, sul cadere svenuta a terra...... E quel giorno non voglio!!!!!!!!

[#11] dopo  
Utente 363XXX

Spero mi rispondiate.

[#12] dopo  
Utente 363XXX

Normale poi che mi sento: rimbambita, mi scordo le cose, mi sento strana e ho sete, tanta tanta sete. Ho bevuto 1 L di acqua in 2
Ore..
Grazie!!

[#13]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Io continuo a non capire la logica. Se uno deve star bene subito, si prende un ansiolitico come lo xanax, che magari può dare sollievo immediato anche se non tende a prevenire gli episodi di panico. Quel che non capisco è perché nel frattempo non iniziare anche la cura che poi funzionerà dopo il giorno del matrimonio.
Il problema è curare il panico, dopo di che che lo si riesca a fare entro 10 giorni non è mediamente previsto, ma se c'è un modo di portarsi avanti col lavoro non è con l'ansiolitico.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it