Utente 399XXX
Salve ho bisogno di un parere, sono stata sempre una persona ansiosa però fino ad ora riuscivo a superare sempre le paure, prima avevo la paura di guidare sono stata 10 anni senza guidare poi quando ho visto che tutte le persone mi deridevano per questa mia paura ho cominciato a guidare e piano piano l ho superata da sola, mi sono laureata 2 volte senza problemi, ora sono riuscita ad aprire uno studio, lavoro e guadagno bene, vado con la macchina che mi sono comprata e quindi sono felice, ma ora ho una nuova paura che in questi giorni non mi lascia vivere bene. Qualche settimana fa l'ex di una mia amica venne al mio studio io mi trovavo sola, cominciò ad insultarmi e ad urlare sembrava impazzito, diceva che la mia amica lo aveva lasciato perchè glielo avevo detto io, cosa assolutamente non vera, mi spaventai molto anche perchè cercava di aggredirmi anche fisicamente poi vennero delle persone e mi lasciò in pace così da quel giorno ogni volta che qualcuno apre la porta io ho come una paura, ultimamente però mi ero tranquillizzata perchè il ragazzo mi aveva chiesto scusa, ha capito che io non c'entro nulla e ha giurato di non venire mai più così da diversi giorni sono tornata alla tranquillità, fino all'altro giorno quando allo studio si presentò lo zio di una mia amica, quando lo vidi entrare rimasi impietrita perchè non me lo aspettavo di vederlo li, cominciò a parlare e io tutto il tempo mi ripetevo in testa: ''ha 50 anni, è lo zio della mia amica, è sposato quindi non mi farà niente'' ad un certo punto si alza e mi dice che deve andare e improvvisamente si butta addosso e cerca di baciarmi, io cerco di respingerlo come meglio posso ma lui era forte, finalmente arriva qualcuno che bussa alla porta e così mi lascia e scappa via dicendomi: ''tornerò''. Forse sono io che sono esagerata ma non mi sono mai spaventata così tanto in tutta la mia vita, il cuore sembrava mi stesse scoppiando e sono 3 giorni che ho la tachicardia, la notte non riesco a dormire perchè mi sento nervosa e agitata, qualche ora fa ho preso una tisana con valeriana e melissa ma non è cambiato nulla ho notato che ho anche le pupille dilatate, ora ho preso anche un betabloccante perchè la tachicardia non si calma, lo so che non dovrei pensarci più e andare avanti ma non ci posso fare nulla il mio cervello fa tutto da solo, domani si ricomincia a lavorare e io ho paura, vabbè arrivo al punto.. un mio amico farmacista sta cercando di convincermi a prendere lo XNAX, mi ha detto che non porta dipendenza e nemmeno effetti collaterali, io gli avevo detto di non volerlo prendere però questa sera ci sto ripensando, forse mi aiuterebbe a stare un po' meglio poi credo tra qualche settimane mi passa e se non porta dipendenza non lo prendo più, ma volevo un vostro parere, che ne pensate? grazie.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Il suo amico farmacista non è un medico ed indicando un farmaco commette un reato che è quello di abuso della professione medica.

Oltretutto, non è vero che il prodotto non porta dipendenza e va utilizzato sotto stretto controllo medico.

Anche l'assunzione di beta bloccante se non è stata indicata da un medico è un errore.

In realtà, le due situazioni hanno solo fatto riaffiorare dei disturbi che erano già presenti e che non sono stati trattati precedentemente.

È opportuno sentire il parere di uno psichiatra che valuterà quali potranno essere le terapie da poter utilizzare nel suo caso.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Concordo col collega sull'opportunità di una visita psichiatrica.
Aggiungerei però che forse ci sarebbe anche un lavoro psicologico da fare sull'assertività.
Capisco lo sconcerto quando l'ex della sua amica le ha fatto la piazzata, ma di fronte all'altra figura maschile che l'ha aggredita, il 50enne sposato, è rimasta paralizzata prima, quando continuava a pensare invece di ascoltare quello che l'uomo le diceva e come si comportava. Lui ha frainteso le sue intenzioni e le si è buttata addosso. Poi ha detto "tornerò". Tornerò? E lei non gli dice niente? Lo cerchi lei, piuttosto (al telefono, via e mail, NON di persona!) e gli dica che se le si avvicina a meno di 100 metri lo rovina. Ma scherziamo? Ha subito non uno, ma due tentativi di violenza fisica e parla di xanax?
Franca Scapellato

[#3] dopo  
Utente 399XXX

Salve vi ringrazio tantissimo per le risposte, il fatto è che penso sia stata colpa mia perché quando è entrato l'avrei dovuto cacciare e non trattarlo gentilmente, lui sicuramente ha frainteso il mio atteggiamento, il fatto è che io avevo paura di trattarlo male perché stavo sola e avevo paura che mi facesse del male, inoltre sapevo che entro qualche minuto sarebbe arrivata la persona che poi mi ha ''salvata'' perché avevo un appuntamento quindi cercavo di prendere tempo, in questo modo arrivava la persona che aspettavo e non mi avrebbe potuto fare nulla e poi la situazione è precipitata, non so, io non volevo prendere nulla però il farmacista me lo ha descritto come un farmaco miracoloso che prende anche lui, per questo ho chiesto. vi ringrazio tantissimo cordiali saluti.