Utente 378XXX
Salve dottori vorrei farvi una domanda secca. Si può guarire dal disturbo ossessivo compulsivo? So che ci sono diversi stadi ma in linea di massima avete una risposta? Sono seguito da un bravo specialista e prendo dei farmaci dal 2009. Ho iniziato con elopram 20mg, poi eutimil 20 mg e infine avendo trovato questo specialista cipralex 20 mg con quale mi trovo molto bene. Posso dire che le cose sono molte migliorate sotto il punto di vista dell' ansia e delle ossessioni. Ancora non riesco ad essere costante sul lavoro, dopo un po sento il bisogno di fermarmi. Questo naturalmente e un problema dato che perdo i lavori, quindi mi vengono in mente queste domande che vi ho posto.
grazie e arrivederci

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Credo che intenda dire se nel suo caso può star bene in maniera più piena. Altrimenti la domanda alla lettera significa solo se si può guarire, ma in senso statistico.
La cura che fa è una di quelle possibili, se ancora non ha una risposta soddisfacente però niente vieta di associarla con altro, o cambiarla.
Il suo medico ritiene che vada bene così e non si debba migliorare niente ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 378XXX

grazie per la risposta.
Per il momento il medico ritiene vada bene cosi. Dal mio punto di vista non credo si possa guarire da questo disturbo ma si può stare meglio. Quindi sento l'incidenza del farmaco che allevia i sintomi ma non cura il disturbo.

[#3] dopo  
Utente 378XXX

Quello che volevo sapere quindi e se si può guarire!

[#4] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Non si capisce esattamente cosa intenda, perché non sono chiare le differenze che Lei fa tra curare i sintomi, curare il disturbo e guarire.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it