Paranoia

Buonasera,
Ho una domanda sul significato di quella che è la paranoia.

Un timore paranoico può risultare così razionale da essere compreso da altri, dopo le dovute spiegazioni?
In tal caso, se dovesse risultare possibile, sarebbe reale o potrebbe comunque ricadere in un significato di tipo paranoico (per dire: potrebbe essere reale, ma in questo caso no)?

Ci può essere una confusione tra ossessione di tipo ansioso e un'idea paranoide?
Quale sarebbe il limite di "passaggio" per definire uno piuttosto che l'altro?

Ce ne si rende conto?

Non sono domande generali,ma personali, volevo solo che fossero chiare.

Spesso utilizzo il termine paranoia in modo colloquiale e improprio, magari scherzando, ma in quei casi so bene che di paranoia non si tratta.
In alcuni periodi ho avuto dubbi, ma non ci scherzavo.
E in diverse occasioni mi sono chiesta se fossi paranoica o ossessiva. La risposta che mi è sempre stata data è che si distinguono dalla capacità dubitativa.
Ma mi sembra semplicistico.
Anche perché certi pensieri non sono costanti. Non sempre ho dubbi e sono critica, poi spesso quando critico i miei pensieri non mi sento tanto covinta...mi risultano più veri i timori.
La mia parte critica la sento come una persona esterna.

Per il periodo in cui sono ci starebbe sia un disturbo ossessivo (di cui non soffro quando sono a "riposo") che una fetta paranoica.
Non vedo lo psichiatra da un po' (se riesco prendo appuntamento per la prossima settimana), ma so già che mi definirebbe in stato misto.

Voi una valutazione su di me non potete farla, ma mi fareste un gran favore a rispondere alle prime domande, vorrei solo un indirizzo per capire...

Grazie
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 41.7k 1k 63
Sembra che non sia in compenso per i suoi disturbi per cui sarebbe meglio che si faccia visitare al più presto.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
Utente
Utente
Non in compenso, di sicuro no, in tal caso queste cose mi interesserebbero ben poco, ma nemmeno davvero scompenstata, in tal caso mi interesserebbero ancora meno. Ma non ho detto a sufficienza per definire lo stato...

Ormai i tempi di attesa ci sono (tra prendere appuntamento, parlarne, vedere, magari rimandare un evt cura, iniziare a prenderla in dosi sostenibili), in meno di due settimane se la cosa cambia è perché passa fa sola. Preferirei evitare le vie più rapide.

Però il dubbio resta:
Ossessione o paranoia?

Perché questa domanda è così difficile?
Io un paio di risposte ce le avrei, ma potrebbero essere paranoiche, o definite paranoiche per comodità.
Ovviamente l'osservazione non è rivolta a voi...
Disturbi di personalità

I disturbi di personalità si verificano in caso di alterazioni di pensiero e di comportamento nei tratti della persona: classificazione e caratteristiche dei vari disturbi.

Leggi tutto