Utente 318XXX
Salve, ho l'abitudine, forse sbagliata, di utilizzare spesso acqua ossigenata al 3% (Quella che si trova comunemente in farmacia) Anche quando mi graffio appena la pelle, anche senza fuoriuscite di sangue, tutto questo per paura del tetano, almeno una volta minimo a settimana la utilizzo, oggi ad esempio ho sbattuto il pollice su un angolo di una maniglia di un ascensore che mi ha arrossato fra polpastrello e sotto unghia, e prontamente ho messo poche gocce di acqua ossigenata frizionando come per pulire sotto l'unghia, sto delirando e ho pensato che il suo utilizzo costante magari "mi possa bruciare o danneggiare la pelle creando invece ferite sotto l'unghia o sulle altre sedi di applicazione che io non vedo e quindi ottenere l'effetto opposto appena toccherò qualcosa di sporco (Tipo oggi) pronto ad infiltrarsi sotto le unghie dall'ipotetico tessuto danneggiato" Premetto che sono vaccinato (2011) Ma non riesco a farne a meno appena mi graffio o in altre circostanze dubbie dove potrei essere escoriato in presenza di sporco anche solo lievemente. E una pratica giusta o esagerata? Ho rischiato qualcosa?

[#1]  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile utente,
stia pure tranquillo.
Ha costruito castelli di carta.
Se vuole un prodotto meno aggressivo per la pelle opti per un derivato dell'Ammonio quaternario (Bialcol e altri che si vendono in farmacia e nei supermercati) che sono dotati di attività detergente, antibatterica, virucida e sporicida.
Inoltre hanno un buon odore.
Saluti,
Dott. Caldarola.

[#2] dopo  
Utente 318XXX

Dottore grazie, forse mi sto facendo tanti film, ma il tetano si contrae con facilità? Stamattina ad esempio nel muovermi mi è scivolato il cuscino a terra dal letto, subito senza pensarci l'ho preso e mi sono rimesso a dormire, al risveglio mi sono accorto che sicuramente sarà caduto e venuto a contatto con i calzini che erano per terra, i quali a loro volta nel pomeriggio precedente sono venuti a contatto con un sassolino che mi era entrato nella scarpa quindi sporco di strada, ma tanto sarò transitato mille volte comunque con le scarpe nella mia stanza, ora io avendo vecchi piercing ormai chiusi da anni sul viso ma con il buco ancora visibile rischio qualcosa? Può saltare di oggetto in oggetto cosi? La prima cosa che ho fatto è stato il normale gesto di lavarmi il viso al risveglio, stessa cosa se mi graffio un dito d'estate al mare in infradito per strada, o con la sdraio richiudibile, devo ritornare a casa per disinfettare anche se non vi è sangue?

[#3]  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
guardi la cosa migliore che lei possa fare per stare meglio è rivolgersi ad un ottimo Psichiatra che curerà con adeguati farmaci questo suo grave disturbo ossessivo compulsivo.
Potrà così riguadagnare una qualità di vita decente, perchè mi pare che al momento lei viva molto male per situazioni di pericolo inconsistenti.
Saluti cari,
Dott. Caldarola.

[#4] dopo  
Utente 318XXX

Sembra che la "Sorte" Si prenda gioco di me, mi accadono sempre cose che mi buttano ansia, ovvio non la vivo bene questo è certo, ad esempio prima mi è entrata la punta di una forchetta proprio sotto l'unghia dell'indice pungendomi in modo lieve, e forse ora ho toccato distrattamente della polvere accumulata sulla mia scrivania vicino al mouse, e dottore, mi sono limitato a lavarmi le mani, mi creda che di certo queste situazioni io non me le vado a cercare, anzi nonostante queste ansie, cerco dei vivere e svolgere le mie azioni nel modo più normale possibile, proprio per questo le chiedevo se posso "Vivere" Ancora più normalmente se dovesse succedere qualche situazione da me sopra descritta, non è cosa stare cosi attenti a tutto. In passato non ci facevo caso. La ringrazio.

[#5] dopo  
Utente 318XXX

Dottore ieri sera la mia ansia ha raggiunto livelli inimmaginabili, portandomi nel panico più totale, ero in mezzo alla strada e mi è caduto il telefono cellulare per terra, quando l'ho raccolto ovviamente ho avuto un contatto tra le dita e l'asfalto, ed ho sentito proprio la sporcizia e i granelli di sporco dell asfalto penetrarmi sotto le unghie nel momento che ho afferrato il telefono per raccoglierlo, appena tornato a casa ho lavato le mani, e irrigato bene con acqua ossigenata di nuovo, quindi la seconda volta in una settimana, sotto l'unghia del pollice e indice, tutto questo perchè poco prima come le ho descritto mi ero punto con una forchetta sotto l'unghia dell indice, nel dubbio se non avessi messo dell'acqua ossigenata sò che sarei rimasto terrorizzato uguale, ma l'averla messa mi ha terrorizzato allo stesso modo, perchè ho ripensato al fatto e se invece di uccidere le spore avesse solo causticato bruciato ferito la pelle sotto le unghie creando l'ambiente favorevole per la penetrazione delle spore? Ho letto da qualche parte e non so se sia una bufala che l'acqua ossigenata non ha abbastanza potere per ucciderle, ho sbagliato qualcosa? Sto rischiando qualcosa? Cosa dovrei fare?

[#6]  
44918

Cancellato nel 2018
Senta la trasferisco in psichiatria perchè le domande che lei pone sono sottese da un disturbo psichiatrico che io non sono abilitato a curare.
Cordiali saluti,
Dott. Caldarola.

[#7]  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
i suoi dubbi che le rendono la vita difficile e la portano a comportamenti compulsivi (disinfezioni e lavaggi ripetuti) indicano un disagio psichico di tipo ossessivo che può essere curato solo da uno psichiatra.
Franca Scapellato

[#8] dopo  
Utente 318XXX

Dottor caldarola io capisco di star lievemente esagerando, ma sono cosi assurdi i miei ragionamenti? Non mi pare di divagare oltre l'inimmaginabile e fantascientifico, le descrivo un ultimo episodio, dopodiché mi cuocerò piuttosto nel mio brodo ma non ho più intenzione di scrivere qui, io dopo quest'ultimo consulto ho provveduto ovviamente a pulire anche il mio telefono oggi pomeriggio, caduto ieri per strada, con un normale detergente multiuso, solamente che non ho pensato a indossare dei guanti in lattice nell'azione, e quindi pulendo il telefono oggi, con il multiuso che è una sostanza liquida, ho paura che l'eventuale sporco mescolato al liquido detergente, mi si possa essere infiltrato sotto le unghie nell atto del pulire appunto, e sono in ansia xk penso che l'aver usato l'acqua ossigenata ieri 2 volte un giorno dopo l'altro appunto possa avermi creato danni sotto le unghie quindi una via di accesso, e tutto questo per quanto può essere remoto è un ragionamento delirante? Io capisco che il mio è un continuo vortice in cui ricado, però anche lei continua a rimarcare il semplice fatto della consulenza psichiatrica invece di dirmi ad esempio, "no l'acqua ossigenata non può creare danni anche usata 40 volte" Mi scusi....Grazie.

[#9]  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Il collega Caldarola ha trasferito il suo consulto in psichiatria. Lei cerca rassicurazioni che le danno sollievo per poco tempo, poi la sua testa riparte con argomentazioni pseudologiche con modalità ossessive. Ci sono terapie che attenuano questo continuo e doloroso rimuginare, si tratta di cure sia psicoterapiche (cognitivo-comportamentali) che farmacologiche.
Franca Scapellato