Utente 526XXX
Buonasera, scrivo per conto di mia moglie in quanto la situazione sembra diventare ingestibile.
Stiamo insieme da 4 anni, conviviamo da tre e siamo sposati da un anno. Insieme abbiamo un bambino di 5 mesi e mezzo fortemente voluto e cercato per un anno.
Fin da quando l'ho conosciuta, due anni prima di fidanzarci, ha sempre manifestato comportamenti ansiosi: voleva il programma di tutta la settimana, guai a toccale i capelli o comunque a toccarla senza essersi lavati le mani, guai a toccare le sue cose nei cassetti se si è appena stati fuori di casa e non ci si è puliti le mani.
Quando abbiamo deciso di convivere, qualche mese dopo abbiamo adottato due gatti trovati per strada e mia moglie ha cominciato a manifestare altre fisse, per esempio ha cominciato a pretendere che io mi lavassi le mani dopo aver dato da mangiare ai gatti e dopo aver pulito la cassetta munito di guanti inoltre ho notato che alla sera, prima di andare a dormire mi chiede cinque o sei volte se ho chiuso la porta di casa essendo io l'ultimo a rientrare, io le rispondo di sì, ma lei non contenta va sempre a controllare e si ferma a girare la chiave due, tre volte per essere sicura che sia chiusa. Ho parlato con suo papà e mi ha detto che ha sempre avuto quest'abitudine. Spesso mi chiede di non rimanere sola in casa o addirittura in una stanza e non capisco il perché.
Quando è rimasta incinta ha cominciato a schizzare dal lato opposto della stanza come mi vedeva in prossimità di dare da mangiare ai gatti o di pulire la cassetta, mania che comunque tuttora ha. Con l'avvicinarsi del parto sapendo le condizioni dell madre mi avevano avvertitoche sarebbe potuta entrare in depressione post parto, ma a parte una settimana e mezza che ha costantemente lasciato il bimbo con me e sua mamma però una volta che glielo davamo per allattarlo, non voleva più separarsene, non ha avuto altro.
Adesso, il nostro bambino ha 5 mesi e mezzo e lei in questi mesi ha continuato a mettere delle regole a mio parere assurde:
-solito discorso quando pulisco la cassetta dei gatti con i guanti e do loro da mangiare
-lavarsi le mani ogni qualvolta io desideri prendere in braccio mio figlio nonostante me le sia appena lavate
-assolutamente obbligatorio lavarsi le mani dopo aver toccato qualunque tipo di cibo con le mani anche non unto
-mettere in lavatrice ogni cosa che venga a contatto con il pavimento o con qualche sacchetto della spazzatura.
Addirittura in auto si porta un berretto che utilizza solo lei, lo gira con l'interno fuori e lo mette sul poggia testa del sedile.
Premetto che sua mamma ha una sindrome depressivo ossessivo compulsiva.
La situazione comincia a diventare ingestibile come dicevo all'inizio, lei è sempre più ansiosa , a volte pure irritante , le chiedo cos'abbia e lei mi dice di non avere nulla.
Secondo voi da cosa potrebbero nascere questi suoi folli comportamenti? Cosa potrei aspettarmi da lei e cosa potrei fare io?
Vi ringrazio cortesemente

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Sua moglie ha lo stesso disturbo della madre ed ovviamente non si cura perché nella sua famiglia era considerato tutto normale.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 526XXX

La ringrazio per aver risposto. Il problema è che lei probabilmente non se ne rende conto. Quindi come posso comportarmi dinnanzi a questa situazione? E con nostro figlio? Lei è brava con lui, però ci sono dei rischi? Devo tenerlo lontano dalla mamma ?