Utente 497XXX
Sono arrivato a 8 mg al giorno, ma senza grossi risultati, ho chiesto io di scendere ed ora sono a 3 mg, ma vedo su internet che non c'è quasi nessuno a prendere dosi di quest'ordine di grandezza per patologie ansiose (Attacchi di panico ad esempio).
Leggo che il massimo in questi casi sono 4 mg e la dose di mantenimento è ad 1 mg.
Di chi mi devo fidare?
Dei miei curanti o di quello che trovo scritto su internet?

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Le informazioni che lei cerca su internet non la rendono esperto in terapie, né sono la fonte che un medico usa per studiare medicina.
Ennesima domanda priva di senso sullo stesso tema. Non ha proprio senso dati i presupposti della storia che riferisce.
Cerchi di non insistere con quesiti di questo tipo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 497XXX

D'accordo, gentile Dott. Pacini. Giustamente mi considera insistente e angosciato, ma sto attraversando un periodo molto brutto. Pensi che neanche i 30 mg di Felison che prendo ormai da più di 6 settimane mi fanno stare tranquillo, ma mi fanno ancora dormire. La mia terapeuta mi ha detto di non scalarli ancora perché dormire male, in questo periodo per me, è meglio che non dormire affatto. Io ho fiducia anche se temo di diventare dipendente e di avere brutte crisi di astinenza quando si deciderà di scalarlo (solo due dosi in capsula rigida 30 e 15 mg)....

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
No, il punto è che già ha avuto condotte poco consone, dopo di che insiste anche con domande che ripropongono a vuoto sempre il solito discorso. Qualsiasi cosa si possa chiedere intorno al tema "prendo delle benzodiazepine". Le domande in sé spesso, come questa, non hanno proprio un senso preciso, non riesce a fare a meno di parlare di un "problema benzodiazepine".
Crede sia il caso di rimarcare il discorso della paura dell'astinenza ? Può darsi forse che non l'abbia già comunicato negli altri numerosi consulti ? Dobbiamo ar finta di niente e commentarla come fosse una questione da discutere ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 497XXX

Egregio Dott. Pacini, a me parlarne fa bene. E' un modo per dominare la paura della crisi di astinenza. Non avendola mai provata, solo ora sono nella condizione potenziale di averne. Eppure è dal 1994 sono in cura. Mi avevano detto della dipendenza che genera il clonazepam e dell'assuefazione data dai sonniferi. Ma è la prima volta che potrei farne esperienza e ciò mi inquieta. Tutto qua

[#5] dopo  
Utente 497XXX

E poi mi viene in mente che su internet non posso trovare nulla che mi si adatti come individuo e che devo avere fiducia nella mia psichiatra. Resto appeso a un lumicino...

[#6]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non condivido. Le fa male e alimenta la paura. Su internet trova informazioni che in gran parte non può comprendere, però ci si può spaventare.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#7] dopo  
Utente 497XXX

Grazie Dott. Pacini: è proprio come dice Lei!
Vorrei trovare qualcuno che mi possa rassicurare. Ma trovo solo informazioni di utenti (forum in lingua inglese soprattutto) che raccontano di dosaggi lillipuziani o storie raccapriccianti. Soprattutto sulle crisi di astinenza. è come se anche le case farmaceutiche ci abbiano messo mano.....non so, sono molto preoccupato

[#8]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Appunto, è come le sto dicendo. Trova sicuramente cose che la spaventano. Sul piano informativo, bisogna avere nozioni, l'ultima cosa che fa testo sono le opinioni su un blog, o su un sito che si fonda su un'idea ma non offre dati, solo testimonianze. Facendo così si preoccupa per cose che non sono attinenti al suo caso.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#9] dopo  
Utente 497XXX

La ringrazio davvero Dott. Pacini, mi ha tolto un masso dallo stomaco. Mi sono rimasti dubbi su come avverrà lo scalaggio del Felison quando arriverà....ma ci vorrà tempo spero.

[#10] dopo  
Utente 497XXX

[#11]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non so cosa le faccia paura, per me è assolutamente neutro come articolo. Ovviamente se continua ad aprire pagine a caso, anche ci fosse scritto "buon natale", alla fine coglierà un messaggio connesso alla sua paura.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#12] dopo  
Utente 497XXX

il mio medico di famiglia e la mia psichiatra mi hanno detto che posso assumere clonazepam e flurazepam a vita senza problemi; l'articolo invece dà delle finestre temporali di utilizzo molto precise e ristrette: è questo che temo!

[#13]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
No, è che prende quel che legge in maniera rigida a causa di uno stato di allarme già presente. E ne travisa il senso pratico.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#14] dopo  
Utente 497XXX

Ha ragione, come al solito, dott. Pacini: cosa può tranquillizzarmi? sì, sono in allarme...

[#15]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se dice che ho ragione, non ha senso dire "cosa può tranquillizzarmi". Non è il meccanismo che le serve. Non porsi certi problemi le serve, non può farlo da solo, al momento è sempre teso a cercare rassicurazione, sembra anche convinto che sia un modo di risolvere la cosa. Non c'è rassicurazione dalla parte in cui cerca Lei, se mai a livello razionale il contrario. Facendo così perde il senso delle cose.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#16] dopo  
Utente 497XXX

"Non c'è rassicurazione dalla parte in cui cerca Lei, se mai a livello razionale il contrario."
cosa intende? Buon Natale!

[#17] dopo  
Utente 497XXX

Come posso scalare il rivotril e il felison?

[#18] dopo  
Utente 497XXX

Altro documento che tutti dovrebbero leggere: https://www.benzo.org.uk/itaman/index.htm

[#19]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Vedo proprio che non capisce. Però a questo punto decisa, o "spamma" questi link noti a tutti e utili forse a qualcuno, non a Lei, oppure chiede consulti e si pone diversamente. Questo modo di fare non ha senso e diventa veramente irritante per chi le risponde.
Come già è stato in passato.
O dimostra di capire, oppure inutile proseguire con qualsivoglia risposta.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#20] dopo  
Utente 497XXX

Allora gentilmente mi spieghi, Dott. Pacini, perché da questo suo ultimo post mi pare di non aver capito niente: qual è il nocciolo della questione?

[#21] dopo  
Utente 497XXX

ps, dopo 7 settimane posso ancora scalare il felison passando dai 30 mg ai 15 mg?