Utente 294XXX
Salve, il mio problema è ben più grave di quanto si pensa, sono affetto da Sindrome di Tourette Plus refractory con DOC, attacchi di panico, ansia e borderline e da circa una settimana sono in trattamento farmacologico con Rivotril 5 gocce x3 al giorno, queste gocce mi fanno sentire strano, affiaccato, assonnato, cefalea e difficoltà respiratoria e premetto che ho già problemi respiratori cronici come apnee notturne e asma bronchiale.

L'altro giorno sentendomi stufo di essere dipendente da questo farmaco, ho deciso di mia spontanea volontà di interrompere bruscamente il farmaco per provare l'olio di CBD come alternativa al medicinale ma purtroppo l'effetti collaterale dalla brusca sospensione di Rivotril non è tardato a manifestarsi, infatti oltre ad aumentare i miei tic motori e fonatori si sono accentuati anche gli attacchi di panico, ansia, bruxismo e il disturbo ossessivo compulsivo che tende a farmmi grattare in maniera insistente alcune aree del corpo anche se non avverto alcun prurito, ho iniziato ad avvertire un brusco cambiamento altalenante dell'umore da felice a subito dopo a triste fino a piangere senza motivo.

Volevo disintossicarmi del tutto da questi farmaci per iniziare per conto mio il trattamento con l'olio di CBD che mi hanno detto in tanti che è un ottima soluzione senza danni ai miei problemi.

Contattando il CSM che mi sta seguendo, la psichiatra mi ha detto di non sospendere assolutamente il Rivotril ma anzi, pensa che più in là, mi vuole associare un ulteriore farmaco come il Fevarin per gli sbazi d'umore.

Io a dirla tutta sono stufo di questi farmaci perchè ormai lo vedo come un tunnel senza uscita e quindi voglio passare a qualcosa che non mi porti a vere dipendenze come mi sta già succedendo con il Rivotril, l'idea di prendere dei farmaci a vita spegnendo di fatto alcune funzioni celebrali a vita non mi sembra una buona idea, non voglio essere passivo e assonnato tutto il giorno e soprattutto non voglio guardarmi allo specchio e vedere il riflesso di un uomo drogato da farmaci.

Cosa mi consiglia?
Sarebbe un alternativa valida la Cannabis Light?

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Sospende una terapia a bassissimo dosaggi ed attribuisce alla sospensione il ritorno dei sintomi senza comprendere che è la sua malattia.

Il suo disturbo è cronico e va trattato continuativamente e non ci sono alternative a trattamenti non validati.

Se non si cura il disturbo peggiorerà ulteriormente.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#2] dopo  
Utente 294XXX

Grazie per la risposta Dottore, il mio timore è di finire in un tunnel senza uscita e di prendere sempre più farmaci e sempre più pesanti, io già un anno fa prendevo l'Aloperidolo per la Sindrome di Tourette e questa mi ha portato a problemi di ginecomastia, prolattina e piastrinopenia e ora come ora ho paura con di abbassare le mie difese immunitarie soprattutto in questo triste periodo del Coronavirus, ieri notte mi è venuto un improvviso attacco di panico e ho ripreso il Rivotril sotto consiglio della guardia medica e stamattina ho preso altre 5 gocce di Rivotril ma mi fanno sentire strano, assonnato e svogliato oltre una strana sensazione alla testa, i medici mi hanno detto che devo solo abituarmi, ma a cosa? A stare male e intontito 24 ore al giorno?

Quando prendo farmaci anche la mia espressione facciale cambia e assume una fisionomia da drogato e queste cose mi fanno sentire malato mentale per davvero.

Mi sono cofrontato con molte persone che soffrono della Sindrome di Tourette e mi hanno detto che loro hanno abbandonato i farmaci proprio per lo stesso mio motivo e che ora fanno uso di cannabis light che dicono di stare meglio sia con i tic e sia con i problemi di ansia e attacchi di panico, possibile che per me non c'è un alternavita che avvelenarmi dai farmaci per far arricchire le case farmaceutiche?