x

x

Somministrazione alprazolam a persone anziani

Buongiorno... Da sei mesi mia mamma, 87 anni, sta assumendo gocce di alprazolam prescritte da un geriatra.
Ci era stato detto di dargliene 5 gocce ogni qual volta iniziava a dare segni di agitazione e aggressività (verbale) nei nostri confronti... Ci siamo fidati del parere di un esperto e seguito le indicazioni suggerite (quindi senza regolarità né nelle dosi né negli orari di somministrazione).
Con il passare del tempo, anziché un miglioramento, abbiamo notato un decadimento cognitivo notevole.
Chiesto un consulto ad un neuropsichiatra ci ha consigliato di eliminare gradualmente le gocce di alprazolam per passare a neuleptil.
Letti vari articoli su vari siti relativi alle benzodiazepine, ci siamo molto preoccupati delle conseguenze.
Nel togliere le gocce sopracitate, infatti, ci troviamo di fronte a vere e proprie crisi da astinenza con una confusione altissima, difficile da gestire.
Abbiamo speranza di un possibile miglioramento se non altro umorale al termine del percorso?
Possiamo sperare in una parziale ripresa cognitiva (anche se non totale) a fine sospensione di queste gocce?
Chiedo scusa per il lungo post e vi ringraziamo...
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 38.1k 913 63
Dipende da come evolverà la situazione nel tempo per cui deve attendere la completa sospensione.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la risposta e per la tempestività... Speriamo che rientri un po'... Era una persona positiva e vederla così disorientata e sfasata non è facile, pur sapendo che alla sua età è una situazione abbastanza frequente...
Grazie ancora