Attivo dal 2020 al 2020
Salve, vorrei raccontare la mia esperienza e chiedere la domanda sopraindicata.
Purtroppo in adolescenza ho avuto a che fare con la droga, e dopo circa 4 anni (avevo 20 anni all’epoca) durante una vacanza mi sono sentito male appena fumato.
Lì inizió subito un vociare assurdo accompagnato da deliri.
Una volta Tornato, dopo 15-20 giorni accettai la visita del neurologo.
Il neurologo mi diede Haldol Decanoas soluzione intramuscolare da 50MG 1 fiala al mese.
Io, oltre ad essere un tipo scettico, eRo ancora in fase leggermente delirante/allucinatoria, perché ero ancora convinto che il problema non fossi io, ma tutti quelli che mi spiassero e parlavano davvero (in realtà allucinazioni), allora decisi di fare una prova, rifumare e vedere cosa comportasse tutto ciò.
Detto fatto, vidi una scena inquietante, il barista con la bocca chiusa e io che sentivo la sua voce, da lì in poi ho capito tutto ciò che mi stesse accadendo e tornai a casa e dissi tutto ai miei genitori di ciò che avevo combinato quel pomeriggio...Dopo quel giorno una netta ripresa, in modo graduale ma netta, ho accettato di farmi seguire da psicologi e neurologo, anzi ero ansioso di andarci ogni volta, avevo paura che tutto ciò che avevo appena vissuto potesse riaccadere...Dopo circa 3 anni decisi di cambiare neurologo per via della sua poca vicinanza in un momento difficile dove avevo tutte le controindicazioni del farmaco (haldol) e nessun altro sintomo da ormai quel giorno appena raccontato...Mi rivolsi a uno psichiatra e mi tolse l’antipsicotico dicendo che non serviva a nulla e che la diagnosi fatta in precedenza: Psicosi Schizofrenica paranoide fosse completamente errata, nel frattempo io ho iniziato (già da prima) ad avere sempre pensieri nella testa, pensieri stupidi che ho ancora tutt’ora: che sono malato, che ho la schizofrenia, che ho problemi, non mi sento lucido, chissà come mi vede la gente e a volte leggermente idee di sospetto che ho sempre avuto a livello caratteriale.
A volte le ammetto, che è da quando ho avuto questo problema che ho paura (e credo) di sentire le voci, ma non sono proprio voci, cioè, rumori che mi sembrano voci, e ho paura di delirare ancora...Perché non capisco cosa dicano e quando spiego ai miei genitori questo malessere dicono che è frutto dell’ansia, invece io ho molta paura e mi innervosisco lì per lì...Lui dice devo farmi meno seghe mentali e che la devo smettere con queste ossessioni.
Io ho paura invece, ho paura di non stare bene, che non ritrovi mai più la mia lucidità.
Cosa ne pensate?
La terapia di ora è blandissima: Fluvoxamina 50MG mattina
Fluvoxamina 50MG-Lorans 1MG sera.

E se non sono schizofrenico, cosa ho avuto quel Periodo?
Ancora non riesco a capirlo

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
L’uso di sostanze slatentizza alcuni sintomi che si inquadrano tra le psicosi e vanno trattate come tali anche se la diagnosi che aveva ricevuto sembra un po’ eccessiva.

Eppure oggi ha di nuovo dei sintomi con questa terapia attuale che appare inadeguata ma ha anche una benzodiazepina fissa nel trattamento che non andrebbe utilizzata per tempi lunghi.

Dr. F. S. Ruggiero


http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

https://wa.me/3908251881139