Utente
Causa problemi di forte depressione, dal 1999 al 2014 ho fatto la terapia che segue, con risultati molto positivi, in pratica mi sono salvato dal suicidio.
Le dosi sono divise tra Colazione - Pranzo -Cena:
ELOPRAM 20 mg: 1 col. - 1 pranzo
NORITREN 25 mg 1 col. - 1 pranzo - 2 cena
NEURONTIN 100 mg 2 col. - 1 pranzo - 2 cena
Dal 2015 ho sospeso molto progressivamente questa terapia e sono stato benissimo, non ho avuto nessun ritorno di depressione.

Purtroppo, come ben noto, proprio a marzo 2020 si è diffusa nel mondo la pandemia del CORONA VIRUS e purtroppo da inizio Giugno 2020 ho avuto un ritorno della depressione.


Purtroppo il medico che l'ha prescritto non è più reperibile.


Chiedo gentilmente, a chi avrà la bontà di rispondermi, visto che questa predetta terapia mi ha salvato dalla depressione (e dal suicidio), pensa che se la riprendo con le stesse dosi, possa avere gli stessi risultati positivi degli anni 1999-2015.


Un caloroso ringraziamento e un cordiale saluto da Jack.

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
La terapia va in ogni caso rivalutata sia perchè sono passati diversi anni dalla prescrizione e dalla sospensione che intanto ha raggiunto una età per la quale è richiesto un rimaneggiamento dei dosaggi verso il basso.

Pertanto, deve rivolgersi ad uno specialista che possa valutare la situazione e stabilire la terapia più adatta al suo caso in questo momento.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

https://wa.me/3908251881139

[#2] dopo  
Utente
Gent.imo Dott. Ruggiero,
la ringrazio tantissimo per la sollecita risposta.
Le chiedo, inoltre, un chiarimento che per me è molto importante.
Quando Lei parla di rivalutazione della terapia, si riferisce ad usare gli stessi farmaci (Elopram-Noritren- Neurontin) in dose ridotte rispetto le precedenti, considerando anche che ora sono "più vecchio", oppure a cercare nuovi farmaci che possano risolvere i miei problemi depressivi ?
Le chiedo questo perchè, col precedente psichiatra, che poverino è passato a "miglior vita", prima di arrivare a questi farmaci che mi hanno salvato, ne ho provati tantissimi altri in un periodo lungo due anni, e, mi creda, per me è stata una "Via Crucis" di sofferenza.
Quindi, sapere che posso usare gli stessi farmaci in dosi ridotte, per me sarebbe già un motivo di tranquillità.

Resto in attesa di una Sua risposta chiarificatrice.
Un cordiale saluto. Jack

[#3]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Dipende da chi la visiterà e deciderà il da farsi
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

https://wa.me/3908251881139

[#4] dopo  
Utente
Grazie per la risposta.
JF