Citalopram raccontarmi le vs esperienze con questo antidepressivo

Per ansia generalizzata Lo devo assumere 1 goccia alla volta fino alla dose target di 10, nel frattempo sono in terapia con lo xanax 1 mg a rilascio prolungato prima di dormire e levopraid 25 mg 1 cp prima di colazione e 1 cp prima di cena... avevo già provato con il seurepin da 10 mg metà compressa con xanax a rilascio immediato 0. 25 mg al mattino una pomeriggio e uno al bisogno ma dopo nemmeno un giorno la notte seguente mi sentii male con forte nausea e tachicardia.
E se c'è qualche interazione con questi farmaci che sto attualmente prendendo?? Grazie
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 35,9k 877 226
Salve

Non ho capito la domanda. Il medico ha prescritto le medicine, pensa che associ le cose a caso senza sapere minimamente cosa fa ?

La questione è che il suo stato di allarme è elevato, forse ha timore in particolare dei farmaci. Il fatto che sia stata male una notte dopo il sereupin è stato sufficiente a far cambiare cura. Anche questo schema di aumento così graduale è un modo per iniziare piano, ma la questione, più che il farmaco, è il terreno su cui va agire. Per contro, se inizialmente vi è aumento dei sintomi, di per sé questo è anche previsto, non è un controsenso.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#2]
dopo
Utente
Utente
Persino con lo xanax a rilascio prolungato avevo dei pregiudizi ho provato e quanto meno non ho avuto effetti indesiderati particolarmente forti ma temo per la dipendenza e assuefazione.. A livello di effetti collaterali c'è meno rischio per il citalopram che la paroxetina??
[#3]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 35,9k 877 226
Non capisco cosa voglia dire quando paragona cose tra loro diverse. Secondo me in generale è preoccupata, di cose generali. C'è poco da essere preoccupati per un fenomeno come l'assuefazione: si verifica dopo un po' di assunzione regolare con certi farmaci, il medico sa quindi come eventualmente toglierli in caso di sviluppata assuefazione.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test