Utente
Buonasera, sono una mamma di 30 anni, lavoratrice, ma con una grossa fobia, soffro di anginofobia.
Questo disturbo mi ha totalmente rovinato la vita.
Negli ultimi anni ho superato diversi eventi negativi, il tradimento di mio marito e il conseguente aborto volontario del mio quarto figlio.
Da quasi un anno ho paura di mangiare e evito carne, pane, pasta ecc... Mangio quasi tutto frullato, addirittura l omogeneizzato di carne dei bambini.
Sono in cura da uno psicologo da circa 5 mesi due volte al mese, stiamo cercando di capire i motivi che mi hanno portata ad avere questo problema.
Per ora non assumo nulla, solo integratori alimentari.
Sono davvero demoralizzata perché ho l impressione di non riuscire a superarlo, di perdere solo tempo anche con lo psicologo perché non noto nessun miglioramento da quanto ho iniziato il percorso.
Ho paura di morire perché perdo peso e sono anche anemica.
Sono ancora insieme a mio marito, che però mi da tante preoccupazioni, ho un lavoro e dei bravissimi figli.
Ma questo passato difficile e la situazione attuale pesano.
In più non mangiando ho anche un carattere irritabile e mi sento sempre stanca e con poche energie.
Quando arrivo al momento del pasto (non mangio mai da sola) mi sforzo di mangiare, ma bevendo molto mi sento subito sazia.
Ho il dubbio di non seguire la terapia corretta.
Io voglio guarire e riprendermi la mia vita e sono disposta anche a prendere delle medicine.
Ma secondo lei si può guarire da questa patologia o mi devo arrendere e conviverci?
Grazie mille.

[#1]  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Buonasera
ma lei già si chiede se deve convivere con la sua malattia prima ancora di cominciare a curarsi?
Con la psicoterapia lei magari potrà arrivare a capire le origini di questa fobia, ma non è detto che poi il disturbo le passi, perchè certi sintomi, una volta partiti, si autoalimentano.
Se per questa fobia dimagrisce e si anemizza è necessario che segua una cura medica, prescritta da uno specialista psichiatra.
Auguri.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-