Fobia dei tumori

Buongiorno,
Ho un disturbo ossessivo da circa un anno, da quando mia madre si è ammalata di tumore al pancreas.
Sono già stata seguita da uno psicoterapeuta e ora per crisi economica ho lasciato in stand-by.
Ho la fobia dei tumori, credo già in uno stadio aggravato.
A decadenza circa mensile nasce un disturbo o un qualcosa che diventa per settimane la mia ossessione, è stato il mal di testa, poi mal di stomaco, dolore alla spalla, un neo grattato via, ora nello specifico la mia fissazione va alle ovaie.
Non c’è un motivo reale, mi palpo in maniera ossessiva e mi spavento pur non sentendo nulla.
Sono arrivata a dormire poco, mangiare male, rovinare la vita delle persone accanto a me, soffro di attacchi di panico che mi bloccano il respiro e a volte mi è capitato di tagliarmi gambe e braccia... ho un grave problema con il mio corpo, non riesco a lavarmi e lo faccio sempre meno spesso.
Quando lo faccio uso una spugna per non dovermi toccare, e spesso piango al pensiero di dovermi vedere nuda.
Mi spaventano brufoli, nei, protuberanze, mi spaventano i capezzoli, il seno, la parte intima, la paura di vedere ingrossamenti o rigonfiamenti.
Contatto spesso il mio medico di base, che però è di poche parole e si limita a mandarmi a far visite specialistiche anche se trova sempre un po’ stupidi i miei problemi.
Prima le seguivo, ora mi sto rifiutando.
Il mio peggior nemico è internet, ogni cosa che scrivo la risposta di internet conferma i miei problemi.
Se cerco tipo tumore alle ovaie e non trovo niente che coincide con le mie ansie, trovo sicuramente qualsiasi altro sintomo che le può continuare ad alimentare tipo gas nella pancia.
E allora penso io ne soffro, quindi ho un tumore.
Il loop è sempre lo stesso.
Sono iscritta a gruppi di persone malate di cancro, seguo su Instagram ragazze malate di cancro, una parte inconscia di me cerca in tutti i modi di farmi pensare tutto il giorno solo a questo.
I rapporti personali diventano sempre più difficili, le persone di fianco a me prima mi sostenevano e mi aiutavano, ora ad ogni cosa che tirò fuori si spazientiscono subito e non cercano di rassicurarmi più.
Dicono che tanto è inutile, che tanto metto in discussione anche i medici.
So perfettamente che dovrei fare terapia, spesso le mie angosce sono talmente tanto forti da farmi pensare al suicidio.
Vivo perennemente nel terrore e mi sento sempre malata, non mi curo, non faccio movimento e ho un umore che passa dallo stato di panico alla depressione.
Chiedo un modo, qualsiasi, anche un consiglio concreto su come posso fare Per non alimentare la mia ansia e attenuarla in attesa di ricominciare terapia.
Tipo, l’uso di internet è consigliato?
O è un qualcosa che mi fa ancora più male?
Come devo affrontare le visite mediche?
Mi devo aggrappare a quello?
Oppure davvero non mi aiutano?
Grazie a tutti
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta, Psicologo 33,8k 823 50
La soluzione sta nel fare una visita psichiatrica e curarsi altrimenti continuerà a fare queste cose senza fermarsi e peggiorando la situazione.



Dr. F. S. Ruggiero


http://www.francescoruggiero.it

https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa