Dolore da somatizzazione

Salve dottori,
Cercherò di essere il più conciso possibile nell’esporre il mio problema.

Da un paio d’anni a questa parte credo di soffrire di un disturbo di somatizzazione dell’ansia, che mi porta ad avere dei dolori anche abbastanza intensi in varie parti del corpo.
Nell’ordine ho avuto: disturbi alle vie urinarie (visite tutte perfette), dermatite (che la dermatologa non ha mai capito da cosa potesse essere dovuta), disturbi gastrointestinali.
Tutti questi disturbi sono saltati fuori dopo periodi molto stressanti.
Premetto che sono sempre stato un tipo molto ansioso, e che la situazione è peggiorata da quando ho avuto i disturbi urinari (che tutt’ora si ripresentano ciclicamente, sebbene per gli urologi non ci sia nulla da segnalare).
A volte quando sto bene è come se il mio cervello si accorgesse che non mi sto fissando su questo disturbo urinario e mi porta a pensare solo a quello, causandomi dolore.
L’ultimo problema risale a novembre scorso: dopo un mese di stress infernale, dovuto a dei problemi lavorativi che mi hanno portato poi a lasciare il posto, ho avuto un episodio di dolore testicolare molto forte che è sfociato in una sub-torsione.
Ho fissato un intervento con il mio urologo che, alla visita post-operatoria, mi ha confermato che è stato eseguito alla perfezione e che tutto andava bene.
Questo è successo un mese fa.
Ad oggi ho ancora dolori al testicolo, ma io sono convinto che sia la mia testa che mi fa concentrare su questa zona e mi causa fastidio.
Credo di aver avuto la conferma qualche giorno fa: ho avuto un episodio di torcicollo dopo un movimento brusco, e durante i giorni in cui ho avuto dolore al collo, il dolore al testicolo era come sparito, non mi faceva male nemmeno al tatto.
Sparito il dolore al collo, ecco di nuovo il dolore testicolare, che si alterna con il dolore in zona pelvica (un giorno l’uno e un giorno l’altro praticamente).

È compatibile quello che provo con un disturbo da somatizzazione?

Quali consigli potete darmi, oltre a farmi visitare da uno psicologo?
Cambiare le mie abitudini di vita (es: fare più sport, trovare un hobby) mi può aiutare?

Grazie, so di essermi dilungato alla fine, mi scuso.
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 34k 829 50
Il dolore psicosomatico ha delle caratteristiche ben precise e si tratta con terapia specifiche che possono essere valutate da uno specialista in psichiatria.

Altre indicazioni non servono a ridurre la sintomatologia.


Dr. F. S. Ruggiero


http://www.francescoruggiero.it

https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dott. Ruggiero,
grazie intanto per la risposta. Certo, non intendevo dire che la cura sia solo fare attività fisica, ma non potrebbe aiutarmi almeno a livello di umore? Non faccio sport da un po’ e poi ora con il problema Covid è difficile, ma appena si potrà ho intenzione di rimettermi in riga. Legandomi al discorso dell’umore, ho notato che quando vedevo i miei amici (un po’ di tempo fa l’ultima volta, sempre causa Covid) o quando per esempio mi andavo a bere una birra o qualche alcolico (non bevo mai a casa, solo a volte quando andavo al bar), il mio umore migliorava molto e i dolori si affievolivano a volte fino a scomparire. Immagino sia collegato allo stato d’animo e al fatto che non mi concentro su un punto preciso del corpo, per questo Le chiedevo se fare qualcosa che mi permette di non focalizzarmi sul dolore mi aiuterà a vivermela meglio.
Grazie ancora
[#3]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 34k 829 50
Il fatto che migliori la sua condizione non vuol dire che è trattata adeguatamente per cui poi si ripresenta come prima.

https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio