Utente
Salve a tutti.

Il 2020, per me come per molti altri, è stato un anno difficile e sento come se abbia "incrinato" qualcosa che già era stato difficilmente reso stabile negli anni: alcuni cose si sono acuite mentre altre sono nuove.
Mi sento "lento" a livello mentale, offuscato nei pensieri; mi sento oppresso e ho in mente scenari opprimenti o molto, forse troppo, rabbiosi per eventi che non esistono o che non hanno più motivo di esserci; mi innervosisco assai facilmente ed è difficile tornare alla calma; ho parecchi problemi a dormire (o non ho proprio sonno, ma questo l'ho sempre avuto come problema); difficoltà a esprimersi e a volte sento il cervello come "spento", nel senso che sento quasi blackout; digrignare i denti e e non riuscire a studiare come un tempo.

Per un paio di volte è successo che vedessi "tipo ombre" con la coda dell'occhio, ma forse quello è dovuto al poco sonno.
A livello somatico ho sentito delle fitte al petto in alcuni momenti di forte stress (soprattutto quando mio padre fu ricoverato in ospedale) e sempre in questi momenti ho avuto, per frazioni di secondi, come se non riuscissi a riconoscere dei volti familiari.

Tengo a fare presente che sono stato in terapia per circa un anno o poco più per problemi di ansia somatizzata, ma poi me ne sono andato per una serie di motivi (economici e perché non mi trovavo in sintonia con lo psicologo che mi seguiva).
Questa carrellata di sintomi è nata in parte anni fa (l'insonnnia e il bisogno di urlare, non riuscire a esprimersi a voce), ma la maggior parte sono nate nell'ultimo periodo come detto.
L'anno precedente l'ho sentito come la "goccia" che ha fatto traboccare il vaso e lentamente ho cominciato a "sviluppare" questi problemi.

Di base sono piuttosto preoccupato e sono intenzionato a parlarne con il medico di famiglia che mi conosce da una vita (più o meno letteralmente), non so se sia una cosa semplicemente mentale o lo spettro di qualcosa anche di fisico.

Vi ringrazio per la disponibilità.

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Potrebbe stare sviluppando una sintomatologia che riprende lo stato precedente con dei sintomi che per ora sono lievi ma che sembrano andare verso l’acutizzazione.


È opportuno che possa far valutare la situazione da uno specialista in psichiatria.



Dr. F. S. Ruggiero


http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio. ma una domanda: perché visita psichiatrica e non psicologica?

[#3]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003