Problemi psichici paura di parlarne con i medici

salve,sono da anni che soffro di depressione e sbalzi di umore con relativi attacchi di panico,ultimamente mi sveglio durante il sonno con il cuore che batte fortissimo con la paura fissa che mi venga una ischemia celebrale,ho delle fissazioni che non mi fanno piu' vivere,mia madre e' ricoverata in un struttura per lo stesso problema ,in questa maniera mi rendo conto che non posso piu' andare avanti,sul lavoro e' veramente dura e non c'e' la faccio proprio piu'ho paura di incontrare persone che mi conoscono e che mi giudicano quando le incontro ci sto male ,ma che posso fare se vado al centro salute mentale ho paura che mi facciano un ricovero coatto come fu per mia madre la quale non e' piu' uscita,non so piu' che fare io vivo solo e mi sono allontanato da tutti e ivo nel mio mondo,la casa e' l'unico posto dove mi sento sicuro,diffido di tutti e di tutto,ho pensato piu' volte di farla finita,ma non ho il coraggio neppure di fare quello ,forse questo sito mi aiutera' a essere meno solo,dentro di me ho paura che esponendomi verso i medici possa avere delle restrizioni della mia liberta',la patente e il passaporto cosa potrebbe succedere me li tolgono,se poi valutano di rendermi invalido che succedera' della mia vita cosa cambiera' mi chiuderanno come mia madre....
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 41.3k 1k 63
Gentile utente,

il ricovero coatto e' un atto legale che viene applicato quando si trovano concomitanti le tre condizioni previste dalla legge.
Se lei ritiene di avere un problema e chiede aiuto ai medici, non ci sono gia' le condizioni per un ricovero coatto, diversamente sarebbe un atto di abuso.

Per cio' che riguarda la sua sintomatologia un trattamento valido puo' gestire completamente i suoi sintomi una volta inquadrato il problema sia dal punto di vista psichiatrico che, eventualmente, dal punto di vista internistico.

Non e' saggio farsi prendere dalla preoccupazione e non curarsi.

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
Attivo dal 2009 al 2010
Ex utente
la ringrazio dott. ruggiero dei consigli che mi ha dato la prossima settimana vado al centro salute mentale,so gia' che li mi daranno tutte le cure e le informazioni del caso,ma la piu' esaudietnte me la data lei sul ricovero coatto,era la mia paura maggiore,la ringrazio di nuovo e spero nel caso avessi bisogno di un altro consiglio o dubbio da chiarire la ricontattero',e' molto importante per me avere certe conferme da piu' persone mi aiutano a essere piu' coerente a tranquillo per affrontare meglio la mia situazione.
[#3]
Dr.ssa Franca Scapellato Psichiatra, Psicoterapeuta 4k 197 21
Gentile utente,
il collega Ruggiero ha perfettamente ragione, vada alla visita senza paura, ci mancherebbe che alle persone che assumono psicofarmaci per patologie, seguiti dallo specialista, venisse ritirata la patente, si fermerebbe l'Italia. Quanto al ricovero coatto, non esistono i presupposti e non ci pensi proprio.
Tenga conto che non c'è "una" malattia mentale, ce n'è una vasta scelta, e tutt'al più si eredita una predisposizione, per cui la sua patologia non è quella di sua mamma, è sua personale.
Cordiali saluti

Franca Scapellato