Utente 158XXX
Ho una bimba di 5 anni tranquilla ed autonoma ma da un pò di tempo a questa parte noto il suo attacco morboso per me che le impedisce persino di giocare o guardare la tv senza di me.Dovunque vado o qualsiasi cosa faccio mi imita e mi segue di continuo.Le sto insegnando a dormire da sola nella sua cameretta ma ci riesce solo se ci sono io nel letto con lei e quando nella notte mi alzo per andare nel mio letto, dopo pochi istanti piangendo mi chiede di ritornare da lei.All'asilo non ci va più tanto volentieri perchè vorrebbe stare con me e si sta addirittura allontanando dal padre. E' solo una fase di crescita o devo preoccuparmi? grazie per l'ascolto e per la risposta.

[#1]  
Dr.ssa Daniela Siciliano

24% attività
8% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,
da quello che scrive ci sarebbero degli elementi su cui rifettere ma sarebbe anche il caso comprendere sino in fondo se è un comportamento che ha sempre avuto o se si è accentuato negli ultimi periodi e da quando.

Certamente, se la bimba a 5 anni presenta un comportamento che si manifesta con "attacco morboso a lei", "distacco dal padre", difficoltà a dormire nel suo letto, etc mi verrebbe da chiedermi:
cosa è successo a questa bimba? c'è stato un evento particolare? nascita di un fratellino, sorellina, morte di un parente, cambio casa, situazione familiare cambiata?
Capita, infatti a volte, che questi cambiamenti siano causa di una compenente più o meno traumatica che hanno causato un cambiamento comportamentale.

io le consiglierei, ma senza allarmismi, di indagare con l'aiuto di un professionista.

Dr.ssa DANIELA SICILIANO
Psicologa clinica, Psicodiagnosta dell'età evolutiva e dell'età adulta CTU Tribunale civild di Roma

[#2] dopo  
Utente 158XXX

Grazie per la Sua risposta... devo dire che io sono per lei un punto di riferimento importante anche perchè sta sempre con me.E' figlia unica e al momento non ci sono progetti per un altro figlio e non c'è stato nessun lutto familiare...devo dirLe anche che lei ha quasi sempre dormito nel nostro letto:ora ha la sua stanzetta e troviamo giusto io e mio marito abituarla alla sua indipendenza e noi alla nostra...tempo fa lei aveva il terrore per la mia morte e piangeva pensando che all'asilo non andavo più a prenderla perchè morivo e poi chi si prendeva cura di lei?sta sempre attenta a non fare qualcosa che possa farmi arrabbiare, quasi come se arrabbiandomi si rompesse qualcosa tra noi, se cade mi chiede scusa e non dice che si è fatta male lo devo scoprire io in seguito... però tutto questo capita in casa perchè se siamo fuori casa lei sta con altre persone non attaccata a me però quando ritorna mi abbraccia e mi bacia così forte da sembrare due persone che non si vedono da anni e mi dice di essere contenta di rivedermi... ma io il mio affetto come anche mio marito di certo non glielo facciamo mancare, anzi a volte lei approfitta anche di questo.Che ne pensa?Grazie ancora per la disponibilità.

[#3]  
Dr.ssa Laura Rinella

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Gentile signora,
i comportamenti dei bambini sono comprensibili e decodificabili in relazione ai contesti ai quali appartengono, in primo luogo quello familiare.

Bisognerebbe avere elementi rispetto al tipo di relazioni che intercorrono tra di voi e alla vostra storia familiare per poter esprimere un parere che abbia senso, ma purtroppo questo non è il mezzo idoneo per raccoglierli.

Da ciò che ha riferito, a mio avviso, sembrerebbe opportuno chiedere un consulto ad uno psicologo/psicoterapeuta familiare (indicato l'orientamento sistemico-relazionale) allo scopo di valutare in modo idoneo la situazione.

Cordialmente

Dr.ssa Laura Rinella
Psicologa Psicoterapeuta
www.psicologiabenessereonline.it

[#4]  
Dr.ssa Daniela Siciliano

24% attività
8% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
Cara Utente,
infatti il suo comportamento è morboso appunto motivo per cui riconfermo l'ipotesi di richiedere un consulto e intraprendere un percorso di crescita, proprio per aiutarla ad avviarsi alla sua autonomia, come lei intelligentemente ha già intuito.

Io le auguro un grosso in bocca al lupo e tanti auguri per la bimba
Saluti
Dr.ssa DANIELA SICILIANO
Psicologa clinica, Psicodiagnosta dell'età evolutiva e dell'età adulta CTU Tribunale civild di Roma