Utente 279XXX
Mi trovo nel fatidico momento di “limbo” cercando di capire se ha senso riprovare dopo una relazione di 2 anni e mezzo a distanza.
Dopo che lui mi ha strattonato e messo le mani addosso e dopo un dopo un mio tradimento, siamo qui che stiamo cercando di capire che fare .
Al mio fidanzato l’ho accusato di essere egoista, insensibile, di non essere in grado di starmi vicino e di ricoprire il suo ruolo da compagno nei momenti difficili e di essersi approfittato della mia parte più debole.Gli ho detto che mi aveva messo le mani ora addosso sarebbe accaduto in un futuro ancora magari con i figli!
Ma, penso dentro di me, che tutte le accuse che ho rivolto a lui, probabilmente le stavo urlando a me stessa di non essere stata capace di accorgermi prima di che persona era (le avvisaglie c’erano)

L’ho lasciato per un breve periodo molto brutto per me, ero piena di rabbia angoscia delusione smarrimento e in questo periodo ho conosciuto un altro che mi faceva star meglio.
La non lucidità mi impedisce di capire dove sta il problema: se effettivamente è giusto continuare, che mi aspettassi di più rispetto a quello che ha fatto, o se sono stata io totalmente incapace di ricevere.
sto cercando di capire cosa fare: tornare indietro e riprovare o chiudere e andare avanti. Lui aspetta e vuole riprovare, dice.
Anche l’altro ragazzo (pur essendo totalemente sbagliato per me) vuole provare a far una storia.
Ma io non so cosa voglio, non so cosa sia giusto fare.

[#1]  
Dr.ssa Francesca Coluccini

24% attività
0% attualità
16% socialità
JESI (AN)
ANCONA (AN)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2012
Gentile utente, al momento potrebbe essere opportuno fermarsi e trovare quiete e solitudine, dopo questo turbinio di emozioni.
Gli elementi per prendere una decisione sono a sua disposizione: sta a lei capire se vuole utilizzarli in maniera costruttiva o perseverare nell'idealizzare o voler riparare situazioni che non la stanno conducendo alla serenità.
Si dia del tempo per elaborare quanto è successo e cerchi il supporto di una persona di fiducia che possa ascoltarla.

I migliori auguri
Dr.ssa Francesca Coluccini
psicologa psicoterapeuta sessuologo clinico
www.francescacoluccini.it