x

x

Possibile che sia soltanto ansia ??

Buongiorno Gentilissimi Dottori,vi scrivo per chiedervi un parere esperto ;alcuni mesi fa ho sofferto di un perio di forte stress,facendo delle analisi più accurate si è dimostrato come un episodio di tiroidite virale che quindi non lascia manifestazioni sull'organismo ,almeno in modo continuo,per farla breve la mia tiroide è danneggiata e se dovesse "muoversi"ancora si spegnerebbe ma secondo il medico per ora é ferma. il problema è il seguente : da quel periodo in particolare ho iniziato a notare episodi di tachicardia ,sbalzi di temperatura (freddo e tremori come se avessi la febbre ),respiro affannoso e alcuni giorni mancanza quasi totale di appetito.
sono sempre stata molto insicura e di"facile turbamento " specialmente in periodi come questi dove ci sono gli esami universitari ...ma è possibile che l'ansia possa provocare tutto questo ?può essere legata a fattori esterni o generalmente è l'individuo stesso a farsi del male da solo con pensieri negativi?c'è qualche modo per tenerla sotto controllo (non intendo farmaci o fiori di bach ma psicologicamente parlando )

vi ringrazio enormemente per il vostro lavoro
[#1]
Dr.ssa Elisabetta Scolamacchia Psicologo, Psicoterapeuta 740 20 3
Cara ragazza,
L'ansia ha molti effetti che possono riversarsi sull'organismo. C''e' una vastissima letteratura in merito a questo e anche studi, scientificamente fondati, danno rilevanza al collegamento tra un eccesso di ansia e malattie funzionali ed organiche. Ovvio, il processo e' circolare, nel senso: sono ansioso, tendo ad ammalarmi in quegli organi 'bersaglio', divento ancora più ansioso ecc....oppure: ho una malattia organica, posso diventare ansioso, questo può esacerbare la malattia stessa, in quanto non attuo tutte le strategie di fronteggiamento adeguate e funzionali al problema..
Come vede, il processo e' complesso, ma, semplificando molto, e rispondendo alla sua domanda, l'ansia può essere uno dei potenti fattori che possono far precipitare, amplificare o addirittura portare a una malattia. Esempi tratti dalla clinica sono molti.
Si può curare l'ansia? Certamente si! I farmaci possono essere indicati per un periodo, ma lo stile di vita e le abitudini ansiogene possono e devono essere modificate con tecniche di rilassamento ( training autogeno, per es.) e con un percorso di sostegno psicologico e/ o di psicoterapia focalizzato alla risoluzione dei problemi e all'empowerment del senso di auto efficacia e di autostima. Le soluzioni, insomma, sono davvero a portata di mano. Posso dirle che ho visto pazienti inizialmente in balia di ansie parossistiche riuscire, anche in tempi ragionevolmente brevi, a gestire i loro stati ansiogeni e ad incanalare le loro energie verso obiettivi gratificanti e funzionali. Quindi, coraggio, si può sicuramente fare!
Un caro saluto

Dr.ssa Elisabetta Scolamacchia
Psicologa. Psicoterapeuta. Analista Transazionale

[#2]
Dr. Giuseppe Santonocito Psicologo, Psicoterapeuta 16k 368 221
Ha parlato della sua ansia ai curanti? Se soffre di tiroide potrebbe essere quella la pista da seguire per prima.

Dr. G. Santonocito, Psicologo | Specialista in Psicoterapia Breve Strategica
Consulti online e in presenza
www.giuseppesantonocito.com

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto