Non voglio lavorare

gentili medici,
in questo momento non sono capace di troppe formalità quindi andrò al dunque. oltre ad avere la sindrome da shopping compulsivo non ho voglia nè di cercarmi un lavoro nè di pensare di dovermi assumere la responsabilità di un lavoro...credo che il tutto sia legato al fatto che i miei genitori mi abbiano sempre tolto le responsabilità,anche le minime dalle mani...oggi l'ennesimo litigio con mio padre riguardo le mie incapacità mi hanno gettata nell angoscia piu nera...non so come sfogarmi così vi scrivo...mi avete sempre dato buoni consigli...sono l'unica aliena che riconosce di non avere voglia di lavorare oppure mi posso considerare normale? la cosa poi è ancora piu sconveniente per il fatto che, come dicevo appunto, ho le mani bucate...non in senso assoluto ma investo molti soldi nella cultura: letteratura, teatro, musica, viaggi, cinema..per tutto il resto sono anzi piuttosto spilorcia! sono tanti fatti in contraddizione tra loro e non so darmi una risposta che mi liberi da questa angoscia tagliente...spero mi aiuterete come sempre
cordialmente
G.P.
[#1]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
Buongiorno,
Le riposi io a maggio

Cosa è cambiato?

la mia risposta rimane invariata

https://www.medicitalia.it/consulti/psicologia/566102-shopping-compulsivo-perche.html

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
scusi non ricordavo di aver già scritto di me! grazie per la risposta! ora il mio pensiero è focalizzato diversamente!non tanto sullo shopping quanto sul fatto che io mi rifiuti di lavorare e non ne comprendo la ragione e mi sento in colpa...grazie ancora!
[#3]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103

Scusi la domanda banale,
ma il denaro per lo shopping compulsivo come se lo procura?

Qualcuno - magari della famiglia - La sta "aiutando" a rimanere in questa situazione fornendole del denaro?



Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#4]
dopo
Utente
Utente
gentile dr brunalti mio marito ha il doppio lavoro; io vengo da una famiglia agiata e comuque il mio problema in questo momento era sul mio rifiuto di lavorare! grazie per la risposta!
[#5]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103

Intendevo dire che le nostre motivazioni spesso trovano un sostegno (negativo) in chi ci sta intorno e ci vuole bene.

Capirne il motivo non La aiuterà/aiuterebbe a cambiare, purtroppo. E' una illusione frequente.
Eppoi... perchè lavorare se si può avere tutto senza affaticarsi?

"L'angoscia tagliente" invece potrebbe essere un motore di cambiamento.

Più di questo online è impossibile dire.





[#6]
dopo
Utente
Utente
grazie mille
[#7]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103
E' stato un piacere.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio