Utente cancellato
Buongiorno,
Scrivo perché sono maggiorenne da anni ormai e non so se ci sono consultori gratuiti a questa etá, sto ancora studiando (faccio la magistrale) e vivendo con i miei genitori ancora dipendo da loro per tutto quindi pensare di affidarmi a uno psicologo non è fattibile.
Lo feci già in passato per un’altra problematica ma era costoso e i miei ora non capirebbero la mia necessità.
Chiedo un consulto perché sospetto un tradimento da parte di mio padre nei confronti di mia madre. Mia mamma 6 anni fa si è ammalata di cancro al seno... è guarita e in tutti questi anni tra operazioni di vario tipo tra cui anche di chirurgia estetica, mio padre e noi le siamo sempre stati vicino.
Ma il cancro cambia... mia mamma è cambiata caratterialmente ed è diventata più nervosa, facilmente irritabile, se la prende subito per piccolezze e spesso senza motivo.
A volte la situazione è un po’ difficile e tra i miei tesa perché non mancano discussioni.
La mia paura più grande è che si lascino....
Mamma dice che papà non le da più attenzioni come una volta ma io vedo che se ha bisogno lui c’é, non le fa mancare nulla e si preoccupa per lei...
Ma qualche anno fa una cipria trovata in macchina mi ha fatto pensare. La ho trovata io e ho chiesto a mia madre pensando fosse sua: non lo era. Abbiamo chiesto a mio fratello: risposta negativa. Abbiamo cosi chiesto a papà e anche da lui risposta negativa. Non mi sembrava in difficoltà a dire che non sapeva da dove spuntasse... fatto sta che non si è capito come ci fosse finita.
Oggi mia mamma si prova una maglia presa dal negozio dove andiamo sempre (la stampa estera nei suoi gusti) ma ha pensato a me perché le stava stretta... lei porta una L di solito, questa era una S.
Mia non è assolutamente, sua non lo so.... e di nuovo mi è venuto il dubbio.
Non so come comportarmi e dove sbattere la testa e mi sento sola...
Mi sembra assurdo che mamma la abbia presa... perché la differenza di taglia è grande.
Come dovrei comportarmi? Per ora la maglia me la sono tenuta... e per me finisce qui.
Non voglio far soffrire mia mamma e in parte penso che non mi riguardi... anche perché di fronte alla mia insistenza sul fatto che la maglia non è mia, mia mamma mi fa Vabbe portatela su tanto a me non va ....
Lei a volte sospetta ma mio padre sembra impeccabile.... non so come comportarmi.
Grazie

[#1]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Gentile ragazza,

il problema maggiore,
mi sembra,
è che il tumore può cambiare le persone,
i loro sentimenti ed emozioni.

Forse anche il
"Sospetto tradimento di mio padre verso mia madre"
fa parte in certa misura dell'incurezza e destabilizzazione che ciò ha creato.

Quanto Lei dice a se stessa:
"Non voglio far soffrire mia mamma e in parte penso che non mi riguardi... "
dice il giusto.
Anche fosse vero, cosa ci può fare Lei?
Cosa può modificare?
E se Sua madre sapesse e volesse nasconderselo?

Cosa ne pensa?

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria  BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologia Clinica, Psicologa europea.
www.webalice.it/centrodipsicologia

[#2] dopo  
549795

dal 2019
Io credo non potrei modificare niente perché loro sanno della mia paura e quanto io ci soffro quando discutono quindi penso che se lo sanno e se il sospetto (per ora senza prove) fosse vero io effettivamente non potrei fare nulla.
Mio padre con me si comporta impeccabilmente e da quello che vedo anche con mamma.
Mia mamma non mi sembra il tipo da nascondere se sa, ma posso sbagliarmi.

[#3]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Gli equilibri interni di ogni coppia sono alquanto misteriosi
e inaccessibili all'esterno.
E non tema che le coppie che litigano si separeranno,
forse quelle molto silenziose sono più a rischio...

Lei può cercare di portare nella Sua famiglia
- già provata dalla malattia materna -
serenità,
speranza,
facilitazione nella comunicazione interpersonale.
Altre cose
- paura, sospetto, indagine, segreti, ecc., -
possono essere inutili, se non dannose.

Se riterrà utile per sè qualche seduta al Consultorio (gratuito),
Le comunico che vi si può accedere liberamente ad ogni età.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria  BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologia Clinica, Psicologa europea.
www.webalice.it/centrodipsicologia

[#4] dopo  
549795

dal 2019
La ringrazio di cuore.
Io come persona e anche come figlia (a detta di coloro che mi conoscono e dei miei genitori) porto già quello che lei ha detto.
Cercherò quindi di portarlo sempre e far prevalere questo su ansie, paure, timori e voglia di scovare la verità.
E se mai uscirà qualcosa, sarò felice di facilitare il loro confrontarsi senza forzare.
Cordiali Saluti

[#5]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Ne sono lieta!

Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria  BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologia Clinica, Psicologa europea.
www.webalice.it/centrodipsicologia