Utente 455XXX
Gentili dottori
Vorrei chiedere un consulto riguardo alla mia situazione lavorativa che mi porta a stare lontana da casa e famiglia dal lunedì al venerdì..ho un bambino di dieci mesi si tratta di una situazione temporanea che dovrebbe durare alcuni mesi ..il bambino durante la settimana sta con mia mamma che ha sempre visto tutti i giorni da quando è nato e mio marito e volevo chiedere se questo per il bambino può essere traumatico e o se questo scompenso può portare a dei problemi o sofferenze a lungo termine chiedo questo perché sto valutando di lasciare il lavoro.. ringrazio in anticipo
Saluti

[#1]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Gentile mamma,

comprendo il Suo dubbio e la sofferenza che traspare da quanto ci scrive.

La scelta riguardante il lavoro può essere solo Sua;
ma rispetto al bambino sembra di poter dire che
- la presenza costante della Sua mamma,
- la Sua disponibilità con il bambino nel fine settimana
possano rappresentare fattori protettivi rispetto all'assenza.

Se però Lei giunge al fine settimana piena di sensi di colpa
che La fanno essere poco "naturale" nella relazione con Suo figlio,
allora occorre "lavorare" un po' su questo.

Quanto al chiedersi se
"..questo scompenso può portare a dei problemi o sofferenze a lungo termine.."
la risposta è:
"Non si riesce a prevedere". I fattori di crescita e maturazione psicologica sono infatti talmente numerosi e di importanza imponderabile che formerebbero un algoritmo complicatissimo.
Una madre soddisfatta anche professionalmente di sè
può essere più "utile" al bambino che non una casalinga frustrata perchè disoccupata.

Detto ciò,
oltre al bambino
prenda in considerazione anche se stessa.
Una relazione madre - figlio equilibrata è frutto di una costante negoziazione tra i bisogni/desideri dei due,
e non del sacrificio unilaterale di uno solo: madre o figlio che sia.

Auspico di essere risultata comprensibile in una questione tanto ricca di compessità e di emozioni.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria  BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologia Clinica, Psicologa europea.
www.webalice.it/centrodipsicologia