Utente 563XXX
Buongiorno, mi presento: sono un ragazza di 21 anni, molto timida, riservata, non ho molti amici anzi sono proprio sola.. . Vi scrivo per parlarVi dei miei problemi. Innanzittutto non sono mai stata fidanzata cosa che incomincia a pesarmi tantissimo.. . Ogni volta che ci penso mi viene solamente da piangere perchè dico fra me e me "come mai le altre ragazze si sono fidanzate qualche volta e io mai? Cosa ho che non va? " E riflettondoci bene credo che sia per il fattore estetico, perchè dottori, io mi odio.. . Odio tutto di me, mi guardo allo specchio e quante cose vorrei cambiare.. . Faccio solamente schifo, la mia faccia fa schifo, i miei capelli fanno schifo, il mio fisico fa schifo, tutto.. . E non mi importa quando dicono "non dire cosí perchè sei una bellissima ragazza" no che non lo sono.. . Io faccio schifo, mi stanno prendendo solo in giro perchè sicuramente faccio pena e non vogliono che ci resti male.. . Ma io già lo so da me che sono una ragazza che non vale nulla che non é buona a fare nulla altrimenti, se non fosse stato davvero cosí, sarei piena di amici e sarei stata qualche volta fidanzata.. . Anzi i maschi mi prendono anche in giro e vengo trattata da tutti come una ragazza ingenua che non é in grado di fare niente.. . Dottori io non ce la faccio piú, io voglio solamente essere amata da qualcuno, voglio anchi'io una persona che sia amico o fidanzato con cui parlare, sfogarmi, condividere e invece no.. . Ad esempio non riesco mai a dialogare con un ragazzo cioé vado in ansia, cominciano a passarmi tanti di quei pensieri per la testa che mi impediscono di dire una frase di senso compiuto.. . Basta non ne posso piú.. . Voglio essere anchi'io una ragazza normale.. . Voglio piacere un po' anchi'io, voglio guardarmi allo specchio e vedermi finalmente bella e non scoppiare a piangere ogni volta che vedo la mia immagine riflessa e odiare ogni piccola parte di me, anche la piú insignificante.. . Vi ringrazio dottori.. Buona giornata

[#1]  
Dr.ssa Laura Termini

20% attività
8% attualità
8% socialità
PALERMO (PA)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2014
Ciao Cara,
ognuno di noi è "nessuno per la maggior parte, qualcuno per pochi e tutto per qualcuno". Il primo "qualcuno" per cui dover essere "tutto" è se stessi. Solo in questo modo ci si potrà aprire fiduciosi verso il mondo esterno ed "attrarre" altri qualcuno" per cui poter diventare tutto!
Lo so è un giro di parole.
Il "tutto" cui faccio riferimento è chiaramente relativo. Nessuno può bastare a se stesso, altrimenti non ci sarebbero tutti i problemi relazionali che ognuno di noi ha nella sua vita: gli altri sono fondamentali per il nostro benessere, ci definiscono e ci completano.
Stare bene con se stessi attrae gli altri, al contrario se noi per primi non ci accettiamo respingiamo gli altri. Tutto ciò chiaramente avviene in maniera inconsapevole. Mentre tu cerchi di chiaccherare con un ragazzo, probabilmente dentro di te mille pensieri affollano la tua mente (non sono abbastanza carina, non sono spigliata, si stancherà e ora andrà via...) tutto ciò creerà ansia e questo ti bloccherà, innescando un circolo vizioso per cui la situazione peggiorerà sempre più. Cosa ti resta da fare? Evitare. Ti chiudi in casa, esci poco...ma questo non è quello che desideri. Tu vuoi essere amata.
Cos'è che ti impedisce di accettarti, volerti bene, stare bene con te stessa?
Le risposta a queste domande non sono affatto semplici. Difficilmente si riesce a dar loro una risposta da soli.
Chiedi aiuto ad un collega. Inizia un percorso psicoterapeutico che ti permetta di conoscere dove e quando hai imparato a darti così poco valore. Man mano imparerai a vedere le cose, e a vederti, in modo differente. E i problemi di oggi si scioglieranno da soli come neve al sole.
A disposizione se serve
Auguri
Dr.ssa Laura Termini
Psicologa - Psicoterapeuta
http://www.demetrapvt.it