x

x

Problemi sessuali di coppia

Salve dottori, vi scrivo per descrivere la mia situazione che sembra avere dell'assurdo. Frequento una ragazza leggermente più grande di me da più di 3 anni ormai e con lei la vita di tutti i giorni è meravigliosa. Stiamo anche per dividere una casa perché lavoriamo nella stessa città. Il punto è che un rapporto che può sembrare perfetto e stupendo dall'esterno non è altrettanto felice dal punto di vista sessuale, perché noi non abbiamo rapporti, di nessun tipo. Io le ho sempre detto che avrei aspettato, che avrei rispettato i suoi tempi, ma lei sembra cullarsi su questa cosa e dopo più di tre anni io sono arrivato al limite. Spesso mi sento senza stimoli e privato di qualcosa che non completa il nostro rapporto. Sia chiaro, lei dal punto di vista sessuale mi attira tantissimo e le altre ragazze non le guardo minimamente. Ieri però è successa una cosa che mi ha spaventato molto, eravamo in macchina e lei è solita stuzzicarmi, arriva a farmi perdere la testa e quando sembra voglia lasciarsi andare mi blocca. Ieri però mi ha provocato così tanto che io di scatto le ho messo una mano in gola e ho stretto e più stringevo più la baciavo, più avevo voglia di lei, come se riuscissi a piegarla al mio volere per una volta. Non riuscivo a controllarmi. Quando l'ho lasciata non credevo a cosa avevo fatto. Ho paura di me, credo che stare a contatto con lei possa essere dannoso. Io ho un bisogno fisico che vorrei soddisfare solo con lei perché ne sono innamoratissimo, ma a lei questo non interessa e io dopo 3 anni credo di essere diventato un mostro e ho paura di me stesso e di quello che potrei fare. Avrei bisogno di un vostro parere/aiuto. Grazie
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 15,3k 493 107
Gentile utente,

da quanto Lei racconta sembra stiate tirando un po' troppo la corda.

Se una relazione è incompatibile dal punto di vista sessuale
perchè continuarla?

Se invece la ragazza si dichiara in difficoltà con la sessualità,
per cui si propone e stuzzica solo quando NON c'è la possibilità di concludere,
come mai non vi siete proposti un consulto specialistico, ma *di persona*
con una Psicologa che sia anche Psicoterapeuta,
preferibilmente perfezionata in sessuologia?

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottoressa, lei non si dichiara in difficoltà con la sessualità, è vero che, da quanto da lei raccontatomi viene da una storia difficile, ma è anche vero che sono più di 3 anni che andiamo avanti così.
E ogni volta che io cerco di prendere le distanze e di farle capire che non posso più continuare così, non mi prende sul serio e ci scherza su o trova il modo di raggirare il problema perché sa che sono perso di lei.
Ma io davvero sono al limite e nonostante ciò non mi sognerei mai di tradirla o di "spassarmela" con un'altra mentre vivo questa relazione con lei. Nel frattempo però continuo a stare in questo "limbo" che mi logora.
[#3]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 15,3k 493 107
Stare in questo "limbo" dipende da Lei.
Fin quando Lei ci starà, pur lamentandosi,
la ragazza non avrà motivo di lavorare su se stessa.

Sono consapevole che l'affermazione sembra cruda,
ma è così.

E dunque non so se il Suo titolo "Problemi sessuali di coppia" sia corretto,
oppure se sarebbe preferibile "Problemi di *potere* della coppia" (Lei sembra al guinzaglio).

Ci pensi, ne vanno anni della Sua vita.

Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#4]
dopo
Utente
Utente
Quindi dottoressa, mi sta dicendo che devo trovare la forza di troncare questo rapporto? Prima di dividere anche la casa?
[#5]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 15,3k 493 107
Sto dicendo che ritengo opportuno uscire dal limbo
attraverso un aiuto psicologico *di persona*.

Dipenderà dall'esito di ciò la Vostra decisione:
- se lasciarVi,
- se cambiare individualmente,
- se modificare gli equilibri di coppia individuando il come,
- altro.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio