Utente
Salve sono stato fidanzato con una coetanea sulla ventina due anni. Lei ha avuto il suo primo rapporto sessuale con me. Dopo due anni ho deciso di lasciarla perchè non ero completamente soddisfatto di lei per il fatto che non mi piaceva abbastanza fisicamente nonostante facessimo spesso sesso e con soddisfazione e avessi molto affetto nei suoi confronti. Desideravo e desidero, per qualche motivo, una ragazza più bella. Dopo 5 mesi dalla rottura lei mi contatta per un saluto e decido di chiamarla avendone piacere, anche per il fatto di aver evitato di contattarla per un po in moda da aiutarla a dimenticare, ma Le chiedo subito se avesse avuto altri rapporti. Mi confessa di averne avuto uno completo con un altro una sera e poi non più. Adesso provo un gran senso di malessere con la consapevolezza di essermelo causato da solo e di non poter più tornare indietro anche se probabilmente non lo farei lo stesso. Credo di essere depresso ma non capisco perchè visto che ho voluto lasciarla io. Credo che il tempo e il continuare ad uscire con altre ragazze farà passare il dolore ma vorrei lo stesso sapere perchè mi succede questo.

Aggiungo anche che sono rimasto parecchio confuso da un video dello psicoterapeuta Mauro Scardovelli dove spiega che la nostra mente non è unitaria ma è composta da diversi Io i quali non è possibile mettere d'accordo e bisogno fare un pò come ci gira quel giorno.. . .
Nel mio caso c'è un Io che ama quella ragazza o quanto meno vuole stare con lei e un altro che guarda le altre e desidera altre più attraenti.
Soddisfare entrambi questi Io significherebbe tradirla, cosa che ho fatto ma che un altro Io non reputa giusta nei Suoi confronti e per questo l'ho lasciata, per il momento. La ragazza vuole tornare con me ma adesso non so che decisione prendere. Questa voglia di ritornare è comparsa dopo che lei mi ha detto il fatto ma prima non pensavo più a lei

[#1]  
Dr.ssa Silvia Rotondi

24% attività
4% attualità
16% socialità
BALSORANO (AQ)
ROMA (RM)
COLLEFERRO (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
Salve sembra che la fine di questa relazione si giochi tutta sul desiderare una ragazza più bella, nonostante stesse bene insieme alla sua ex. Inoltre riprova desiderio nel momento in cui non è più il solo uomo con cui la sua ex ragazza adesso ha avuto un rapporto sessuale completo.
Sembra che il suo desiderare un altra sia legato a desiderare di essere scelto e voluto da una ragazza più bella e che abbia avuto più esperienze. Questa era la sua prima esperienza?
Cordialmente Dr.ssa Silvia Rotondi
www.silviarotondi.it
338-26 72 692

[#2]  
Dr.ssa Patrizia Pezzella

24% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Gent.mo lettore,
nei rapporti sentimentali l'attrazione è legata a molti fattori, certamente l'aspetto fisico, ma può nutrirsi anche del fattore "novità".
Inoltre la giovane età e il desiderio di fare e avere esperienze diverse può rappresentare un'altra variabile in questa fase di confusione. Potrebbe anche giocare un ruolo l'avere saputo di non rappresentare più l'unico pensiero per questa ragazza che, giustamente, ha scelto di non fare come Penelope , personaggio dell'Odissea.
Le suggerirei per dipanare questa nebbia in cui è avvolto, di consultare uno psicologo personalmente,e di non affidarsi soltanto ai video postati .
Molti saluti e auguri.
Dr.ssa Patrizia Pezzella
psicologa, psicoterapeuta
perfezionata in sessuologia clinica

[#3] dopo  
Utente
No non sono attratto da una ragazza bella e che è stata con più uomini, al contrario..però si, si può dire che sia finita solo per un motivo di bellezza e adesso mi sembra di aver fatto una cazzata.E' come se mi fossi accorto di tenerci ma allo stesso tempo di averla persa (anche se lei dice di voler tornare con me) per il fatto che dopo che ha avuto rapporti con altri non la vedo come la stessa persona. La cosa strana è che quando "ce l'ho" non me ne importa di lei e guardo sempre le altre, mentre dopo questo fatto mi sembra di essere innamorato di lei e di tenerci tanto, solo che adesso non si torna più indietro...
Va bene anche psichiatra per caso?

[#4]  
Dr.ssa Eleonora Arduino

24% attività
4% attualità
4% socialità
TORINO (TO)
MONTAFIA (AT)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2011
Un po' di confusione tra amore, desiderio, possesso, ferita narcisistica.... se lei è sulla ventina, può essere normale questa confusione, solo l'esperienza ci aiuta a dare il giusto nome ai sentimenti, e a.... metter d'accodo le nostre parti (o conflitti interni) che chiedono di essere armonizzate, non tanto di "fare come ci gira stamattina" :)

Lo psichiatra è un medico specializzato in psichiatria, che non ha una profonda preparazione psicologica (a meno che non se la sia fatta a parte, per sua scelta). E' abilitato a curare i problemi psichici con i farmaci.
Lo psicoterapeuta è uno psicologo specializzato in psicoterapia in una delle carie scuole apposite, e ha quindi una formazione in questo campo. Quindi no, non va bene uno psichiatra, a meno che non abbia una preparazione psicologica
Dr.ssa Eleonora Arduino
psicologa-psicoterapeuta

[#5] dopo  
Utente
Anche io sono più propenso ad andare da uno psicologo solo che il medico di base mi ha indirizzato ad uno psichiatra, il quale non mi è sembrato una persona affidabile per il fatto che mi rideva in faccia

[#6]  
Dr.ssa Eleonora Arduino

24% attività
4% attualità
4% socialità
TORINO (TO)
MONTAFIA (AT)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2011
Capisco.... lo psichiatra è abituato a vedere patologie molto gravi, per cui gli sarà sembrato poco importante. Inoltre, non avendo una preparazione psicologica, forse non si è relazionato al meglio con lei.... insomma, il medico di base è, appunto, un medico e facilmente i medici si muovono in area non psicologica... dipende dalla loro personale sensibilità. Comunque lei è libero di rivolgersi a chi vuole, non crede?
Vedo che lei vive in provincia di Roma, se Roma è abbastanza vicina faccia una ricerca su internet di "centro di ascolto psicologico per giovani" e certamente troverà risorse
Dr.ssa Eleonora Arduino
psicologa-psicoterapeuta