Recuperare intimità dopo la scoperta di essere stato tradito

Salve sono un uomo di 38 anni sposato da 12 con mia moglie abbiamo 2 figli... da circa un mese lei mi ha confessato che mi tradiva da 18 mesi è mi ha chiesto aiuto perché quest uomo le stava facendo del male psicologicamente...io amo mia moglie e non voglio perderla...ho deciso di perdonarla perché non riesco a stare lontano da lei, ora però mi trovo in una situazione di stallo soprattutto a letto, sono bloccato non riesco ad avere un rapporto con lei come una volta...premesso che sono consapevole che l altro uomo è molto più attraente di me e in testa mi faccio sempre le stesse domande:"a letto era più bravo di me?
lei aveva la stessa intimità che aveva con me??
"...sono cose che sinceramente mi devastano dentro ma allo stesso tempo mi provocano una gran paura di perdere mia moglie di nuovo, la conosco e sono quanto sia passionale a letto.
Ci siamo promessi di essere sinceri in tutto e io gli ho detto di questa difficoltà, lei mi dice che ci vuole del tempo e che i brutti pensieri andranno via e con loro anche questo blocco mentale che ho, ma sinceramente non ne sono sicuro.
Volevo chiedervi se è il caso di andare in terapia o aspettare effettivamente come dice lei un altro po' di tempo??
?
spero riusciate ad aiutarmi grazie mille
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103
Gentile utente,

"ho deciso di perdonarla"...
sembra lodevole e generoso.

Ma il perdono è un processo che si svolge nel tempo,
non una "pietra sopra";
sopra cosa?
Perchè questa donna ha cercato altrove?
E' stato risolto il problema che sta(va) alla base del tradimento?
E se "quest uomo" non le avesse fatto "del male psicologicamente", la relazione sarebbe continuata?

Domande...

E in effetti non solo il Suo cuore, ma anche il Suo corpo (pene) Le sta lanciando messaggi in tale senso, non sembra d'accordo con questo affrettato perdono motivato dal fatto che ".. non riesco a stare lontano da lei..".

"...aspettare un altro po' di tempo.. " per iniziare una terapia di coppia significa perdere altro tempo,
mentre il Suo disturbo di D.E. rischia di cronicizzare, anzichè risolversi.

Se in qualche punto sono stata troppo sintetica,
chieda pure.
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Sinceramente non so cosa sarebbe successo se non ci fosse stata come lei stesso mi ha riferito una "violenza psicologica ".....alla base del tradimento secondo lei c'è stata la mia allontananza....il mio non curarla,che effettivamente devo ammetterlo c e stato.Il fatto di volerla perdonare così velocemente è che ho paura di perderla,è la madre dei miei figli e la conosco da 21 anni...grazie per la risposta dott.ssa
[#3]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103
Capisco "la paura di perderla",
ma so anche che ignorare - per paura - i segnali relazionali e fisici,
non produce un granchè di buono.

Il suo scrivere qui è stato un primo passo,
chissà che non ne seguano altri.
Un vivo augurio.

dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#4]
dopo
Utente
Utente
Dottoressa la ringrazio per le risposte....da quando è venuto fuori il "problema "io e mia moglie parliamo molto ,forse come non mai in passato...gli ho detto che la cosa migliore per la nostra famiglia è quella di capire i problemi di base che hanno spinto lei a cercare la felicità in un altra persona e a me ad abbandonarla e a non capire i suoi problemi e bisogni in modo da evitare che possano succedere gli stessi in futuro....lei mi dice che ha paura di perdermi che quello che ha fatto e sbagliato ,gli ho detto che inutile stere li a cercare i colpevoli ma che è giusto capire se possiamo ancora regalarci un futuro per noi e i nostri figli.Io vorrei chiederle se c'è un modo per alleviare le mie sofferenze,l immaginarli insieme per me è devastante e ripercorrere le giornate dove non capivo alcuni suoi atteggiamenti ancora peggio...grazie mille per l aiuto
[#5]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,3k 446 103
Questo lo dovrebbe chiedere in un colloquio *di persona*.

Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio